Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Donny88

Aiuto moneta

Recommended Posts

Donny88

Ciao a tutti volevo chiedere un aiuto per questa moneta di poco meno di 6 g........Grazie a tutti in anticipo....

2luyhr4.jpg

Edited by Donny88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Donny88

Grazie tracomilus sembra proprio lei.....Potresti darmi qualche altra info????

Share this post


Link to post
Share on other sites

tacrolimus2000

Non ho molto da aggiungere a quanto riportato nella scheda dell'asta che ho linkato.

Se può servire sottolinerei i seguenti aspetti.

La tua moneta è commentata da Crawford quale esempio di utilizzo sociale della moneta a Pestum. Siamo abituati a monete romane del periodo repubblicano marcate dal nome di un magistrato responsabile dell'emissione; sulle emissioni di Paestum il nome o le sigle che compaiono possono anche non essere quelle di un magistrato, ma di un cittadino che di sua tasca copre le spese dell'emissione come offerta in favore dei concittadini. La teoria di Crawford è infatti che tutta l'emissione di Pestum in epoca tardo repubblicana sia volta a distribuire risorse alla popolazione della città. E' in questo senso che Crawford interpreta la legenda SP DD SS ML che compare al rovescio della scena di coniazione di moneta, come Sua Pecunia Dono Dedit Senatus Sententia Milia, ossia il pretore Q. Laur. (Laurea Q.f. Polla oppure Laurentius ?) con autorizzazione del Senato (della città di Paestum) donò migliaia di monete. Il frumento presente sulla bilancia, lascia intuire a quale scopo.

Da sottolineare che per Crawford l'autorizzazione, Senatus Sententia, si riferisce al senato di Paestum non a quello di Roma.

Esistono altre interpretazioni, ad esempio SS starebbe per sesterzi, ma sembrano meno probabili.

La moneta è un semisse come ovvio per la presenza della S in esergo; Crawford riporta 13 esemplari al n. 25/1 dell'articolo The Form and Function of a Subsidiary Coinage in La monetazione di bronzo di Poseidonia-Paestum (istituto Italiano di Numismatica, 1971). Gli esemplari riportati (ad esempio McClean 1151-1152, BM 107-108, Copenhagen 1372, etc.) hanno un peso variabile da 6,30 a 3,22 g, senza un orientamento degli assi di conio preferenziale.

Il Rutter HN Italy la riporta al n. 1238 (semisse, 19 mm)

Luigi

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Donny88

Grazie Luigi davvero gentilissimo......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.