Jump to content
IGNORED

E' Natale, siamo tutti più... BUONI


danieles1981
 Share

Recommended Posts

ciao...altre ottime monete.

quella del 1922 sembra stata pulita...ma è in alta conservazione comunque

il 2 lire per me è FDC con segni di contatto...ciao

Link to comment
Share on other sites

Awards

Buongiorno,

il buono da una lira presenta graffi da pulitura "energica" e per questo motivo, a mio parere, nonostante i rilievi alti, non può essere in alta conservazione. Direi che purtroppo è stata rovinata da un intervento maldestro.

Va meglio col buono da due lire 1923, è una bella moneta per il tipo, poco circolata, qualche colpetto sui campi, ma i legacci del fascio sono ben visibili. Non è fdc, ma spl + si.

saluti

Link to comment
Share on other sites


Sono buone monete ma entrambe ben lontane dal FDC. Il buono da 1 lira non va oltre il BB-SPL, buoni rilievi ma si vede che ha circolato non poco. Il 2 lire a mio avviso non è molto meglio: buona qualità per il tipo, ma ci sono evidenti segni di circolazione, non andiamo oltre a uno splendidino.

Edited by Paolino67
Link to comment
Share on other sites


Solo per la cronaca la prima è periziata FDC (da Massimo), la seconda qFDC (da Cavaliere)...

Edited by danieles1981
Link to comment
Share on other sites


Solo per la cronaca la prima è periziata FDC, la seconda qFDC da Cavaliere...

La visione fotografica è giocoforza parziale, per questo ripeto sempre che le monete vanno viste dal vivo, e che qui sul forum quello che si fa con le conservazioni è un passatempo e nulla più. Ormai non mi stupisco più di niente, non sono certo le prime monete che sul forum ho battezzato sotto lo SPL e poi ho visto dal vivo ed erano vicine al FDC....

Link to comment
Share on other sites


Solo per la cronaca la prima è periziata FDC, la seconda qFDC da Cavaliere...

quoto...qua sul forum si tende a sparare un po al ribasso.

le monete in mano saranno anche meglio che in foto immagino.

@paolino...mi dici dove li vedi gli EVIDENTI segni di circolazione sulle 2 lire?a parte dei segni diffusi che senza l'ingrandimento saranno minuscoli ..dimmi te...

Link to comment
Share on other sites

Awards

Guest fabrizio.gla

Le foto molto molto dettagliate, hanno un contrasto molto alto che mette in evidenza ogni aspetto della moneta, quindi anche le più piccole imperfezioni (che ricordiamoci ci sono anche nel FDC) sembrano molto più importanti.

In questo caso si vede (specie nella lira) come i rilievi siano veramente altissimi (guardate i capelli, i seni, specie quello in primo piano, le pieghe della veste o la coscia, che presenta un rilievo molto alto e non si nota alcun cambiamento "di colore", tipico segno di usura da circolazione).

A mio parere, quei segni sono da imputarsi al conio, sembrano striature da conio o qualcosa di simile.

Anche il due lire, i dettagli ci sono tutti (guardate le firme ad esempio, i dettagli della testa del leone del fascio, fibia o la stella sul colletto, o il bordo "tagliente" tra le ore 11 e ore 8 del R/... e come la lama del fascio sia molto "pulita"). I segnetti ci sono, ma sono anche amplificati dalla foto nitida e ad alta risoluzione.

A volte, bisogna soffermarsi un attimino sulle foto, che ad una prima impressione possono dare un aspetto fuorviante, ma se "leggiamo" i dettagli che mostrano, possiamo arrivare alla "giusta" (più o meno... essendo sempre una foto) conservazione :)

un salutone,

F.

.... dimenticavo... e non dimentichiamoci che fotografare il nichelio... è quello che è... ;)

Edited by fabrizio.gla
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Le foto molto molto dettagliate, con un contrasto molto alto che mette in evidenza ogni aspetto della moneta, anche le più piccole imperfezioni, che ricordiamoci ci sono anche nel FDC.

In questo caso si vede (specie nella lira) come i rilievi siano veramente altissimi (guardate i capelli, i seni, specie quello in primo piano, le pieghe della veste o la coscia, che presenta un rilievo molto alto e non si nota alcun cambiamento "di colore", tipico segno di usura da circolazione).

A mio parere, quei segni sono da imputarsi al conio, sembrano striature da conio o qualcosa di simile.

Anche il due lire, i dettagli ci sono tutti (guardate le firme ad esempio, i dettagli della testa del leone del fascio, o il bordo "tagliente" tra le ore 11 e ore 8 del R/...). I segnetti ci sono, ma sono anche amplificati dalla foto nitida e ad alta risoluzione.

A volte, bisogna soffermarsi un attimino sulle foto, che ad una prima impressione possono dare un aspetto fuorviante, ma se "leggiamo" i dettagli che mostrano, possiamo arrivare alla "giusta" (più o meno... essendo sempre una foto) conservazione :)

un salutone,

F.

.... dimenticavo... e non dimentichiamoci che fotografare il nichelio... è quello che è... ;)

Mi piacerebbe vedere i cartellini, a me non sembrano sopratutto la lira, avvicinarsi al FDC

Effetto fotografico?

Link to comment
Share on other sites


Solo per la cronaca la prima è periziata FDC, la seconda qFDC da Cavaliere...

quoto...qua sul forum si tende a sparare un po al ribasso.

le monete in mano saranno anche meglio che in foto immagino.

@paolino...mi dici dove li vedi gli EVIDENTI segni di circolazione sulle 2 lire?a parte dei segni diffusi che senza l'ingrandimento saranno minuscoli ..dimmi te...

Tutte le striature presenti sul buono del 1922 potrebbero senz'altro essere dovute ad una spazzolatura "del conio" all'atto della pulitura dello stesso.

Le foto in realtà raccontano comunque una conservazione diversa da quella della "mia certificazione", per entrambe le monete.

Concludo dicendo che chi mi conosce ormai sa che con le conservazioni non scherzo mai, per il resto si scriva ciò che si vuole.

Link to comment
Share on other sites


Le foto in realtà raccontano comunque una conservazione diversa da quella della "mia certificazione", per entrambe le monete.

:good:

Lo ripeterò mille volte: vedere le monete in foto e dal vivo sono due cose completamente diverse. E non mi si venga a dire che dalle foto parevano due FDC o qFDC (ma non metto assolutamente in dubbio che lo siano nella realtà!).

Cmq, tanto per dire, stamattina le ho viste sul monitor del lavoro, adesso le sto vedendo da casa, e già mi sembrano monete diverse.....

Link to comment
Share on other sites


quoto paolino...dalle foto formato gigante, soprattutto il buono da 1 lira non sembrava fdc...

Edited by gianluca85ct
Link to comment
Share on other sites


Grazie per i vostri commenti, e sono contento di aver ravvivato un po' il forum su cose serie.

In effetti la valutazione della foto è complicata, e i periti danno spesso una occhiata veloce o un "+" di troppo. Quindi siamo agli antipodi della obbiettività soggettiva.

Come dice l'amico Fabrizio, fotografare il nichelio è complicato, e foto con questo contrasto e luce sparata aiutano più una valutazione del dettaglio che l'armonia della moneta. Poi ci mettiamo anche l'occhio troppo critico del visitatore ed ecco che un SPL+ diventa FDC per il perito e un BB+ per chi ne vede la foto.

Ma ri-solleverei la questione che ha aperto il mio caro amico pazzoxinter: cakkio, hai ragione: che siano false?

Ma grazie a tutti per i vostri interventi. Spero che i più giovani abbiano imparato qualcosina in più...

Edited by danieles1981
Link to comment
Share on other sites


Ho letto male io, la prima ossia la lira non è mia, non l'ho chiusa io.

In effetti mi sembrava molto strano che l'avessi messa FDC, per quanto, come su detto daltronde, le foto molto spesso sono ingannevoli.

Tra l'altro, non tutti i segni potrebbero essere attribuiti ad una pulitura del conio, vedi quelli trasversali sul campo in basso al R/

Ricordo in passato di aver chiuso un 1923 ed un 1922 (buoni da una lira) in altissima conservazione e che avevano le medesime caratteristiche, le stesse striarure da conio.

Link to comment
Share on other sites


ciao...altre ottime monete.

quella del 1922 sembra stata pulita...ma è in alta conservazione comunque

il 2 lire per me è FDC con segni di contatto...ciao

...FDC ...direi proprio di no!! :mega_shok:

renato

Link to comment
Share on other sites


...per il buono da una lira...direi che un qFDC...potrebbe pure starci...sono dell'idea che quei segni siano dovuti alla pulizia del conio.... :unknw: ...personalissima convinzione....ovviamente!

renato

Link to comment
Share on other sites


Ho letto male io, la prima ossia la lira non è mia, non l'ho chiusa io.

In effetti mi sembrava molto strano che l'avessi messa FDC, per quanto, come su detto daltronde, le foto molto spesso sono ingannevoli.

Tra l'altro, non tutti i segni potrebbero essere attribuiti ad una pulitura del conio, vedi quelli trasversali sul campo in basso al R/

Ricordo in passato di aver chiuso un 1923 ed un 1922 (buoni da una lira) in altissima conservazione e che avevano le medesime caratteristiche, le stesse striarure da conio.

Si hai ragione Francesco. Ho or ora aggiornato la mia indicazione precedente: errori di composizione della frase.

La lira è chiusa da Filisina.

Il nichelio è delicato, è molto morbido, e per me capire se sono striature dovute alla pulitura del conio o altro risulta davvero davvero complicato. Forse il microscopio potrebbe darci una risposta? Col microscopio si notano anche tutti gli eventuali segnetti del metallo, ma allora non sarebbe più numismatica, io credo...

Link to comment
Share on other sites


...per il buono da una lira...direi che un qFDC...potrebbe pure starci...sono dell'idea che quei segni siano dovuti alla pulizia del conio.... :unknw: ...personalissima convinzione....ovviamente!

renato

Beh, detto da te che spesso sei cattivello con i giudizi (detto con la massima simpatia che ho per te :D ) mi davvero piacere. In effetti un perito tende più sull'FDC che sul qFDC, ma solo per motivi commerciali...

Link to comment
Share on other sites


Il nichelio è delicato, è molto morbido, e per me capire se sono striature dovute alla pulitura del conio o altro risulta davvero davvero complicato.

Le striature dovute alla pulizia del conio non dovrebbero risultare in rilievo?

Link to comment
Share on other sites


Il nichelio è delicato, è molto morbido, e per me capire se sono striature dovute alla pulitura del conio o altro risulta davvero davvero complicato.

Le striature dovute alla pulizia del conio non dovrebbero risultare in rilievo?

Non saprei Paolino. Come dicevo non sono bravo a capire i segni tipici della pulitura del conio. Ad occhio però i segni non sono "impattanti". Cioè li vedi in contro luce, ma come delle righe del metallo... non so spiegare bene...

Link to comment
Share on other sites


Guest fabrizio.gla

Le striature dovute alla pulizia del conio non dovrebbero risultare in rilievo?

Posso risponderti in base ai tanti raffronti che ho avuto modo di effettuare.

Le spazzolate per pulire il conio (effettuate con spazzole metalliche), lasciavano quest'ultimo "striato", seppur leggermente. Le striature quindi si ripercuotevano sanche ulle monete coniate in modo molto tenue, e proprio per questo motivo, molte volte sono anche un indice di alta conservazione della moneta, appunto perchè essendo questi segni appena accennat, andrebbero subito a svanire con la circolazione della moneta.

Posto delle foto che valgono più di mille parole

Esempio 1:

Edited by fabrizio.gla
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.