Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
furia78

vera kikka 40 baiocchi esemplare di presentazione

174 risposte in questa discussione

Voglio farvi felici , vi posto un bel esemplare di presentazione introvabile fondi proof blu rolleyes.gif

preso su ebaya 4 anni fa

post-25862-0-81545200-1318285933_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il termine Proof mi lascia perplesso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il termine Proof mi lascia perplesso...

Tranquillo nessuna perplessita , si chiama appunto esemplare di presentazione , fa parte di una serie limitatissima di esemplari lavorati appositamente per presentazione e non per circolazione , i fondi sono lavorati pre coniatura , in stile proof moderno , ma non ovviamente perfetti al 100% come oggi , diciamo al 98% esistono pure esemplari di Vittorio II cosi' , io una liretta del 63 milano di presentazione la pagai 1200 euro , ma e' l'unico esemplare conosciuto di quel millesimo , biggrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma sei sicuro che sia originale? Non sapevo che esistessero monete proof in quei anni... se è autentica deve essere una bella rarità. è periziata? come la conservi? scusa le tante domande ma questa moneta mi incuriosisce perchè non pensavo potesse esistere... e poi non colleziono questa monetazione. saluti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Moneta gia' vista dal compianto Bazzoni , autentica , ha provato ad averla a tutti i costi , ma ho declinato qualsiasi offerta , non la pagai molto , 267 euro , la tengo semplicemente avvolta in un panno di velluto Blu e assolutamente la prendo con le dita solo dai bordi , altrimenti non vorrei intaccare i fondi che sono pazzeschi , penso che provenga da un cofanetto , anche perche' il tedesco deteneva tutta la serie almeno cosi mi disse , gli feci subito una proposta per le altre , ma qualcuno mi ha battuto sul tempo , non ho ancora saputo chi , anche per via che le sorelle non le ho ancora viste in nessuna asta, perche' costo di svenarmi le prenderei subito biggrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Le monete Proof di quel periodo non esistono. E' un bel esemplare con una patina bluastra e che ha nel caso, mantenuto il lustro del FDC e nulla più.

Se era uso farne, Vittorio Emanuele III che è vissuto in un periodo ancora più vicino a Noi, ne avrebbe fatte fare a decine,centinaia,invece......... ;)

F.

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fidati se dico che i fondi sono specchio , simil proof , gia detto che non e' l'equivalente di oggi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esistono documenti dell'epoca che indichino l'esistenza di esemplari di presentazione?

E a chi furono offerti? :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poveri noi, dove stiamo andando a finire....

ma davvero credete che sia autentico il Proof?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cofanetto, di presentazione? Ma a chi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Da perfetto ignorante quale sono, quando mi dicono "di presentazione" rimango sempre scettico.

Come indicava littore, dovrebbe esserci sempre qualcosa che dimostri proprio l'effettiva particolarità di lavorazione cui la moneta è stata soggetta.

Indubbiamente l'esemplare che hai tra le mani è decisamente il fior fiore che il conio poteva produrre (rilievi molto forti e ben impressi, assenza dei difetti tipici per quel conio, almeno da quanto si vede dalle foto, fondi brillanti e rilievi satinati), credo dovuto al fatto che sia stata battura di primo conio, quando questo era appunto nuovo, pulito, e quindi particolarmente "performante" nella sua funzione.

Si potrebbe parlare di "prooflike" o simil-proof, per rendere l'idea del fatto che la moneta si avvicini (con un bel po di immaginazione) al proof che conosciamo oggi.

Personalmente mi piace definire le monete in queste condizioni con fondi brillanti (o lucenti) e rilievi satinati.

Al di la di questo, ripeto, esemplare spettacolare.

Cordiali saluti,

Fabrizio

Modificato da fabrizio.gla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il termine Proof mi lascia perplesso...

Tranquillo nessuna perplessita , si chiama appunto esemplare di presentazione , fa parte di una serie limitatissima di esemplari lavorati appositamente per presentazione e non per circolazione , i fondi sono lavorati pre coniatura , in stile proof moderno , ma non ovviamente perfetti al 100% come oggi , diciamo al 98% esistono pure esemplari di Vittorio II cosi' , io una liretta del 63 milano di presentazione la pagai 1200 euro , ma e' l'unico esemplare conosciuto di quel millesimo , biggrin.gif

E da dove saltano queste notizie strabilianti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unbelievable.... :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace per il prezzo che hai pagato ma sono tutte chiacchere per " creduloni" e non voglio offenderti o offendere altri ma basterebbe informarsi nei giusti posti e con giusti libri e/o con giuste persone per evitare queste chimere! Ho visto un cofanetto di "presentazione" se non sbaglio di San Marino ed uno di V.E.III con normali monete in serie in FDC ed il loro valore aggiunto era dovuto solo al fatto del cofanetto firmato e timbrato dalla Zecca.

Purtroppo da sole senza un qualcosa (cofanetto o certificato o altro) un Numismatico non le pagherebbe mai oltre il valore della loro conservazione visiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poveri noi, dove stiamo andando a finire....

ma davvero credete che sia autentico il Proof?

Tutt'al più lo definirei esemplare dai fondi speculari.

Cofanetto, di presentazione? Ma a chi?

La mia esperienza, poca o tanta che sia, mi fa ritenere che definire un esemplare di presentazione sia un modo come un altro per ottenere un surplus sul prezzo della moneta.

Detto questo, ritengo che l'esemplare presentato sia un gran bell'esemplare, che meritava di essere acquistato dato il prezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace per il prezzo che hai pagato ma sono tutte chiacchere per " creduloni" e non voglio offenderti o offendere altri ma basterebbe informarsi nei giusti posti e con giusti libri e/o con giuste persone per evitare queste chimere! Ho visto un cofanetto di "presentazione" se non sbaglio di San Marino ed uno di V.E.III con normali monete in serie in FDC ed il loro valore aggiunto era dovuto solo al fatto del cofanetto firmato e timbrato dalla Zecca.

Purtroppo da sole senza un qualcosa (cofanetto o certificato o altro) un Numismatico non le pagherebbe mai oltre il valore della loro conservazione visiva.

No , non ci siamo capiti , io l'ho presa non per quello che mi dicevano , ma per la sua inusuale bellezza , per il prezzo ne valeva la pena , per il mio pensiero , un esempio ci sono littori FDC a palate e per esempio io i prezzi che ci sono in giro non li concepisco dato il loro numero in circolazione meglio un FS vero come si deve, piuttosto che due semplici littori biggrin.gif

io poi ai documenti li guardo in modo relativo , negli ultimi anni son venuti fuori esemplari che non sarebbero dovuti nemmeno esistere oppure di dubbia esistenza e nonostante tutto ci sono , un esempio 3 settimana fa' all'asta partenza di 1 euro e' apparso un esemplare di scudo conservazione BB di Carlo alberto 1845 Torino , ho fatto l'offerta privata subito , ma devono aver offerto piu di me , altro esempio anni fa sempre su ebaya apparvero 2 esemplari di scudo di napoleone , 1812 aguzzi per venezia , fino ad allora reputati di dubbia esistenza eppure eccoli li , altro esempio prendiamo lo scudo 1866 di Vittorio II nonostante il loro numero alto di pezzi prodotti , ce ne sono pochiassimi in circolazione , la numismatica cambia di continuo mano a mano che passa il tempo con pezzi mai visti alle volte , ed inoltre al tempo ovviamente non tutto veniva scritto spesso molte cose venivano deliberatamente o meno omesse dai dati cartacei wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Per caso non è la stessa di questa altra immagine ?

Modificato da Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un esempio 3 settimana fa' all'asta partenza di 1 euro e' apparso un esemplare di scudo conservazione BB di Carlo alberto 1845 Torino

Falso appunto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per caso non è la stessa di questa che allego ?

Bellissima, non c'è che dire, ma che sa di restyling...si dice così?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avevano altro a cui pensare in quel periodo che tirare fuori cose del genere....un abbellimento dei nostri tempi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per caso non è la stessa di questa altra immagine ?

Questo è proprio un proof....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per caso non è la stessa di questa altra immagine ?

Hai anche l'altra faccia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Bellissima, non c'è che dire, ma che sa di restyling...si dice così?

Ho solo l'immagine... non mi piaceva e non feci al tempo offerte ma so chi la proponeva e chi l'ha venduta... almeno in un passaggio; credo sia anche un utente del forum.

Ricordo che se ne parlò al tempo proprio per le sue particolarità, ma non ho traccia della discussione; salvai solo le immagini per documentazione mia.

Sul cosa sia effettivamente non ho idea, anche se la trovo molto "particolare" per il tempo (metà 1800) e soprattutto per QUEL periodo particolare della Repubblica Romana...

Modificato da Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'altra faccia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma è possibile che 200 anni fa quasi riuscissero a fare questa moneta? E per tutto questo tempo com è stata conservata affinché arrivasse così a noi? È troppo perfetta per essere antica e originale... Ma ripeto, non sono esperto di questa monetazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?