Davvero particolare ed interessante questo articolo sull'attraversamento fluviale tramite scafe: al di là dell'antico ponte romano, infatti, bisognerà aspettare l'avvento dei Borbone perché si costruisse un ponte solido, fisso e moderno sul Garigliano. Intanto, posso dirvi che, nel 1656 (e ritorniamo ai tempi del viceregno), un "fabricatore" richiedeva 13 carlini e mezzo per riparazioni eseguite sull'esterno di una chiesa. Nel 1718, si poteva acquistare una casa di otto stanze per 200 ducati.