Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
foggiu

3 kreuzer 1833 mistura

Risposte migliori

foggiu

Salve a tutti , mi sono imbattuto in questa moneta del regno lombardo veneto, di francesco1 d'asburgo lorena (1815 1835). Quello che non capisco e per cui chiedo consulto è : perchè sul gigante appaiono solo le moneteda 3 kreuzer del 1815 e 1818 mentre qui chiaramente la data è 1833? se sapete dirmi qualcosa su tiratura ecc...grazie mille

non chiedo di valutare come è messa perchè è messa maluccio, lo so, ma ho un certo interesse per i ruderi.

post-25954-0-02391500-1343319902_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Sul Gigante o Montenegro ci sono solo quelle delle zecche Italiane e solo pochi casi della zecca di Vienna. Credo sia per un discorso "commerciale" per mettere tutte le monete del Lombardo Veneto comprese le zecche straniere ci vorrebbe un libro solo per loro. C'è anche chi afferma che solo quelle per Vienna venivano accettate nei territori Italiani,visto la vicinanza di confine. Io non ho mai visto nulla che lo confermasse ma nemmeno che lo smentisse quindi potrebbe essere vero.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

questa è un emissione per l impero austriaco , non per il regno lombardo veneto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

salve, sul Gigante dovrebbero esserci solo le monete battute in Italia, quindi per i kreuzer, Venezia e Milano. Dovresti vedere sulla moneta il segno di zecca, sotto il busto (l'altro lato).

Sul Krause non è specificata la quantità emessa del 1833, che comunque è Vienna o Praga.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foggiu

salve a tutti, sotto la testa c'è il segno A. Invece nel rovescio c'è scritto regno lombardo veneto., a differenza di quella sul gigante, appena riesco metto foto migliori

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

il segno A rappresenta la zecca di Vienna

il resto della legenda indica i vari titoli dell imperatore , come per esempio AA per Archidux Austriae Dvx Burgundiae , Illiria , lodomeria , Galicia , Bohemia e anche il lombardo veneto

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

temujin79

Ragazzi facciamo chiarezza, su molti cataloghi italiani vengono indicate come monete del lombardo veneto le monete coniate a venezia e a milano che cicolavano in realtà in tutti i territori facenti parte dell'impero d'austra. Si tratta di monete austriache a tutti gli effetti, la monetazione specifica per il lombardo veneto è quella dei comuni centesimi di rame e delle poco comuni lire austriache e scudi in argento. Siccome però nel lombardo veneto circolavano a cambio fisso anche le monete austriache, 20 kreuzer (la svanzica) erano equivalenti a una lira austriaca, si verificò di fatto una situazione in cui la maggior parte dei pezzi di grosso taglio circolanti erano di tipo austriaco, non soltanto quelli coniati a venezia e a milano. Di italiano vi erano praticamente solo i centesimi in rame con la corona ferrea.

Modificato da temujin79
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

no nei cataloghi italiani vengono indicate le monete specifiche per il lombardo veneto (quelle in italiano)

e le monete battute a milano e venezia usando come base la monetazione austriaca , quindi talleri svanziche etc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

temujin79

no nei cataloghi italiani vengono indicate le monete specifiche per il lombardo veneto (quelle in italiano)

e le monete battute a milano e venezia usando come base la monetazione austriaca , quindi talleri svanziche etc

Esattamente, ma quelle monete battute usando come base la monetazione austriaca non credo fossero limitate a circolare solo nel lombardo veneto. Pertanto sta alla scelta del singolo collezionista attribuirle al regno lombardo veneto o all'austria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foggiu

questa moneta ha sicuramente circolato a Verona dal 1833 a prima che la moneta cessasse il corso legale e ve lo posso assicurare... :blum:

quindi mi pare strano che (essendo stata verona del lombardo veneto ed essendo i 3 kreuzer del 1818 sul gigante) la moneta non appaia nel catalogo in quanto sicuramente riconosciuta nel regno lombardo veneto ...stati preunitari ecc... scusate il discorso contorto ma l'ora non concilia

Modificato da foggiu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

salve, a Verona, come nelle città del Quadrilatero a forte presenza militare austriaca, non stupisce che circolassero kreuzer. I negozianti li accettavano senza problemi. Resta il fratto che essendo battuta a Vienna, il Gigante non la considera italiana, diversamente dai kreuzer battuti a milano e Venezia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

di sicuro circolava nel regno lombardo veneto , ma è una moneta austriaca

poi si può discutere dell attribuzione dei cataloghi

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Il Gigante riporta le monete battute in Italia (quindi tutte quelle battute a Venezia e Milano per l'Impero Austriaco soddisfano questo requisito) e in più classifica anche le monete battute all'estero ma con valori e legende in italiano, monete che erano destinate alla circolazione interna nel lombardo veneto.

Il 3 Kreuzer di questa discussione, che sicuramente circolava liberamente nel Lombardo Veneto come tutte le altre monete austriache (il Lombardo Veneto era una provincia austriaca), non soddisfa alcuno di questi requisti, quindi non è classificabile come italiano, allo stesso modo per cui non possiamo classificare come moneta italiana un Euro austriaco o tedesco che ci diano di resto oggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×