Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
antonio bernardo

Mi hanno sequestrato tutta la mia collezione!

Recommended Posts

cippal

Mi dispiace molto per ciò che ho letto in questo thread. Mi associo allo stupore e allo sgomento dimostrato dagli altri utenti.

Mi sorge però una domanda. Come è possibile che se c'è qualche moneta di dubbia provenienza debbano sequestrare tutto? Il mandato non riguarda solo gli oggetti incriminati? E' come se per l'acquisto di una valigia contraffatta acquistata al mercato vengono a sequestrarti a casa anche i sacchetti di plastica.

Grazie.

Saluti,

Sebastiano

Share this post


Link to post
Share on other sites

magellano83

perchè chi ti viene a sequestrare non sa distinguere da un sesterzio a una lira...semplice...per non sbagliarsi loro si portano via tutto poi chi se ne intende farà la catalogazione....così ho capito da quello che ho letto in questa e altre discussioni simili...

che rabbia!!!

anche io mi sono sempre tenuto lontano da collezionare certe monetazioni a rischio proprio per evitare certi tipi di problema....

siamo l'unico paese europeo rimasto all'età della pietra in materia numismatica (e non solo ma meglio evitare commenti), lessi tempo fa un'articolo di un ritrovamento numismatico mi sembra di epoca romana sulle rive del Tamigi...il collezionista lo hanno osannato...quà ti mandano gli avvisi di garanzia!!!!ma siamo nel paese delle banane!!!!

Edited by magellano83

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corsodinazione

Il Louvre se arricchito considerevolmente grazie alla multipli campagna di scavi organizzate in Italia,....mi sembre che il governo vole fare pagare le incongruenze ..del XIX secolo a tutti li Italiani amorosi di storia ...penso che qualche nove idée fini per venir fuori da tante chiacchiere.. per lacciare a tutti il bisigno di communicare le passione ,sentimenti, fierta ...d'appartenenza a tale o talle rugioni d'italia ....sapendo che la numismatica Italiana ed la piu ricca del mondo ...queste no po continuare cosi ....." li collectionisti no sono terroristi .".......

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Tutta la mia solidarieta' caro Antonio. Io ed altri ci siamo gia' passati. E' una cosa dolorosa che purtroppo ti segna un po' nell'animo, ti viene una rabbia e un misto di frustrazione ed impotenza. Tieni duro. Ci vorra' tempo e soldi (quelli gli avvocati li vogliono anticipati), il tuo sequestro entrera' nei numeri degli oggetti archeologici sequestrati nel 2012 e servira' a fine anno per le valutazioni delle performance. Poco importa se poi, magari tra 5 anni, quegli oggetti ti saranno restituiti perche' acquisiti legalmente e non facenti parte di nessun corpo del reato.

Nessuno ti chiedera' scusa. Mai. E questo forse fa ancora piu' rabbia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

una domanda mi sorge spontanea: in tutta questa vicenda e in altre simili, l'accusato si serve di avvocati che paga. a termine del processo, qualora venga dimostrata l'innocenza dell'accusato, i soldi spesi per la difesa, vanno imputati all'accusa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

vathek1984

Ma non si potrebbe una buona volta cogliere l'occasione per fare un pò di pubblicità negativa a questo modo di fare "borbonico"?! Per esempio, temo che manifestazioni e convegni organizzati da numismatici per numismatici avrebbero purtroppo ben poco peso specifico, ed è inutile ricordare i molteplici tentativi effettuati anche su questo forum, per chiedere la modifica della fumosa legge in materia di beni archeologici, tutti purtroppo consclusisi in un nulla di fatto............

Secondo il mio modesto parere, bisognerebbe invece seguire la strada dei Media, scrivendo alle redazioni di programmi tipo "Le Iene", "Striscia la Notizia", "Report", od ancora alle redazioni dei giornali cartacei, descrivendo accuratamente storie come quella di Antonio Bernardo e le altre che quotidianamente appaiono sul Forum e ponendo altresì l'accento, sull'incredibile spreco di uomini e mezzi che è necessario per sequestrare delle monete che poi andranno restituite al legittimo proprietario.......senza parlare dell'aggravio di lavoro per i Tribunali.......

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

donax

una domanda mi sorge spontanea: in tutta questa vicenda e in altre simili, l'accusato si serve di avvocati che paga. a termine del processo, qualora venga dimostrata l'innocenza dell'accusato, i soldi spesi per la difesa, vanno imputati all'accusa?

L'accusa è lo stato e non è previsto che si faccia carico delle parcelle dell'avvocato scelto da te, se non hai possibilità puoi ricorrere al gratuito patricinio, ma l'avvocaticchio che ti assegnano 9 su 10 ti tratta come un pezzente rompiscatole ed in tribunale si appellerà alla clemenza della corte.

Edited by donax

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

una domanda mi sorge spontanea: in tutta questa vicenda e in altre simili, l'accusato si serve di avvocati che paga. a termine del processo, qualora venga dimostrata l'innocenza dell'accusato, i soldi spesi per la difesa, vanno imputati all'accusa?

Non c'e' modo di recuperare in nessun modo questi soldi, anche dopo assoluzione completa. Chi ti accusa non e' un privato ma lo Stato e lo fa per difendere i suoi interessi e in buonafede. L'unica sarebbe dimostrare il dolo da parte del PM che oltre a non esserci anche se ci fosse sarebbe indimostrabile. Se passasse una legge sulla responsabilita' civile dei PM (tipo quella proposta poco tempo fa dal PDL) forse si potrebbe tentare qualcosa in questo senso, al momento no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

FlaviusDomitianus

Se ne vale la pena si può sempre valutare il ricorso alla Corte Europea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Se ne vale la pena si può sempre valutare il ricorso alla Corte Europea.

Solo se e' dimostrabile dolo e accanimento, ossia praticamente mai. Inutile farsi illusioni su possibili "rivincite".

Share this post


Link to post
Share on other sites

arrigome

....certo che sono fatti... che ti fanno togliere il sonno, la serenità, un sacco di tempo e la cosa non meno importante... la passione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top

Hai la mia solidarietà! Un po come collezionista di classiche ti capisco.

Siamo in una Repubblica delle Banane? Fattostà che nel 2015 ospiteremo il convegno INTERNAZIONALE di numismatica, ma perché portare avanti una cosa simile se poi non si è liberi di collezionare? Non vi sorge un dubbio spontaneo? E nel frattempo la nazione ci delude sempre di più... un collezionista è trattato come un terrorista? Ma non diciamo amenità, il terrorista sarà libero dopo qualche giorno dopo :pissed: Chi merita di essere tenuto in carcere è trattato decisamente meglio di un collezionista <_<

Poi però non vengano a dire che non c'è affluenza alle votazioni, la realtà è che in fondo sono tutti uguali, nessuno merita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

antonio bernardo

Grazie a tutti indistintamente per la solidarietà mostrata. Al momento ho riposto la mia fiducia in un legale di prim'ordine. A rispetto del segreto istruttorio non posso più comunicare pubblicamente i dettagli procedurali. Mi riservo di fornire aggiornamenti e determinazioni al termine dell'iter che ho intrapreso con determinazione. Su MP accetto ogni forma di collaborazione grazie ancora a tutti di cuore mi avete veramente commosso.

Cordiali saluti Antonio Bernardo (bernaval-2001@libero.it)

Share this post


Link to post
Share on other sites

all-odds

E' sconcertante ed allucinante e a volte viene veramente voglia di smettere leggendo a cosa può andare incontro chi ama pezzi di storia che sottrae all'incuria ed alle alle ossidazioni di un sottoscala di un museo o di una sovrintendenza dove giaceranno per decenni e spesso,senza essere catalogate (e qui si aprirebbe uno spunto che è meglio evitare)

Si pensa che possa accadere solo per monetazioni antiche,tipo romane,greche,puniche ecc ed in effetti,su queste si concentra l'attenzione delle Forze dell' Ordine ma in realtà potrebbero essere sottoposte a sequestro persino le monete di Vittorio Emanuele III,almeno fino al 1912.

La stessa cosa potrebbe accadere pure per una quadriga del '10 ma non accade,per fortuna,sennò sarebbe meglio collezionare tappi di bottiglia.

La cosa più sconcertante è che non vengono individuate losche e sotterranee transazioni ma si è scelta la comoda via di cercare gli acquisti in rete,cioè sotto la luce del sole,persino se in difetto ma almeno in buona fede.

E così succede quello che è accaduto a te e la relativa gogna a cui si è sottoposti,per non parlare delle spese a cui si deve andare incontro,per quanto si sia agito nella legalità.

Tra le centinaia di monete in vendita quotidianamente tra le monetazioni più oggetto di attenzioni,come la decimazione,si punta nel mucchio.E' capitato a te ed altri 99 sono stati ignorati,fino alla prossima impallinata.

Tutta la mia solidarietà

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alberto Varesi

I sequestri vengono effettuati in forza della presunta illiceità dei beni, non della loro culturalità; tant'é che al detentore dei beni viene contestato nientedimeno che il reato di ricettazione.

Si legge spesso, sul forum, interventi che confondono le due cose......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marcus Didius

Salve a tutti e in particolare ad Antonio Bernardo,

ho servito il mio Paese in pace e in “guerra” sul mare per ben 34 anni (anche se provengo dalle montagne della Sardegna) – sono riuscito a andare in pensione prima di tutte le manfrine perpetrate dai nostri “governanti”. Mi vergogno per quanto successo al nostro AMICO “collezionista” e soprattutto all’amore devoluto alla sua collezione, ne so qualcosa avendo avuto sacrificato mesi, anni e ancora anni e, un figlio cresciuto lontano da me perché impegnato nel mio lavoro di operatore elettronico per la sicurezza del mio Paese e anche rischiando la mia vita (sono nato povero e in una provincia di periferia) ma, nel mio piccolo ho contribuito a studiare il nostro comune passato (a bordo delle Unità Navali mi portavo i vari e preistorici testi numismatici sia italiani sia stranieri) e catalogare i pezzi che man mano ho potuto collezionare. Dopo quest’ennesima brutta storia di Antonio Bernardo – credo di non poter andare oltre e chiudere definitivamente con il collezionismo classico e studierò la numismatica solo attraverso le fotografie. Nel passato mi sono privato di tante cose pur di avere un determinato badget di spesa e potermi permettere qualche acquisto anche considerevole, ma nel 2012 (come già ricordato dal nostro AMICO) non avrò aumenti sulla pensione e rischiando un sequestro illegittimo (lo permettono queste obsolete leggi attuali e di parte - comunque in caso negativo darò battaglia affinché sia restituito il maltolto) dico ADDIO a quanto ho fatto finora (piccole collaborazioni a catalogazioni numismatiche ignorate come i barbari o sconosciute al nostro Paese ma facenti parte del nostro patrimonio storico e, ancora non pubblicate). Non mi va giù che - dopo aver pagato una fattura e l’IVA dovuta - mi vedo sequestrare il tutto perché “forse” ho scavato o usato il metal detector in zone vietate e non (senza poterlo dimostrare). Grazie, ma non mi sento più cittadino di questo Paese.

Marcus Didius

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alberto Varesi

Amaro sfogo, quello di Marcus Didius, a mio parere spinto da una immotivata paura.

"Non mi va giù che - dopo aver pagato una fattura e l’IVA dovuta - mi vedo sequestrare il tutto perché “forse” ho scavato o usato il metal detector in zone vietate e non (senza poterlo dimostrare)"

Ma se uno ha comperato regolarmente, con tanto di fattura, perché mai dovrebbe temere di essere denunciato come "scavatore" ? E perché mai non potrebbe provare il contrario, qualora ciò avvenisse ?

Ribadisco che qui ci stiamo facendo trasportare dall'emotività......

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

dabbene
Supporter

Io comunque ripeterei ,lo so che non risolve il problema per nulla,ma per il momento come misura prudenziale inviterei a non comprare e vendere dai siti e-bay e similari tipo anche subito.it,questa come misura preventiva e già più volte detta,onde minimizzare casi come questi.

Fermo restando a livello generale quanto da me detto precedentamente negl altri interventi.

A oggi posso consigliare e invitare in questo senso , è evidente che questi siti sono stracontrollati e purtroppo poi si arriva a queste situazioni drammatiche e tristi per chi le deve sopportare e che rischiano di minare la passione per la numismatica per chi è coinvolto, ma anche di tutti perchè l'impatto emotivo è forte anche su tutti noi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

quanto dice dabbene è saggio, però perchè mi dovrei privare di uno strumento online se dietro il mezzo ho un venditore italiano o straniero che sia, con partita iva, che mi fa ricevuta fiscale?

parimenti non dovrei comperare nemmeno da varesi (lo cito in quanto presente nella discussione!) a patto di non essere fisicamente presente in sala... non so, secondo me ha ragione proprio varesi nel dire che ci stiamo facendo trasportare dal sentimento... in fin dei conti tutto è partito da una inserzione di vendita in cui non si diceva nulla circa il legittimo possesso del materiale posto in vendita... probabilmente non sapremo mai se mettendo una postilla circa il legittimo possesso delle monete (corredo fiscale piuttostoché copia di cataloghi d'asta o listini di vendita) si sarebbe ugualmente arrivati dove si è arrivati.

poi, sul sequestro di tutto il resto... si è già affrontato l'argomento e si è capita la ratio che ci sta alla base.

tuttociò detto non viene meno il mio sostegno. di tutta la vicenda, mi ripeto, la cosa che più fa e farà male saranno i soldi spesi per dimostrare di essere nel giusto... soldi che nessuno a quanto ho capito ti può restituire... e la vera ingiustizia sta qui, non tanto nel sequestro preventivo che ha il solo scopo di congelare le eventuali prove del reato... è su questo che bisognerebbe porre mano!

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Quoto Dabbene. Finora erano giunte segnalazioni relative ad indagine legate ad ebay ma chiaramente non e' l'unico sito. Anzi, proprio per la minore visibilita' e l'assenza di commissioni su altri siti si possono trovare annunci ben piu' border-line, tipo utenti che fra le righe cercano di vendere dekadrammi di Siracusa...(spero per loro falsi o se autentici con pertinenti ricevute allegate). C'e' anche molta incoscenza e ancora ignoranza della normativa in molte persone purtroppo.

Mi riferisco ad annunci tipo questo.... :nea:

http://www.subito.it/hobby-collezionismo/privato-no-commerciante-siracusa-27110327.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

rorey36

Pienamente d'accordo con quanto scritto da Dabbene. La compravendita di antichità (leggi:monete) sulla baia e siti similari è costantemente monitorato. Ricordo di aver visto tempo fa un documentario sull'attività dei CC tutela patrimonio in cui alcuni militari passavano le loro giornate a navigare sul web alla ricerca di comportamenti illegittimi da parte degli utenti.

Il consiglio che posso dare è: Per qualunque acquisto di monete classiche stampate la pagina del catalogo dove la moneta è fotografata e descritta, o quanto meno salvatela. Potrete sempre stamparla dopo in caso di necessità. Questo fatelo anche in caso di acquisti da commercianti con regolare licenza che operano su eBay.

Evitate di comprare lotti di monete antiche non fotografati ed anche quelli fotografati in cui tutte le monete non sono completamente visibili e riconoscibili, e se proprio volete comprarli non mettete poi in vendita le monete doppie o che non vi interessano. Non avete la documentazione e non potete quindi provarne la provenienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ramossen

"la cosa che più fa e farà male saranno i soldi spesi per dimostrare di essere nel giusto... soldi che nessuno a quanto ho capito ti può restituire... e la vera ingiustizia sta qui, non tanto nel sequestro preventivo che ha il solo scopo di congelare le eventuali prove del reato... è su questo che bisognerebbe porre mano! "

assolutamente d'accordo e aggiungo i danni morali e il tempo speso che certo non ti restituirà nessuno, fermo restando che la Giustizia debba fare il suo corso quello che si chiede è che lo faccia in tempi rapidi e senza partire dal presupposto che l'imputato sia colpevole e/o in mala fede.

Per far ripartire questo Paese la prima cosa a cui bisognerebbe metter mano sarebbe proprio, a mio modesto parere, la riforma del Sistema Giudiziario,

In bocca al lupo e coraggio

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Specialmente perchè dice:

A parte, piccola raccolta di monete e monili greche, romane ecc. DISPONIBILE A RICHIESTA INVIO FOTO

Hai visto la seconda foto che ha pubblicato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

franco obetto

riflettevo sul fatto che gli ultimi due sequestri,citati sul forum sono stati effettuati sulla base di una tentata vendita e non su un acquisto....sara' solo un caso??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.