Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Damien

Fractional, CSA e Obsolete Paper Money

Risposte migliori

Damien

Un saluto a tutti!

...mi sono appena iscritto e trovo il forum molto interessante.

Mi incuriosiscono le banconote dei confederati e le fractional currency ma purtroppo girando per negozi o mercatini non trovo nulla di decente.

Sono arrivato alla conclusione che praticamente qui in italia non ci sia gran mercato e soprattutto interesse.

Non mi resta che internet o andare li, voi come la pensate? le collezionate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Benvenuto Damien

Guarda su la Baia ne trovi a pacchi ma ci sono anche dei falsi quindi devi riuscire a capire tramite una foto,a volte poco visibili,se sono buone o meno.

Sono quasi tutti venditori USA,in Italia hanno poco seguito. Piacciono anche a me ma sono troppo care per il mio limitato portafoglio se le vuoi in discreto stato.

Buon proseguimento,F.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Benvenuto :)

Purtroppo, come hai già notato, si tratta di un tipo di collezione che da noi non è molto seguita, qualcosa si riesce a trovare in grandi convegni come Veronafil, ma sempre in quantità molto limitata.

Non resta che internet, non solo ebay, ma anche parecchi siti specializzati americani (ti basta digitare "Confederate notes for sale" per trovarne in quantità), il guaio è che molti non spediscono in Europa.

I falsi (o meglio le riproduzioni, stampate in massa negli anni '60 in occasione del centenario della guerra), come ti ha già detto favaldar, si sprecano, ma se compri sui siti specializzati dovresti essere abbastanza tutelato, mentre su ebay la cosa è certo più rischiosa.

Un buon sito per riconoscere i falsi, è questo

http://www.crutchwil...usCSA_RoTx.html

basato essenzialmente sui numeri di serie, anche se spesso il falso salta all'occhio.

Una delle differenze più comuni riguarda il retro delle banconote, negli originali spesso in bianco, per risparmiare inchiostro, mentre nelle riproduzioni c'è sempre un disegno di fantasia, così da rendere il biglietto più allettante.

petronius oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Grazie del benvenuto :)

Ottimo quel sito, ho controllato ed è molto completo, ne usavo un altro che però non ha tutti i numeri di quello che mi hai allegato:

http://www.rebelstatescurrency.com/reproductions.html

Diciamo che qualche banconota ce l'ho ma appunto comprata su ebay, li o in un negozio in italia che per "caso" aveva qualcosa. Per il resto in questo periodo sto girando anche in città vicine a dove abito, ma tutti mi dicono o che non c'è mercato, che non si vendono, che non le tengono..ecc..ecc.

Speravo in italia ci fosse almeno un negozio serio e con assortimento che le vendesse, anche via internet.

Il Budget comunque è ridotto mi accontento anche non di super qualità, proverò a cercare quache negozio digitando "Confederate notes for sale", poi casomai vi chiederò qualche consiglio :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

proverò a cercare quache negozio digitando "Confederate notes for sale", poi casomai vi chiederò qualche consiglio :)

Siamo qui :D

Conoscevo anche il sito che hai messo tu, ma quello di crutchwilliams dovrebbe in effetti essere il più completo, ho visto che lo consigliano anche nei forum americani.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Ho cercato in qualche negozio ma i prezzi sono per me al momento un pò altini, avrei visto questa, peccato per lo strappo in alto a sinistra, voi come la valutereste?

la VF mi pare sia a 125$.

post-31316-0-77644000-1344271927_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Quella in foto a VF (che sarebbe BB) per me non ci arriva. Altrimenti 125 dollari potrebbe essere un prezzo ragionevole, visto che si tratta del biglietto più raro tra quelli datati 6 aprile 1863 (tagli da 1 a 100 dollari).

In catalogo Krause (Confederate States Paper Money - 11th Edition - 2008) il VF sta a 200 dollari, la tua non va oltre F (MB), catalogo 100 dollari, da spenderne non più di 60-70 tutto compreso.

Tieni anche presente che se arriva dagli USA c'è il rischio che venga fermata in dogana, e ti facciano pagare diritti e IVA. Non succede sempre, ma io l'ultima volta, su un importo dichiarato di 95 dollari (70 euro) ho dovuto dare al postino ulteriori 21 euro, il 30% in più.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Grazie petronius, esaustivo e preciso....praticamente sei un'enciclopedia vivente :lol:

adesso vedo che fare.

il libro che citi è questo?

http://www.ibs.it/li...0896897069.html

non so se si possono mettere link eventualmente toglilo pure...diciamo che lo metto perchè l'ho ordinato qui ed è un pò che l'aspetto. Se si trovasse una soluzione migliore disdico subito l'ordine. Qui è comodo perchè le spese di spedizione sono incluse e non ho rischio dogana.

Modificato da Damien

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Il libro è quello.

E' un buon testo, e 20 euro è un buon prezzo, io l'ho preso lo scorso anno da amazon a 25-26 dollari, quindi siamo lì.

A dicembre uscirà la nuova edizione, la dodicesima, ma non credo lo comprerò. A meno che le recensioni che riceverà su amazon non parlino di notevoli differenze e miglioramenti, le banconote quelle sono, e i prezzi, come per tutti i cataloghi, sono da prendere più che altro come indicativi.

Comunque un buon acquisto che, soprattutto, va nella giusta direzione...comprare il libro prima che la moneta :good:

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

Tieni anche presente che se arriva dagli USA c'è il rischio che venga fermata in dogana, e ti facciano pagare diritti e IVA. Non succede sempre, ma io l'ultima volta, su un importo dichiarato di 95 dollari (70 euro) ho dovuto dare al postino ulteriori 21 euro, il 30% in più.

petronius :)

A me hanno anche fermato una lettera spedita con posta aerea semplice... di solito fermavano solo le raccomandate :wacko:

Il mittente aveva avuto la "furba" idea di inserire una banconota da 5$ in una busta imbottita formato A4, con dichiarazione doganale da 40$... le Poste ci sono andate a nozze e mi hanno fatto pagare 18 euro tra 21% di Iva, diritti di ispezione e spese di spedizione :cray:

La cosa strana è che per le lettere spedite con la posta aerea normale, dagli USA, la dichiarazione doganale non è obbligatoria! Quindi c'è chi la mette e chi no! :pardon:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Io su 11 euro dimostrati ne ho dovuti sborsare altre 11. Ma spesso non le prendo cosi devono rimandarle indietro,fortunatamente certi posti le spese postali sono quasi nulle in confronto alle nostre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

in effetti sto aspettando una banconota che sarebbe dovuta arrivare da qualche giorno, speriamo sia solo perchè è agosto con le poste a personale ridotto causa ferie.

Per la dogana ero rimasto ad un vecchio chiarimento dell'AdE, sotto i 22 euro non c'è niente da pagare. Da 22,01 a 45 dipende, sopra i 45 si.

Vi farò sapere se mi fanno pagare anche per importi piccoli <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Se vuoi domani ti faccio lo scanner della spesa di 11 euro (spese spedizione dogana e un'altra cosa) su 11 euro dichiarati! 10 giorni fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Ma ci credo, ci mancherebbe , è che mi sono sempre basato su quella regola ed invece la tua esperienza va a sommarsi a casi analoghi.....a qualcuno sono pure arrivati da pagare 5,5 e basta, senza neanche il dazio e l'iva.

Io intanto incrocio le dita.

Tornando alle fractional currency non riesco a capire quali quotazioni sono affidabili. Tra paper money of the united states (friedberg) e world paper money (Krause) c'è una differenza a volte notevole, nel secondo sono più basse. Ad esempio per VF, 50 vs 40 per i 3 cent o 30 vs 25 per i 10 cent fourth, più o meno WPM è sempre un pò più basso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Sicuramente dipendera dall'impiegato e dai controlli incrociati ed anche dal tipo di spedizione. Qui in Italia ora non c'è più nulla di scontato,quello che la mattina vale per me la sera per te non vale più e viceversa!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Ecco la banconota di cui parlavo nell'altro thread, per il momento ho solo questa a parte le csa e le fractional...è della canal bank di new orleans da 5 dollari.

post-31316-0-92930900-1345038805_thumb.j

Modificato da Damien

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

e il retro :)

Volendo se si può modificare il titolo del thread aggiungendo "Obsolete" cosi da fare una discussione unica, ad esempio:

Fractional, Csa e Obsolete

post-31316-0-35632800-1345038921_thumb.j

Modificato da Damien

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Titolo modificato.

Della Canal Bank ho un biglietto da 20 dollari, che allego.

Come il tuo, è un remainder, ovvero una banconota autentica in tutto e per tutto, ma non emessa. Mancano infatti di numero progressivo, data e firme, che venivano apposte manualmente quando i biglietti venivano messi in circolazione.

Alla fine della Guerra Civile, quando i biglietti delle banche private andarono fuori corso (in realtà, un vero e proprio corso legale non lo avevano mai avuto) i forzieri di moltissime banche avevano quintali di biglietti stampati, ancora da tagliare (in genere, in fogli da 4 esemplari), senza data nè firme.

Rimasero lì, dimenticati, per qualche decennio, fino a quando, tra gli anni '20 e '30 del secolo scorso, la riscoperta da parte dei collezionisti portò molti commercianti, ma anche semplici collezionisti, a richiederli alle banche, che furono ben felici di disfarsene, guadagnandoci pure qualcosa.

Oggi sono largamente collezionati, anche perchè più facili da trovare (anche fogli interi) e meno costosi dei corrispondenti biglietti circolati (per non dire che di alcune banche si conoscono solo remainders, o pochissimi esemplari circolati dal costo proibitivo), e naturalmente sono tutti FDS...anche l'occhio vuole la sua parte ;)

petronius :)

post-206-0-79254600-1345052171_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Bellissima petronius oo)

ne ho cercate alcune ma i prezzi sono molto variabili, poi immagino che chi abita nel maine sia disposto a pagare sicuramente più di me per una banconota del suo paese.

Faccio anche fatica a dargli un prezzo, ho trovato un paio di siti che ne hanno e li uso come riferimento anche se una cosa è il prezzo di vendita, un'altra la possibile quotazione.

EDITATO DA MODERATORE

..per il libro "obsolete paper money" se si trova è solo a prezzi abbastanza alti, non meno di 60 euro <_<

Per il momento mi accontenterei delle quotazioni. :)

Modificato da petronius arbiter
Edit siti di vendita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Mi spiace ma ho dovuto editare il tuo messaggio precedente, hai segnalato due siti di vendita, cosa che per le monete non è permessa dal regolamento (mentre si lascia correre per i libri).

E venendo ai libri, per quello sulle banconote obsolete non posso che darti ragione...in soli tre giorni, da quando te l'ho segnalato nella discussione sui cataloghi, è passato da 53 a 60 dollari <_<

Io l'ho comprato nel maggio del 2011, e l'ho pagato 39 euro, spese comprese, ma oltre a costare meno di suo, c'è da dire che il cambio euro/dollaro era molto più favorevole per noi di quanto non lo sia adesso.

Comunque in quel libro NON trovi nessuna quotazione, solo, nell'ultimo capitolo, dedicato a un riepilogo delle banche stato per stato, una generica indicazione di rarità per i biglietti di questa o quella banca.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

ok, scusa per i siti di vendita. :blush: Sono i primi due che ho trovato online forniti di quel genere di banconote.

Quindi per le quotazioni come conviene fare secondo te? mi baso sulle aste scadute di ebay? o c'è qualche altro listino "attendibile"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

Grazie ottimo catalogo, l'ho salvato nei preferiti :)

Ho notato che alcune banconote, in particolare alcune fractional, hanno dei forellini ("pin holes"). Volevo chiedervi, qual'è l'origine?

Ho letto che potrebbero essere causati dalle persone che tenevano le banconote pinzate in tasca oppure creati direttamente in banca, ma non c'ho capito molto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Ho notato che alcune banconote, in particolare alcune fractional, hanno dei forellini ("pin holes"). Volevo chiedervi, qual'è l'origine?

Pinholes, letteralmente fori di spillo.

C'era in passato l'abitudine di pinzare i biglietti, o di farne mazzetti infilzati su uno spillo. Quest'ultima cosa la facevano soprattutto i francesi, le cui banconote, stampate su carta sottilissima, ben si prestavano alla bisogna. In particolare, quelle degli anni '30-'40, è difficile trovarle senza fori.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Damien

interessante petronius grazie :) , avevo trovato anche l'indicazione che le banconote inglesi avevano un forellino dovuto allo spillo che, trattenedo le mazzette, aiutava gli impiegati di Banca nel conteggio.

Solo non riuscivo a capire esattamente come potessero contarli, cioè come funzionava, in effetti tenerli con lo spillo in tasca per non perderli poteva essere comodo e utile all'occorrenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×