Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ray-ban

10 Gulden 10 Forint 1848 Austria Ungheria

Risposte migliori

ray-ban

Salve a tutti!

Con questa discussione volevo presentarvi questa banconota che ho preso pochi giorni fa.

Tralasciando la conservazione ed il valore, volevo soffermarmi più che altro sul retro della banconota.

Come potete vedere, hanno scritto in 5 lingue diverse, le lingue parlate nel Regno, la seguente frase: Chi falsificherà o copierà questa banconota, verrà punito fino a 15 anni di prigione.

Volevo solo mostrare questa cosa, la trovo molto interessante, una testimonianza storica del periodo.

scansione0005c.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79

La comminatoria sulla cartamoneta è presente da sempre, in alcuni casi i falsificatori venivano puniti con la morte!

In questo caso, essendo l'Austra-Ungheria sufficientemente estesa ed eterogenea, tale imperativo doveva essere comprensibile alla massima parte degli abitanti, che parlavano lingue diverse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Bella banconota ! 23_30_118iv.gif

la mia a confronto è uno straccetto..

ungheria18481.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

per non parlare del rovescio........ :sorry:

post-27461-0-05724400-1339275427_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

Mi sono scervellato per capire quale fosse l'ultima lingua nella quale è scritto il retro della banconota

(dall'alto verso il basso: ungherese, tedesco, ceco o slovacco, serbo-croato)

Russo sicuramente non era (notate la " i " che non è presente nel cirillico russo), ho pensato che fosse ucraino (diverse zone attualmente ucraine facevano parte dell'impero asburgico, ad es. Lviv e Ivano Frankivsk), ma il modo in cui era scritto "dieci" sul fronte era evidentemente non-ucraino.

La traslitterazione di "ЗЕЧЕ", zece, mi sembrava molto più rumena che ucraina, e anche la parola "ЧІНЧІПРЕЗЕЧЕ", cinciprezece, "quindici", era palesemente rumena.

E' bastato inserire su Google "rumeno+cirillico" per scoprire una cosa che non sapevo assolutamente: fino alla mtà dell'800 il rumeno era scritto in cirillico, e solo dal 1860 è scritto in alfabeto latino :o

All'epoca era usata evidentemente una variante dell'alfabeto molto più simile a quella attualmente in uso in Ucraina che in Russia.

In Moldavia durante la dominazione sovietica si è tornato al passato: i russi hanno imposto che il moldavo (che è praticamente uguale al rumeno) venisse scritto in cirillico. Dopo il crollo dell'URSS si è tornato ad usare i caratteri latini. Tutt'oggi in Transdnistria usano il moldavo scritto in cirillico

post-3417-0-37419800-1339282226_thumb.gi

Modificato da apulian

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ray-ban

Grazie apulian per il tuo post, molto interessante, neanche io sapevo questa storia!

nikita_ grazie per il complimento, in effetti non è male, al confronto con la tua sicuramente è messa meglio, ma anche la tua ha il suo fascino :)

Spero a breve di recuperare un altra banconota "antica", magari precedente a questa, sempre austriaca, mi ha preso questo periodo e questa tipologia di banconote!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Num.e.fil.cal.

Banconota interessante. :good:

Il discorso di apulian non lo avevo mai sentito, ora leggendolo ho da aggiungere alla lunga lista di cose nuove imparate sulla moneta anche questa. :clapping:

Nik

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

Banconota interessante. :good:

Il discorso di apulian non lo avevo mai sentito, ora leggendolo ho da aggiungere alla lunga lista di cose nuove imparate sulla moneta anche questa. :clapping:

Nik

Non lo sapevo neanche io :pardon:

Mio fratello studia in Romania e parla il rumeno come uno del posto, ma questa storia del cirillico non l'aveva mai sentita.

Quando glie l'ho detto, ci abbiamo riso un po' su: "pensa se oltre al rumeno dovevi anche impararti il cirillico" :rofl:

L'uso del cirillico aveva una ragione storica: la lingua rumena è nata come espressione della chiesa ortodossa locale.

Gli ortodossi per i loro riti usavano e usano tutt'oggi molto più il cirillico che l'alfabeto latino e, quindi, anche la lingua rumena venne inizialmente scritta in cirillico.

A metà dell'ottocento poi venne attuata la riforma di cui parlavo nel mio post precedente.

Modificato da apulian

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Jachymov

Mi sono scervellato per capire quale fosse l'ultima lingua nella quale è scritto il retro della banconota

(dall'alto verso il basso: ungherese, tedesco, ceco o slovacco, serbo-croato)

slovacco, la terza è slovacco (un po'... stagionato)!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×