Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
niko

Verderame? Cera?

Recommended Posts

niko

Chiedo scusa per l'inesperienza.

Ho delle monete in rame e mistura sabaude, di diversi periodi. Ora, su una c'è un alone verde, su altre c'è del verde più spesso che sospetto essere verderame. Ora sono a bagno in acqua demineralizzata, contavo di lasciarle a bagno per un po' e successivamente applicare della cera microcristallina per mantenere lo stato della moneta.

Più tardi vi posterò delle foto per chiarire e mostrarvi "il verde" e per comprendere se i miei dubbi sono infondati oppure se ci ho preso.

Quindi, dopo il bagno, Come mi devo comportare col "verde"? posso stendere direttamente la Cera? Ne ho trovata una da a......t@ b.....o, cera "reinassance" (giusto per non fare pubblicità), va bene/ è adatta? Se la stendessi ora col verde sotto, fermerebbe il processo di espansione e basta oppure no?

Scusate per le domande banali...

Grazie,

N.

Edited by niko

Share this post


Link to post
Share on other sites

centurioneamico

Naturalmente con la foto è più facile darti delle risposte, almeno per capire cosa intendi per verderame poichè potrebbe trattarsi di sana patina oppure di corrosione attiva (ben più preoccupante) in ogni caso la cera microcristallina (ottimo protettivo superficiale adatto però quando la patina è stata stabilizzata) non arresta fenomeni corrosivi in atto mentre se si trattasse di patina non avresti bisogno di arrestarne l'avanzamento che comunque non ci sarebbe in assenza delle condizioni in cui si trovava la moneta prima di essere collezionata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

niko

Questa è una... Cercherò di fotografare meglio il particolare nel pomeriggio.

1000000152.JPG

Ps. Guardare a destra in particoare, quelle macchie verdi

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

centurioneamico

Quella macchiolina potrebbe in effetti essere una corrosione attiva sebbene molto circoscritta. Le mancanze di patina potrebbe indicare che la moneta ha già subito una qualche sorta di pulizia in passato. A sinistra, sulla croce, vedo tracce di incrostazioni di cuprite. Il bagno in acqua demineralizzata, anche con cambi di acqua frequenti, non elimina le incrostazioni dure e difficilmente elimina tutti i cloruri presenti sul bronzo e responsabili della corrosione verde. Ad ogni modo puoi sperare che l'incrostazione si fermi li dov'è. Può essere utile aggiungere all'acqua anche del bicarbonato (abbastanza da coprire tutta la moneta) che aiuta nell'eliminazione dei sali insoluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

niko

Quella macchiolina potrebbe in effetti essere una corrosione attiva sebbene molto circoscritta. Le mancanze di patina potrebbe indicare che la moneta ha già subito una qualche sorta di pulizia in passato. A sinistra, sulla croce, vedo tracce di incrostazioni di cuprite. Il bagno in acqua demineralizzata, anche con cambi di acqua frequenti, non elimina le incrostazioni dure e difficilmente elimina tutti i cloruri presenti sul bronzo e responsabili della corrosione verde. Ad ogni modo puoi sperare che l'incrostazione si fermi li dov'è. Può essere utile aggiungere all'acqua anche del bicarbonato (abbastanza da coprire tutta la moneta) che aiuta nell'eliminazione dei sali insoluti.

Grazie,

Ma di quale moneta parli?

A sx un 7,6 soldi di CEIV del 1800, al centro un mezzo cagliarese di CEIII del 1736 e a dx un mezzo soldi di CEII.

Grazie Centurione!

N.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

centurioneamico

Mi riferivo alla foto sopra perchè il link che hai messo non riesco ad aprirlo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

centurioneamico

Per i 7,6 soldi non mi preoccuperei più di tanto, la patina verde volendo potrebbe anche essere rimossa ma in ogni caso la moneta non è in pericolo.

La mezza cagliarese, a giudicare il colore, non sembrerebbe afflitta da corrosione attiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

niko

Per i 7,6 soldi non mi preoccuperei più di tanto, la patina verde volendo potrebbe anche essere rimossa ma in ogni caso la moneta non è in pericolo.

La mezza cagliarese, a giudicare il colore, non sembrerebbe afflitta da corrosione attiva.

Grazie... Il mezzo cagliarese ho deciso di lasciarla cosi, ma nel 7,6 le macchie sono proprio antiestetiche... Come eliminarle?

Grazie :)

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

centurioneamico

Per i 7,6 soldi non mi preoccuperei più di tanto, la patina verde volendo potrebbe anche essere rimossa ma in ogni caso la moneta non è in pericolo.

La mezza cagliarese, a giudicare il colore, non sembrerebbe afflitta da corrosione attiva.

Grazie... Il mezzo cagliarese ho deciso di lasciarla cosi, ma nel 7,6 le macchie sono proprio antiestetiche... Come eliminarle?

Grazie :)

N.

Potresti provare prima con un immersione in acqua demineralizzata e bicarbonato per circa 1 ora per poi spazzolare con uno spazzolino a setole morbide. Se l'incrostazione verde è recente e non perfettamente aderente potrebbe già bastare. in caso contrario potresti procedere con un impacco localizzato usando della normale carta igenica imbevuta in succo di limone. Sorvegliare l'impacco ogni tanto (inizialmente dopo 1 minuto e poi a salire) per vedere come si comporta l'incrostazione e provare a spazzolare di tanto in tanto. Cerca di localizzare il più possibile l'area trattata perchè l'acido citrico elimina anche eventuali patine dell'argento.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

niko

Per i 7,6 soldi non mi preoccuperei più di tanto, la patina verde volendo potrebbe anche essere rimossa ma in ogni caso la moneta non è in pericolo.

La mezza cagliarese, a giudicare il colore, non sembrerebbe afflitta da corrosione attiva.

Grazie... Il mezzo cagliarese ho deciso di lasciarla cosi, ma nel 7,6 le macchie sono proprio antiestetiche... Come eliminarle?

Grazie :)

N.

Potresti provare prima con un immersione in acqua demineralizzata e bicarbonato per circa 1 ora per poi spazzolare con uno spazzolino a setole morbide. Se l'incrostazione verde è recente e non perfettamente aderente potrebbe già bastare. in caso contrario potresti procedere con un impacco localizzato usando della normale carta igenica imbevuta in succo di limone. Sorvegliare l'impacco ogni tanto (inizialmente dopo 1 minuto e poi a salire) per vedere come si comporta l'incrostazione e provare a spazzolare di tanto in tanto. Cerca di localizzare il più possibile l'area trattata perchè l'acido citrico elimina anche eventuali patine dell'argento.

Perfetto!

Provo i due metodi e ti dirò :)

Grazie Centurione!!

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.