Jump to content
IGNORED

E tu cosa sei? (Augusto)


ggpp The Top
 Share

Recommended Posts

Salve. Vi mostro questa moneta, strana, di Augusto.

Pesa 6,6-7g

Vista la presenza del titolo Augusto la daterei nel periodo dell'impero.

Al D/ CAESAR AVGUSTUS volto di Augusto

R/ Q TERENTIO CVLLEONE PROCOS LILUB (e che mi rappresenta?) volto di apollo (?)

Pareri? Una mano con l'identificazione mi farebbe comodo!

post-21547-0-79860900-1348589430_thumb.jpost-21547-0-27701700-1348589429_thumb.j

Link to comment
Share on other sites


RPC I 657; Calciati I pg. 264, 16

Qualche informazione sulla rarità?

L'aria ce l'ha ma non viene da una ciotola, ma rimane sempre una botta di :moon: a quanto pare!

Link to comment
Share on other sites


io questa non l ho mai vista

cmq su acsearch ne son saltate fuori 6 o 7

su wildwinds manca la foto (anzi mandagliela che te la pubblicano)

inoltre provinciali siciliane non son proprio comuni

per me e` raretta come moneta , cmq aspetta qualcuno che ne capisce piu` di me di provinciali

Link to comment
Share on other sites


Per quanto riguarda la rarità confermo: è rara. Adesso non ho testi a portata di mano, comunque lo trovi scritto qui: http://issuu.com/cng...s/docs/cng_xxii (devi cercare nel testo "Culleone" e ti rimanda al lotto che interessa). Ci sono immagine e descrizione in cui viene definita "Rare".

La tua è messa meglio di questa presentata nel catalogo indicato sopra.

Ottima scelta, complimenti. :good:

Edited by Caio Ottavio
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Si parla del proconsole Terenzio Culleone, ma cos'era un proconsole?

La carica è stata creata quattro secoli prima della venuta di cristo, se vi era una guerra che impegnava due o più comandanti i consoli dell'anno precedente rimanevano al potere.

Durante la guerra con Annibale ottennero questa carica anche cittadini che non furono mai consoli. La carica fu assunta anche da Scipione (l'Africano) nel 211a.C. prima ancora di aver essere diventato Console tramite il Cursus Onorum.

Dal primo secolo avanti cristo gli ex-consoli la carica di governatori delle provincie come fossero consoli.

Sotto l'impero di Augusto questa nomina venne data ai governatori (estratti a sorte) delle provincie, ovviamente quelle pacificate, come pretesto da parte di Augusto di prendersi tutto il potere militare. L'unico proconsole con una legione era quello dell'Africa, legione sottratta sotto Caligola.

Il mandato, come nel periodo repubblicano, era annuale.

Le provincie date ai proconsoli erano quelle dette senatorie, si trattava di provincie lontane dai confini e, come suddetto, oramai pacifiche.

Nel 14 d.C. erano dieci: Acaia, Africa, Asia, Bitinia e Ponto, Cipro, Creta e Cirene, Gallia Narbonense, Hispania Baetica, Licia e Panfilia, Macedonia, Sicilia.

Link to comment
Share on other sites


Non riesco a trovarla... se mi mandi il link di wildwinds la mando :)

C'è su Wildwinds, l'ho trovata oggi: http://wildwinds.com...ilybaion/t.html

E' l'ultima di questo elenco.

C'è anche qui, sempre Wildwinds: http://wildwinds.com...augustus/i.html

La trovi sotto la voce "Lilybaeum" come RPC 657.

Se può interessare, tra i cenni storici, viene notato che l'antica città siciliana di Lilybaeum, oggi Marsala, ottenne i diritti municipali proprio grazie ad Augusto.

Edited by Caio Ottavio
Link to comment
Share on other sites


Hmm... la variabilità di peso e diametro era normale? la mia pesa 6,6 grammi ed è più piccola di 4mm, ma ho visto un'esemplare da 11g ed un'altro da 8g ma di 24mm di diametro...

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Questi bronzi provinciali (piu' di quelli delle normali emissioni imperiali) sono di peso molto variabile. Quelli siciliani (ne ho avuto uno di Agrigento, diversi anni fa) sono di solito di qualita' molto bassa, mentre il tuo mi sembra accettabile. Complimenti, bella e rara moneta!

Link to comment
Share on other sites


bella moneta,ne sono inventariate 23 nel RPC, Non so se definirla rara, per quello che vale questa definizione, sicuramente una moneta decisamente ben conservata e superiore alla media.

Link to comment
Share on other sites


Confermo che è un asse provinciale, emesso da Augusto a Lilybaion (o Lilybaeum, attuale Marsala), Calciati, vol. I, p. 264, n, 16.

Su questo esiste una lista, con identificazione dei conii, fatta da Rodolfo Martini:

Monetazione provinciale romana I, Sicilia. Le emissioni tardo-repubblicane di Atratinus e le serie con ritratto di Octavianus Augustus e di Tiberius (36 a.C.-37 d.C.) / Rodolfo Martini / Milano : Edizioni Ennerre S.r.l , 1991.

Purtroppo non ho sotto mano il volume, essendo da poco arrivato a Vicenza per il convegno di domani.

Non è una moneta di grande rarità, ma nemmeno comune ed è difficile trovare un esemplare con legende bene visibili e complete. Quindi il pezzo postato all'inizio è interessante. Complimenti!

Link to comment
Share on other sites


sarebbe interessante veder lo studio dei conii per capire la tiratura

cmq di sicuro non e` una provinciale comune come quelle della tracia o dell anatolia

finisco dicendo che il nome Marsala viene dal periodo di dominazione araba e originariamente era Mars Allah e significava porto di Allah

Link to comment
Share on other sites


bella moneta,ne sono inventariate 23 nel RPC, Non so se definirla rara, per quello che vale questa definizione, sicuramente una moneta decisamente ben conservata e superiore alla media.

Su questo esiste una lista, con identificazione dei conii, fatta da Rodolfo Martini:

Monetazione provinciale romana I, Sicilia. Le emissioni tardo-repubblicane di Atratinus e le serie con ritratto di Octavianus Augustus e di Tiberius (36 a.C.-37 d.C.) / Rodolfo Martini / Milano : Edizioni Ennerre S.r.l , 1991.

Purtroppo non ho sotto mano il volume, essendo da poco arrivato a Vicenza per il convegno di domani.

Mi potete fare il favore di controllare una possibile datazione? Mi pare si dia in generale quella del periodo di Augusto (27a.C.-14d.C.) [confermato già da Caio Ottavio]

Link to comment
Share on other sites


Sono tornato a casa e mantengo la promessa di consultare il volume del Martini (Monetazione provinciale romana. I. Sicilia, Milano 1991), a pagine 91-93 e tavole XX-XXII.

Si tratta di un asse coniato a Lilybaeum nel periodo 2 a.C. - 7 d.C., in occasione del passaggio della città dal rango di civitas stipendiaria a quello di municipium, con ritratto augusteo, a cura del proconsole Q. Terentius Culleo.

Non abbiamo notizie storiche di questo proconsole: probabilmente era un discendente dell'omonimo Q. Terentius Culleus che fu pretore nel 187 a.C..

Interessante è la formula epigrafica utilizzata nell'emissione: l'ablativo assoluto per il nome del magistrato (TERENTIO CVLLEONE) dovrebbe indicare il permesso di coniare concesso da questo magistrato ai cittadini (LILYBaetanorum) sulle monete, in forza del suo imperium proconsolare.

Il Martini elenca complessivamente 26 esemplari illustrati su 30 noti (nel 1991) per un totale di 9 conii del diritto e 10 conii del rovescio. I pesi vanno da 5,05 a 11,35 grammi, con una media di 9,57 grammi.

Quindi, come già accennato in mio precedente post, non è una moneta molto rara, ma nemmeno comune.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.