Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
giorgio cicardini

i don't know

Risposte migliori

giorgio cicardini

questa moneta in rame dal diametro di in ottimo stato di conservazione facente parte di un lotto di monete non catalogate ed acquistate da un numismatico di professione non è stata riconosciuta da nessuno. Come nelle due precedenti discussioni non sono in grado di dare il peso poiché non posseggo una bilancia di precisione.

Ciao. Giorgio

post-1958-1139069545_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Non sono un esperto di romane, ma credo Costantino, forse un Follis??

Ho detto bene?

Il diametro di quant'è??

Non c'è scritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

Ciao!

strano che nessuno abbia saputo aiutarti, è una moneta abbastanza semplice.

Cmq eccola qui:

Constantine I CONSTAN-TINVS AVG

Busto: L

VIRTV-S AVGG

PARL S F

Arles RIC VII Arles 304 R3

...me la regali? :P

scherzo!

complimenti!

Modificato da eg1979

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Ciao EG,

sei sicuro che la catalogazione che suggerisci sia giusta? Io avrei qualche dubbio.

RIC VII (Arles) 304 è descritta con 4 torrette, mentre la moneta di Giorgio ne ha due. L'esemplare postato qui non ha inoltre le porte, mentre dovrebbe averne 2 aperte.

C'è qualcosa che mi sfugge?

Luigi

PS: cosa intendi con "busto: L" ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Dallo stile sembra una riproduzione barbarica.

Troppi sono gli elementi fuorvianti dalle catalogate.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979
Ciao EG,

sei sicuro che la catalogazione che suggerisci sia giusta? Io avrei qualche dubbio.

RIC VII (Arles) 304 è descritta con 4 torrette, mentre la moneta di Giorgio ne ha due. L'esemplare postato qui non ha inoltre le porte, mentre dovrebbe averne 2 aperte.

C'è qualcosa che mi sfugge?

Luigi

PS: cosa intendi con "busto: L" ?

95614[/snapback]

Busto L = Laureato

hai ragione, è sospetta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Busto L = Laureato

95642[/snapback]

RIC 304 (Arles) è "testa laureata" non "busto laureato".

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

Busto L = Laureato

95642[/snapback]

RIC 304 (Arles) è "testa laureata" non "busto laureato".

Luigi

95651[/snapback]

beh, sì certo la testa!

come "bust type L" si intende la testa laureata, logico!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Sarà logico per te, ma per me invece non è così logico.

Se scrivi busto laureato mi aspetto di vedere il ritratto del dritto con un busto, non solo la testa.

Ti allego due immagini da esempio:

a) testa laureata

B) busto laureato (e corazzato).

"Busto laureato" come hai scritto nella classificazione non è elencato tra i tipi di busto nel RIC VII.

Alla voce "Tabulated key to obverse busts" il tipo "L" comprende tutta una serie di ritratti particolari con il globo e la mano alzata, non necessariamente laureati, ma ad esempio con elmo, radiati oppure nimbati.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

Luigi, scusami!!! non volevo proprio essere offensivo, avevo un tono scherzoso... cavoli, mi spiace un sacco... te la sei presa? :(

ti assicuro che scherzavo!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

cmq anche a me sembra un imitazione barbarica...lo stile è strano soprattutto al rovescio :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giorgio cicardini

i don't know.

A seguito dei vostri preziosi interventi bisogna ricordare che i romani lasciarono, in genere, il diritto di battere moneta locale, purché su di essa fosse effigiato l'imperatore.

È possibile che si tratti di una moneta coniata in un paese occupato e che il retro non rispetti i canoni delle monete romane.

Giorgio (il proprietario della moneta).

Grazie a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
.....bisogna ricordare che i romani lasciarono, in genere, il diritto di battere moneta locale, purché su di essa fosse effigiato l'imperatore.

È possibile che si tratti di una moneta coniata in un paese occupato e che il retro non rispetti i canoni delle monete romane.

96506[/snapback]

Personalemente ne dubito.

Le emissioni ufficiali provinciali ed anche quelle quasi autonome delle provincie, seguono dei canoni stilistici ben diversi da quelli della moneta in suo possesso.

Tralasciando l'uso del greco al posto del latino, perchè in molte zecche questo non è vero, le rappresentazioni delle porte e delle fortificazioni tendono ad essere più aderenti a quelle reali delle mura della città, non quelle di un semplice accampamento. Le torri ad esempio sono meglio definite, non ci sono stelle ed a volte vengono aggiunte statue o divinità a simboleggiare la difesa (City-gate opposti ai camp-gate). A ciò va aggiunto che non risultano zecche provinciali attive nel periodo di Costantino.

Il fatto che, come lei dice, molti fino ad oggi, non sono riusciti a classificare la moneta e come ha visto, neanche qui non le siamo stati di aiuto (non hanno risposto membri del foro che solitamente sono in grado di identificare questo tipo di emissioni, non mi riferisco a miei interventi), unito ad uno stile insolito, non lasciano molti dubbi sull'evidenza che si tratti di una imitazione antica non ufficiale. Con questo termine intendo una moneta che fu prodotta per assomigliare ad un tipo ufficiale, ma prodotta con uno stile più grossolano e meno raffinato, con scarsa cura dei dettagli.

Questo non deve stupire; la monetazione romana è sempre stata caratterizzata da imitazioni non ufficiali, in ogni epoca della vita dell'impero e prodotte essenzialmente per esigenze economiche.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×