Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Rex Neap

Filippo IV di Spagna

32 risposte in questa discussione

E di questo.........appena acquisito che mi dite ?

post-21354-0-30448000-1344200550_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovescio >

post-21354-0-03342200-1344200595_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per il tipo di moneta non male anche la conservazione.

Spesso queste "varianti" sfuggono ad un fugace sguardo......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per il tipo di moneta non male anche la conservazione.

Spesso queste "varianti" sfuggono ad un fugace sguardo......

Si ma qui la C retrograda è talmente ben visibile....!!

Favaldar solo 15 euro...sono queste le monete che mi danno soddisfazione, per il costo e per la particolarità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Peter1,l'ho sempre detto, acquistare monete da 100.000 euro sono buoni tutti,basta avere i soldi ma acquistare "il Pezzo" dopo che molti lo avevano scartato non è da tutti!

Sai cosa mi "rode" più di tutto nella Numismatica,non è non poter comprare monete FDC o in oro o rarissime (un pò anche questo) ma non potermi permettermi tutti i libri che vorrei........

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma ogni giorno ne trovi una... :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questi sono tondelli che parlano, esprimo, chiedono.............................

Si differenziano per il loro stato conservativo, vennero plasmati dal popolo, che impresse il tempo.

La lettura sta nell'interpretazione, i messaggi possono esseri subliminali, e la ricerca della "verità" fa il resto..

Eros

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma ogni giorno ne trovi una... :rolleyes:

Oramai ho aperto la caccia Eros....e devo dirti che la ricerca mi diverte anche ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Lo spirito deve essere questo, la differenza fra i tondelli che rilasciano imaggini dirette, e il vicereame che costringe l'occhio nell'assidua ricerca interpretativa, dando sfogo alla fantasia e regalando ilarità.

Modificato da eracle62
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di quest'altro che mi dite....lo sò è messo maluccio .....ma per il mio studio (le Sigle) và più che bene, sono quelle che mi interessano e questo ha pure una Bella N grande del coniatore. ;)

post-21354-0-97960400-1344275110_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovescio

post-21354-0-27228100-1344275148_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E di questo.........appena acquisito che mi dite ?

Ciao Pietro, questa variante con C speculare è citata nel CNI, in caso contrario sappi che hai fatto una bella scoperta! N'do cavolo le trovi!?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E di questo.........appena acquisito che mi dite ?

Ciao Pietro, questa variante con C speculare è citata nel CNI, in caso contrario sappi che hai fatto una bella scoperta! N'do cavolo le trovi!?

Bravo Francesco.........avevo già controllato un attimo dop averla comprata comprata, altrimenti avrei scritto diversamente....questa volta niente scoperta > Corpus 408 (unico esemplare riportato), comunque sia.....abbastanza raruccia.

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti. Anziché aprire una nuova discussione, volevo mostrarvi questo 9 cavalli di recente acquisto inserendomi in questa già aperta. La moneta, purtroppo, è tosata. Il peso è di 6,9 gr ed il diametro oscilla tra i 23 e i 26 mm. Gradirei un vostro parere sulla lettera G che sta, al dritto, sotto la spalla del sovrano: ho verificato sul Corpus e su Bovi ("Le monete napoletane di Filippo IV (1621-25 e di Enrico di Lorena (1648)") ed entrambi non riportano la variante con lettera G per l'anno 1626 (è invece riportata per l'anno 1629). Ho anche pensato potesse essere la G di "D.G.", però sarebbe capovolta e troppo lontana dal resto della legenda. A quanto pare, pane per i denti di Pietro... :)

Dritto

post-28009-0-34986100-1347993537_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovescio. (Lettere ribattute sotto la I e la C di CATHOLICE)

post-28009-0-65723000-1347993735_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Carissimo amico mio, ad oggi non tutto è censito........e quello che hai postato è sicuramente una lettera mancante del coniatore di turno da inserire un giorno in una futura nuova pubblicazione, aggiornandolo della presenza del tuo esemplare e cioè la lettera G (che non fa parte della legenda)............quindi hai dato una sbirciatina anche al Corpus ? e cosa hai notato ? ti sei accorto che i primissimi esemplari del 1626 catalogati presentanto le lettere in esergo e non davanti al busto del sovrano, come la B, la D, la E e la F e guarda caso manca la G, chissà dove saranno la A e la C, forse un giorno salteranno anch'esse fuori..........e vero la G è catalogata nel 1629 ma come ben hai notato la sigla è posta davanti al busto come lo sono peraltro tutte le altre lettere del 1626 a partire dalla L

Galenus una domanda.......lo hai adocchiato prima dell'asta o lo hai studiato dopo averlo preso ?

Un saluto Pietro

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esatto, questo era l'altro aspetto che mi aveva colpito: dal 1627 in poi, la lettera è sotto il busto o, come dice Bovi, "a dritto avanti" (appunto per il 1629)... In realtà, questa è la prima vicereale che prendo (la mia passione è nata e cresciuta con le borboniche): "qualcuno" mi ha contagiato ;) ... L'ho presa perché mi avevano colpito le lettere ribattute al rovescio ed il prezzo era accettabile. Poi, stasera, ho deciso di mettermici su con calma e catalogarla: allora ho visto che questa G non si trovava nei testi di riferimento, né per posizione né per anno. Comunque la tengo da parte... Che ne pensi delle ribattiture?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti. Anziché aprire una nuova discussione, volevo mostrarvi questo 9 cavalli di recente acquisto inserendomi in questa già aperta. La moneta, purtroppo, è tosata. Il peso è di 6,9 gr ed il diametro oscilla tra i 23 e i 26 mm. Gradirei un vostro parere sulla lettera G che sta, al dritto, sotto la spalla del sovrano: ho verificato sul Corpus e su Bovi ("Le monete napoletane di Filippo IV (1621-25 e di Enrico di Lorena (1648)") ed entrambi non riportano la variante con lettera G per l'anno 1626 (è invece riportata per l'anno 1629). Ho anche pensato potesse essere la G di "D.G.", però sarebbe capovolta e troppo lontana dal resto della legenda. A quanto pare, pane per i denti di Pietro... :)

Dritto

Il ritratto è praticamente nitido e perfetto. Un 9 cavalli in conservazione ottimale. :clapping:

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le ribattiture ? .... tutto normale Galenus, durante il periodo Vicereale erano molto frequenti, non tanto però per il periodo ma per il metodo di coniazione; le ribattiture o meglio dire sovrabbattiture erano causate o per un riutilizzo di un vecchio e deteriorato tondello (ma non è questo il caso) o per una sovrabbattitura involontaria dell'operatore, dovuta (nella monetazione a martello) ad un leggero spostamento della moneta.

Io sarei molto più felice per la sigla ....Galenus, bella nitida e non censita.

Pietro

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vedrai, sarà difficile annoiarsi col vicereame, complimenti per il tondello uno dei mie preferiti.

Eros

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Verissimo, è guardando voi che "vi divertivate" che ho deciso di iniziare anche il Viceregno: e, devo dire, come inizio non c'è male (essendoci uscita una sigla non ancora censita); in più, nel complesso, è una bella moneta.

Osservandola con più calma, si vede che, sotto la "I" e la "C" di CATHOLICE, ci sono, rispettivamente, una "C" ed una "E", mentre sotto le altre lettere non c'è nulla: sembrerebbe quasi che avessero inizialmente inciso CATHOLCE e che, poi, accortisi dell'errore abbiano rimediato aggiungendo la "I"; interessante; non ci si annoia per nulla... :)

Grazie a tutti per i pareri!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto Galenus nel periodo vicereale, con il passare del tempo ti accorgerai che è un mondo completamente diverso, già hai potuto notare che particolarità che possono essere di solito l'eccezione qui sono la regola. Come dico io ogni moneta del viceregno è un unicum. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti. Ho riaperto il lavoro del Bovi "Un processo per falsificazione di monete nella Zecca di Napoli (1637)", in cui il coniatore Burghetto viene accusato di aver battuto monete con conii di valore nominale maggiore rispetto all'intrinseco del tondello. Tra i testimoni, perlopiù lavoratori e "dirigenti" della Zecca, viene interrogato un suo collega coniatore, tale Antonio De Rosa, il quale afferma: "...di ditti cugni vi fa [il mastro di conio] uno segnale diverso l'uno dal altro come sono dove una rosa , dove una frondella, dove una lettera et dove una cosa et dove un'altra." "...Et dettoli nel cugno di esso teste che segnale vi è dice che vi è una littera .G. "

Siamo a soli dieci anni dalla coniazione della moneta che ho postato... Chissà se l'ignoto coniatore della (finora) ignota lettera G sarà stato questo De Rosa... In mancanza di certezze lo si può comunque immaginare. No, non ci sia annoia davvero per nulla nel Vicereame!

Grazie Layer per il benvenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottima ricerca...Galenus, mi compiaccio !!

Devi sapere però che per l'assegnazione di numeri, segni, simboli, figure e in questo caso lettere, non veniva adottato alcun criterio, ogni volta il Maestro di conio consegnava al coniatore la quantità di tondelli da battere ed il corrispettivo conio con un determinato segno o lettera a "caso" che poi veniva annotato nel registro di Zecca (di cui però e purtroppo non si hanno notizie).

Se questi segni identificativi venivano consegnati agli operai (ricordo non specializzati ed ecco perchè la quasi totalità delle monete di questo periodo presentano più o meno tracce di sovrabbattitura ed imperfezioni) reclutati anche giornalmente, non me la sento di attribuire con certezza a 11 anni di distanza tutte le sigle G al nominativo che hai indicato, nel 37 forse (dai dati da te riportati) ma nel 26 non ci metterei la mano sul fuoco; le sigle venivano cambiate frequentemente se non giornalmente.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?