Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
avgvstvs

Moneta della zecca di Edessa

Recommended Posts

avgvstvs

Anzitutto mi scuso se si e' gia' parlato di questa moneta, visto che e' passata in asta ormai un paio di annetti orsono ma solo di recente mi e' capitato di vederla.

post-3051-0-29938600-1342213807_thumb.jp post-3051-0-39209100-1342213815_thumb.jp

(tratta da http://www.deamoneta.com/auctions/view/21/881 )

Non sono esperto di monetazione crociata ma mi ha incuriosito il fatto che non vengono forniti riferimenti bibliografici ma la si attribuisce Joscelin I o II, si identifica come S. Tommaso la figura al D e la si attribuisce -seppure in dubitativo- alla zecca di Edessa.

Ho provato a fare una rapida ricerca ma non ho trovato niente a proposito, la moneta che piu' le si avvicina viene descritta da Metcalf in Coinage of the Crusades and the Latin East in the Ashmolean Museum, attribuita a Joscelin II per l'iscrizione in siriaco al rovescio (Joscelin / figlio di Joscelin / la sua speranza / in Dio) mentre il dritto riporta il busto di S. Tommaso con iscrizione greca.

Voi ne sapete qualcosa in piu'?

Share this post


Link to post
Share on other sites

orlando10

Ciao avg,

per quel che mi riguarda grazie di averla postata, perché non avevo mai fatto caso a questa moneta, che in effetti mette curiosità.

Purtroppo non me ne intendo neppure io, mi limito a linkare, se non per te, che magari conosci già la pagina in questione, ma per chi non la conoscesse, le monete riconducibili alla zecca di Edessa presenti su Zeno.it.

Non mi sembra ci sia nulla di simile alla moneta proposta da Artemide, ma vi si possono leggere alcune interessanti considerazione e avere qualche termine di paragone.

http://www.zeno.ru/showgallery.php?cat=2402&page=1

Share this post


Link to post
Share on other sites

orlando10

In effetti, come poi hai già notato e come conferma questa moneta di Antiochia, anche l'identificazione della figura con San Tommaso Apostolo è interessante.

Suoi attributi sono la lancia e la squadra che, forse, nella moneta di Artemide (ci tengo a sottolineare il forse) sono rappresentati rispettivamente a sinistra e a destra del busto (rispetto alla visione frontale) e che hanno permesso l'identificazione dello stesso con il santo in questione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Follis Anonimo

Nel testo dello Schlumberger c'è un capitolo sulla contea di Edessa ma da una rapida scorsa a quanto pare ai tempi (1878) le conoscenze sul tema erano abbastanza limitate: non mi sembra infatti di aver notato la moneta in questione.

Segnalo il link per chi non lo conoscesse:

http://archive.org/s...age/n0/mode/2up

Edited by Follis Anonimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

avgvstvs

In effetti la moneta non rientra in nessun testo che sono riuscito a trovare.

La descrizione del dritto -di una moneta diversa, pero'- che viene data sul testo che ho citato in precedenza permette l'identificazione di S. Tommaso grazie all'iscrizione O/ΛΓ/I/O a sinistra e Θ/OM/A/C a destra del busto, l'attribuzione ad Edessa viene fatta anche grazie alla presenza del Santo, le cui reliquie venivano venerate in questa citta'. Purtroppo non ci sono immagini della moneta per poterle confrontare con questo esemplare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

avgvstvs

Ho finalmente trovato un riscontro in un paio di aste CNG:

post-3051-0-75590500-1354427527_thumb.jp

(da http://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=180899 )

post-3051-0-27514600-1354427540_thumb.jp

(da http://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=198457 )

Viene identificato come follis di Teodoro Gabras, Duca di Trebisonda, con San Teodoro al D.: tra l'altro qui ben si vede lo scudo, che non credo faccia parte di nessuna iconografia di San Tommaso.

Le lettere a destra del busto dovrebbero essere Є/O/Δ anche se la "Є" sull'esemplare che apre la discussione non riesco a vederla.

Questa emissione avrebbe ispirato il follis di Tancredi di Antiochia e similmente a quest'ultima moneta, secondo lo studio di Bendall The mint of Trebizond under Alexius I and the Gabrades, la figura del Santo ricalcherebbe le sembianze di Teodoro Gabras stesso.

Nota: Teodoro Gabras e' a sua volta considerato Santo dalla Chiesa Ortodossa.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Follis Anonimo

Molto interessante! Grazie per il chiarimento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.