Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
lgmoris

200Lire 1990R 3 Barrette

Salve a tutti.!

Dopo una considerevole assenza da questa sezione posto oggi una moneta interessante per tutti gli amanti degli errori di conio.

Si tratta duna 200 Lire 1990 Consiglio di Stato, 3 Barrette. E' una moneta rara, considerata in una delle ultime aste in cui e' apparsa un R2.. L'esubero di materiale forma in questa moneta tre piccole barrette verticalmente allineate e spaziate nel campo dietro la testa dell'Italia. La prima e' collocata in alto dietro la testa, la seconda un po' piu' in basso sulla nuca all'altezza dell'orecchio , la terza in basso sul collo.

Non e' riportata dall'Attardi. Spero vi faccia piacere conoscerne l'esistenza.

A presto!

Lamberto

Ecco le foto:

200Lire1990ConsigliodiStato3BarretteObverse.jpg

200Lire1990ConsigliodiStato3BarretteDettaglio.jpg

200Lire1990ConsigliodiStato3BarretteReverse.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella Igmoris, sei un attento osservatore, queste curiosità sono simpatiche e ricercate, la monetazione della Repubblica ce ne regala veramente tante.

Complimenti per il tuo acquisto, Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spettacolare!!!! :D Non si finisce mai di conoscere nel mondo monetifero!! Complimentissimi e grazie per aver postato l'interessantissima moneta in questione :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da cosa ritenete possano essere state causate?

E' interessante notare che la loro posizione sembra corrispondere a quella di 3 finestre di Palazzo Spada, presente sul rovescio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e' uguale alla mia...anche se a me sembra essercene qualcuno in piu di trattino...pero' in realta' non ricordo se e' della stessa emissione...dopo controllo la data giusto per curiosita'

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Di sicuro c'è correlazione tra il disegno di palazzo Spada sul rovescio e i trattini, come dice lopez. Infatti oltre al fatto che i trattini assomigliano alle finestre sia per dimensione che per distanza tra loro, possiamo notare anche una piccola mezzaluna al disopra dell'ultimo trattino, che corrisponderebbe infatti ad uno dei festoni sotto alle finestre del terzo piano.

Secondo me si tratta di una moneta inceppata nella pressa che è stata ribattuta.

Modificato da paololita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Secondo me è hanno solo esagerato con il lubifricante per facilitare la coniatura. Ah mi sembra evidente che mentre le distanze delle finestre sembrano equidistanti quella degli esuberi risulta essere invece molto differente

Modificato da LaFenice

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me è hanno solo esagerato con il lubifricante per facilitare la coniatura

In che senso hanno esagerato con il lubrificante? Comunque le finestre di palazzo Spada non sono equidistanti, puoi misurare l'immagine a schermo. Oppure dai un'occhiata ai disegni del rilievo architettonico dell'edificio:

http://casatospada.blog.tiscali.it/2010/11/04/4-disegni-del-1860-riguardanti-larchitettura-del-palazzo-spada-di-roma/?doing_wp_cron

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me è hanno solo esagerato con il lubifricante per facilitare la coniatura

In che senso hanno esagerato con il lubrificante? Comunque le finestre di palazzo Spada non sono equidistanti, puoi misurare l'immagine a schermo. Oppure dai un'occhiata ai disegni del rilievo architettonico dell'edificio:

http://casatospada.b.../?doing_wp_cron

Non metto in dubbio che nella realtà non lo siano. i piani terra rispetto ai piani nobili erano più alti. la proporzione però è minima in scala dell'incisione (sarà un 1:1000?). Le barre sono significativamente a distanze diverse.

Dico che per me si vi era un esubero di lubrificante che si è posato sul tondello che ha generato le barre... è un ipotesi non sono un utente esperto altri sapranno sicuramente svelare il mistero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non metto in dubbio che nella realtà non lo siano. i piani terra rispetto ai piani nobili erano più alti. la proporzione però è minima in scala dell'incisione (sarà un 1:1000?). Le barre sono significativamente a distanze diverse.

Rimango della mia idea: secondo me la distanza tra le finestre e le barrette è la medesima a discapito di quanto possa sembrare; se nei prossimi giorni avrò tempo provo a fare una sovrapposizione con photoshop per vedere se combaciano. Considera che nel prospetto la distanza è uguale tra la linea di terra e il primo marcapiano, e tra quest'ultimo e il secondo. Tale misura corrisponde quindi alla distanza tra i davanzali delle due file di finestre superiori. Al piano terra però le finestre non sono a livello del suolo, ma spostate verso l'alto di circa un metro, un metro e mezzo. Prendendo buona come scala l'1:1000 che mi sembra verosimile come ordine di grandezza, questo spostamento corrisponde nel disegno a un millimetro circa, che mi sembra appunto la differenza di distanze tra le tacche.

Credo che la moneta sia stata battuta su una moneta già coniata e non correttamente espulsa, di modo che si sia generato un rovescio in incuso al posto del diritto. La moneta è stata poi ribattuta per generare il diritto corretto, ma l'incuso di palazzo Spada ha lasciato le sue tracce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LORENZO HO CONTROLLATO ANCHE LA MIA E' UGUALE"CONSIGLIO DI STATO"...SOLO CHE IN PIU RIPORTA LATERALMENTE COSTEGGIANO ALTRI TRATTINI SIMILI..ANCH'IO CREDO CHE QUESTI TRATTINI SIA LO SPAZIO RIENTRANTE DELLE FINESTRE...LA COSA CHE M'INCURIOSISCE E CHE SONO PRESENTI NELLO STESSO PUNTO IN CUI ANCHE A ME SI PRESENTANO...VISTO CHE SULLA MIA FIANCHEGGIANO DEVO VEDERE SE PUO' ESERE LO STESSO SPAZIO DISTANTE DELLE FINESTRE...ANZI DOMANI POSTO UNA FOTO E LA CONFRONTIAMO.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se a differenza di quello che mi pare di vedere dalla foto le escrescenze di metallo fossero in corrispondenza delle aperture delle finestre per me è un errore artefatto... (ossia fatto di proposito per farlo uscire dalla zecca per venderlo ai collezionisti).

Allora per capirci....

1-Frattura di conio è da escludere (sembrano precisi gli esuberi e una simile frattura penso lasci altre tracce....tipo linee di metallo che le uniscano ecc.)

2-Se si trovano in corrispondenza precisa delle finestre non può essere un caso ...

3-Naturalmente battere un tondello con un conio in incuso non genera escrescenze dall'altra faccia.

Non saprei sinceramente che pensare. Come li segnano i coni quando cessano la loro attività per renderli inutilizzabili? non è che qualcuno dopo una segnatura ha fatto fare qualche altro giretto al conio?

Dovrebbero intervenire utenti esperti per sciogliere il mistero:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

3-Naturalmente battere un tondello con un conio in incuso non genera escrescenze dall'altra faccia.

Forse non mi sono spiegato bene. Se tu prendi una moneta, con il rovescio verso l'alto, e vi posizioni sopra un tondello, che poi batti dall'alto con il punzone che hai utilizzato per la prima moneta, il tondello ti diventa: verso l'alto con il disegno del rovescio corretto, impresso dal punzone, verso il basso il disegno del rovescio in incuso impresso dalla prima moneta. E' un fatto abbastanza banale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

3-Naturalmente battere un tondello con un conio in incuso non genera escrescenze dall'altra faccia.

Forse non mi sono spiegato bene. Se tu prendi una moneta, con il rovescio verso l'alto, e vi posizioni sopra un tondello, che poi batti dall'alto con il punzone che hai utilizzato per la prima moneta, il tondello ti diventa: verso l'alto con il disegno del rovescio corretto, impresso dal punzone, verso il basso il disegno del rovescio in incuso impresso dalla prima moneta. E' un fatto abbastanza banale.

Ora ho capito ma pensi che a quel punto ci sarebbero solo le tre barrette? mi pare strano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah poi c'è da considerare anche la mezzaluna che si vede... credo che ipotizzare che il processo nella coniazione che ha generato le tre barrette ha generato anche quell'altra escrescenza.

Anche secondo voi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poeta e LaFenice,

vi attacco il cartoncino di acquisto d'asta ( in San marino) della moneta. Non vi dico il nome dell'Asta ne' il prezzo pagato perche' non e' rilevante alla discussione. E' rilevante pero' il fatto che tali monete "errori" o "difetti" che dir si voglia non solo si affaccino sul mercato regolare delle Aste, ma la loro rarita' ed importanza venga con tal processo riconosciuta.

Come tali barrette siano state generate davvero non saprei dire.. come non saprei dire perche ' la moneta di Poeta ha piu' barrette .... questo tipo di errore e'comunque considerato molto raro.

Ciao!

Lamberto

post-14305-0-98340000-1336187389_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?