Jump to content
IGNORED

2 Lire 1867 XXI (?)


Viribus Unitis
 Share

Recommended Posts

post-25756-0-78242300-1329680250_thumb.j

post-25756-0-02703600-1329680285_thumb.j

Vorrei chiedere un parere su questo mio pezzo; si ritiene, mancando ogni documentazione in contrario, che per il 1867 furono coniate le 2 lire solo con l'anno XXII. Esemplari come questo vengono comunemente definiti come pezzi artificiosamente abrasi della seconda I, per creare una rarità inesistente.

Io invece non ritengo si tratti di abrasione: il campo è perfettamente omogeneo, e sarebbe occorsa una perizia non comune per un lavoro del genere. Ammesso di possederla, sarebbe stato più intelligiente lavorare un pezzo 1866 XXI per mutarlo in un 1866 XX sicuramente esistente anche se rarissimo.

Ritengo più probabile invece che il punzone del secondo I non abbia trovato posto sul piano di conio, ma abbia premuto sulla stola del pontefice, e creato, in fase di battitura, una strana schiacciatura al rovescio sulla prima I di PONTIFICIO, che corrisponde esattamente alla I di XXI.

Osservando poi un comune 1867-XXII si nota come le due II non siano intere, ma la seconda è impressa per tre quarti circa, non trovando altro posto. Ritengo quindi trattarsi di un esemplare che si è tentato di coniare con due punzoni I, poi, risultando impossibile farcelo stare, si è creato un punzone particolare che è un doppio I, con la seconda asta però non completa.

Qualcuno di voi ha visto altri «fantomatici» 1867-XXI, ed ha notato qualche cosa di particolare?

Link to comment
Share on other sites


Ciao, da quel che si vede in foto la moneta ha sicuramente subito dei ritocchi nella stola (croce) e sullo zucchetto sul capo (evidenziati gli spicchi), per cui non so quanto si possa escludere che il ritocco abbia riguardato anche il numerale dell'anno.

Tra l'altro manca parte del ricciolo del fregio sotto il busto, proprio in corrispondenza della zona "incriminata".

A questo link del catalogo lamonetiano trovi immagini per confronto, compresa un'altra 2 lire 1867-XXI, anche questa in condizioni non eccelse e con campi molto porosi al diritto:

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-PIOIXDEC/9

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Preciso che l'ho acquistata nel 1995 al convegno di Modena pagandola 10.000 lire più di un'equivalente 1867-XXII e chi me l'ha venduta l'ha indicata come abrasa, quindi come curiosità e non rarità, ma continuo a non essere convinto al 100% (pur non escludendo l'abrasione). È certo che c'è «qualcosa» dove dovrebbe esserci il secondo I, ma non mi spiego l'omogeneità del campo (su una moneta ben lontana dal Fdc!) e la strana schiacciatura sulla I del rovescio, che non interessa la perlinatura, proprio in corrispondenza della seconda I del XXII sul diritto. Per questo ho avanzato l'ipotesi (ma che non convince in pieno neanche me) di un problema in sede di coniatura.

Mi inchino comunque alla autorità di RCAMIL, nei confronti della quale sono il moscerino davanti alla giraffa.

Grazie per l'attenzione.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.