Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rick2

una delle prime monete anglo-sassoni ?

Risposte migliori

rick2

ae14

mi sembrerebbe una imitativa di una SALVS di Arcadio

provenienza UK

si legge DN ACAD...

e al rovescio la salus

i romano lasciarono la britannia nel 410AD in mano agli angli e ai sassoni

questa potrebbe essere una delle prime monete che han battuto ?

che dite ?

son curioso di sentire i vari pareri

post-8662-0-56602400-1339856514_thumb.jp

post-8662-0-36177000-1339856521_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

Al R/ in legenda vedo qualcosa tipo AAVGGG, mi sa che hanno copiato piuttosto una Vittoria, qualcosa del genere. http://wildwinds.com/coins/ric/arcadius/_siscia_RIC_039.jpg

E' dalla foto che sembra che Arcadio ha quasi una corona radiata o che?

Poi però mi resta il dubbio, Arcadio muore nel 408, ad abbandono della Britannia ancora non avvenuto. E la Britannia era all' opposto nell' Impero dove governava Arcadio, nell' oriente. Per me in Britannia ci è arrivata.

Saluti,

Ff.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ma sai che hai ragione !

e` una vittoria , quindi la moneta copiata e` del 384-387

comunque una delle particolarita` e` Arcadio e non onorio

pensavo potesse essere simile alle arabo-bizantine , con gli arabi che come prima monetazione si copiano le monete bizantine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

Le zecche più vicine che battevano VICTORIA AVGGG più vicine erano le galliche, Trier, Arelate e Lione. Sicuro che non siano state battute oltre Reno e poi se le sono portate dietro alla conquista della Britannia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

magari han copiato una victoria di arcadio battuta in zecca occidentale

qualcosa si vede in esergo , ma faccio fatica a far le foto a questa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

Sì, possibile. Leggo una scimmiettatura di CO, Arelate, o ho le traveggole?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

CT ?

magari simile a PTR

comunque potrebbe essere possibile che se le sian portate dietro , pero` e` dura portarsi dietro sacchi di monete senza valore , credo fosse stato piu` facile organizzare una zecca locale mobile

boh....

comunque e` la imitativa piu` tarda che ho in collezione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

In ogni caso una zecca gallica, probabilmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

sul fac mi han dato questi libri

"Coin Hoards from Roman Britain Volume X"

dove si parla della Bishops Cannings Hoard , trovata nel 1992 e assimilata dopo il 410 e contente 7000 monete fra cui un sacco di silique

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Non mi risulta proprio che gli anglosassoni in Britannia abbiano battuto il rame! A parte la coniazione degli "stycas" in Northumbria, ma sono di molti secoli dopo e sono propriamente parlando monete di mistura d'argento estremamente svilita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

il periodo dopo il 410 in britannia rimane ancora molto misterioso

leggevo un articolo collegato al bishops canning hoard dove si diceva che la popolazione locale dopo la dipartita dei romani cerco comunque di mantenere un circolante monetale che contenesse anche argento , e questo spiegherebbe le silique tosate.

questo ripostiglio che tra l altro mi pare che sia stato messo via dopo il 400 (non ricordo se fosse dopo il 410) vuol dire che c era ancora qualche rimasuglio di circolazione monetaria da queste parti.

detto questo come dici tu di rame monetato in britannia non se ne vede fino all 800 e come monetazione anglo sassone il catalogo parte dal 600

rimane pero` il periodo che va dal 410 al 600 in cui presumo qualcosa circolasse.

detto questo magari il titolo della discussione e` troppo drammatico , pero` hai una moneta trovata in britannia che imita un tipo monetale del 384-387 , quindi presumo che l abbian fatta qui qualche anno dopo

da quel che so gli angli e i sassoni avevan gia iniziato a stabilirsi in britannia prima della fine del dominio romano , quindi un qualche pezzo di cultura credo l avessero assimilato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

L'uso monetale in Britannia era consolidato in pratica solamente intorno a Londra e nella regione sud orientale. Mi ricordo al workshop di Roma uno studio presentato da una ricercatrice del BM su dati provenienti dal PAS (ne ho già parlato altrove) che faceva vedere come mappando i ritrovamenti monetali in base al periodo storico, si poteva vedere come per poco tempo (mi pare nel III secolo) la circolazione monetale aveva raggiunto la linea Severn-Trent, per poi recedere verso il sudest e sparire del tutto alla fine del tardo antico. A nord del Trent e a ovest del Severn, nada ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ma comunque ci son hoard trovate anche in galles

poi tieni presente che non credo che qui da me fossero la provincia principale dell impero , in piu` al di fuori dei confini erano ancora all eta` del bronzo.

quello che e` interessante comunque e` la quantita` di imitative che giravano qui , il che significa che c era una domanda insoddisfatta di circolante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Attenzione, i ripostigli sono per la tesaurizzazione, che può anche prescindere dall'uso monetale, e non per la circolazione. Per studiare la circolazione servono i ritrovamenti sporadici, che sono quelli su cui era basato lo studio (credo?). Quello che ci dice è che al momento dell'abbandono della Britannia da parte dei Romani l'uso di moneta era già in regressione e dopo diventa rapidamente marginale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ma le 2 cose son collegate , non puoi avere tesaurizzazione senza circolazione monetale e viceversa.

comunque tornando alla moneta , in che contesto storico la mettiamo ?

perche` qui hai la moneta di base del 384-387 , quindi l imitazione deve essere per forza successiva , in piu` hai il ritrovamento locale , perche` questa viene da qui e in piu` presumo che la produzione sia stata fatta da una zecca non ufficiale locale , non credo arrivassero per mare da qualche altra parte dell impero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×