Jump to content
IGNORED

I tempi della Storia


Liutprand
 Share

Recommended Posts

In queste ore ci sono, ancora una volta, dei risvolti diplomatici sul famoso "genocidio degli Armeni" e la Turchia ha ritirato il proprio ambasciatore da Parigi poiché l'Assemblea Nazionale ha approvato il divieto del "negazionismo". Ora io credo che gli storici abbiano sempre a risolvere il principio di Ranke "wie es eigentlich gewesen" (come le cose erano veramente). E, dopo un secolo, è sempre complesso ristabilire la verità storica. Ma soprattutto i Paesi dovrebbero stabilire, una volta per tutte, il limite temporale per far decadere le recriminazioni, le accuse, le richieste di risarcimenti. Ricorderete che ancora poco prima della sua tragica fine, Gheddafi, ad intervalli regolari, pretendeva sempre nuovi indennizzi all'Italia per la guerra di Libia avvenuta esattamente un secolo fa. Per rendere più comprensibile questa esigenza temporale è come se l'Italia, ancora oggi, avesse rivendicazioni contro la Spagna per la dominazione spagnola durata quasi due secoli, contro l'Austria per la dominazione austriaca durante il Risorgimento, contro la Germania per la durissima occupazione iniziata dopo l'8 settembre 1943. I Paesi hanno una sola strada per uscire dal tunnel del passato: pur senza dimenticare - non sarebbe giusto farlo - guardare avanti e fare tesoro proprio da questi tristi episodi per evitarli di nuovo.

Edited by Liutprand
Link to comment
Share on other sites


Non conosco nei particolari (oltre quanto scritto da Televideo o giornali) in cosa consista questa risoluzione francese e credo tu abbia ragione sul fatto che ad un certo punto certe recriminazioni sono anacronistiche e fuori luogo. (Vedi Gheddafi)

Se però da una parte io non romperò mai le scatole ad un tedesco per quello che hanno fatto i nonni/bisnonni durantre l'occupazione dopo il 1943 dall'altra non permetterò mai che il Governo Tedesco pretenda che quei fatti non siano mai esistiti... (Come invece per anologia pretende quello turco da quanto ho capito)

Saluti

Simone

PS Che poi esistano Governi più o meni illuminati è poco ma sicuro...

http://www.francesco...tragedionna.htm

http://www.rom.diplo.de/Vertretung/rom/it/03/Bo__Projekte/Onna.html

Edited by uzifox
Link to comment
Share on other sites


I Paesi hanno una sola strada per uscire dal tunnel del passato: pur senza dimenticare - non sarebbe giusto farlo - guardare avanti e fare tesoro proprio da questi tristi episodi per evitarli di nuovo.

:good:

Link to comment
Share on other sites

Awards

In Francia negano ancora l'esistenza dei campi di concentramento per prigionieri (militari o civili???) tedeschi dopo la seconda guerra mondiale. La storia è largamente misconosciuta anche in Germania... meglio non svegliare il can che dorme (il popolo) riguardo ai nuovi amici?

Link to comment
Share on other sites


Ricorderete che ancora poco prima della sua tragica fine, Gheddafi, ad intervalli regolari, pretendeva sempre nuovi indennizzi all'Italia per la guerra di Libia avvenuta esattamente un secolo fa.

Beh, no. S.E. Graziani era Governatore della Libia nel '31 e ne abbiamo fatte di tutti i colori fino a che gli Inglesi non ci hanno trasferito in Tunisia.

Link to comment
Share on other sites


In effetti, le richieste non vertevano sulla guerra contro la Turchia, ma sulla repressione delle rivolte indipendentiste ed anche della popolazione civile.

Link to comment
Share on other sites


Visto che i Francesi hanno rispolverato il genocidio armeno, oggi i Turchi li hanno accusati del genocidio della popolazione locale durante la Guerra d'Algeria e la precedente occupazione.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.