Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vickydog

Sesterzi e considerazioni di neocollezionista

Risposte migliori

vickydog
Supporter

Ave,

Mi sono arrivati oggi dei sesterzi acquistati nella ultima asta Kunker. Innanzitutto e' la prima volta che tocco un sesterzio. Condivido con voi delle considerazioni poco tecniche e molto da primo impatto... Ragazzi sono enormi! Ma per andare a fare la spesa ci voleva uno zaino? (dato che ho letto che con un sesterzio si potevano acquistare 2 chili di grano, un litro di vino comune, due chili di pane. Quindi un sesterzio poteva valere all'incirca tre €, almeno nel I secolo, in seguito anche meno per l'inflazione).

Uno di A. Pio e'; spesso 5 mm! Ma cmq nemmeno quello più';; sottile di Traiano (3 mm) sta negli oblo' da 30 mm che avevo comprato per loro, semplicemente il coperchio non riesce a chiudersi :)

E' sempre un'emozione comunque, anche se il capolavoro incisorio inimmaginabile l'ho scoperto con i denari, forse perche' i denari erano piu' curati in quanto di maggior valore. O forse anche perche' l'oricalco e' maggiormente deperibile. O semplicemente perche' li ho potuti prendere in ottima conservazione, mentre per i sesterzi avrei speso un capitale e sono BB.

Modificato da vickydog
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

potevi comprare anche un litro di olio o la prestazione di una prostituta (neanche di bassa lega , per quello c erano le quadrantarie)

cmq un denario aveva il potere di acquisto di circa 30 euro piu` o meno quindi un sesterzio valeva circa 7.5 euro

poi e` molto dura fare confronti con un economia di 2000 anni fa quando non ci sono gli stessi generi di confronto come per esempio gli iphone o le lampade ad olio.

come vedi alcuni beni son rimasti stabili come l olio , altri son scesi grazie all aumento della produttivita` come il grano e altri invece purtroppo sono saliti di prezzo (come le prostitute).

i sesterzi son stati emessi in grandi quantita nel II secolo e in particolare sotto antonino pio e marco aurelio (e quindi faustina) mentre son piuttosto rari e ricercati quelli del I secolo.

nel III secolo gia a partire da settimio severo c e` una diminuzione nell emissione di sesterzi e bronzi (quindi occhio perche` se ne peschi uno di eliogabalo fai bingo) che viene poi ripresa in massa da severo alessandro nel 222 per poi finire con filippo nel 249

approfondisci anche il discorso legato a quello che e` successo ai sesterzi nel periodo dell inflazione sotto gallieno

personalemente son molto affascinato anch io da queste monete anche se dato i loro costi non disdegno neanche assi e dupondi

Modificato da rick2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

potevi comprare anche un litro di olio o la prestazione di una prostituta (neanche di bassa lega , per quello c erano le quadrantarie)

cmq un denario aveva il potere di acquisto di circa 30 euro piu` o meno quindi un sesterzio valeva circa 7.5 euro

poi e` molto dura fare confronti con un economia di 2000 anni fa quando non ci sono gli stessi generi di confronto come per esempio gli iphone o le lampade ad olio.

come vedi alcuni beni son rimasti stabili come l olio , altri son scesi grazie all aumento della produttivita` come il grano e altri invece purtroppo sono saliti di prezzo (come le prostitute).

i sesterzi son stati emessi in grandi quantita nel II secolo e in particolare sotto antonino pio e marco aurelio (e quindi faustina) mentre son piuttosto rari e ricercati quelli del I secolo.

nel III secolo gia a partire da settimio severo c e` una diminuzione nell emissione di sesterzi e bronzi (quindi occhio perche` se ne peschi uno di eliogabalo fai bingo) che viene poi ripresa in massa da severo alessandro nel 222 per poi finire con filippo nel 249

approfondisci anche il discorso legato a quello che e` successo ai sesterzi nel periodo dell inflazione sotto gallieno

personalemente son molto affascinato anch io da queste monete anche se dato i loro costi non disdegno neanche assi e dupondi

concordo con rick....

si', l'emozione di far girare un sesterzio tra le dita e' cosa divina...

io lo faccio con uno di Avgvstvs.

ciao Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia

Non li incapsulare... Non è giusto conservarli così! Mettili in vassoi con scomparti velluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cometronio

Concordo con legioprimigenia, il modo migliore per conservarli è nei vassoietti di velluto. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

Ave,

Mi sono arrivati oggi dei sesterzi acquistati nella ultima asta Kunker. Innanzitutto e' la prima volta che tocco un sesterzio. Condivido con voi delle considerazioni poco tecniche e molto da primo impatto... Ragazzi sono enormi! Ma per andare a fare la spesa ci voleva uno zaino? (dato che ho letto che con un sesterzio si potevano acquistare 2 chili di grano, un litro di vino comune, due chili di pane. Quindi un sesterzio poteva valere all'incirca tre €, almeno nel I secolo, in seguito anche meno per l'inflazione).

Uno di A. Pio e'; spesso 5 mm! Ma cmq nemmeno quello più';; sottile di Traiano (3 mm) sta negli oblo' da 30 mm che avevo comprato per loro, semplicemente il coperchio non riesce a chiudersi :)

E' sempre un'emozione comunque, anche se il capolavoro incisorio inimmaginabile l'ho scoperto con i denari, forse perche' i denari erano piu' curati in quanto di maggior valore. O forse anche perche' l'oricalco e' maggiormente deperibile. O semplicemente perche' li ho potuti prendere in ottima conservazione, mentre per i sesterzi avrei speso un capitale e sono BB.

Probabilmente, come tu stesso ammetti, il tuo giudizio è condizionato dalla conservazione non troppo alta dei tuoi sesterzi: a parità di conservazione non ci sarebbero confronti fra i due nominali (vincono 10 a 1 i sesterzi, purtroppo... dico purtroppo perche in alta conservazione costano un botto)

guarda questi due...

Modificato da BiondoFlavio82
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82
Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

Lascerò respirare i sesterzi come suggerito :). Se è più giusto, come avete scoperto voi lo sarà anche per me...

I denari invece secondo voi posso incapsularli , a voi fa più piacere maneggiare i sesterzi, pur avendo in collezione denari?

BiondoFlavio mi dici che i sesterzi "battono" i denari come magnificienza incisoria? E' una sorpresa che mi affascina, se penso di poter coniugare la grandezza e il peso di un sesterzio, la sua "potenza"... con la finezza dei dettagli che ho trovato con grande sorpresa in denari e antoniani, davvero strabiliante.

Modificato da vickydog

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ggpp The Top

Una cura maggiore dei denari e dei sesterzi secondo me la hanno gli aurei. Non in quanto moneta più pregiata ma in quanto l'oro è un metallo malleabile e, quindi, capace di rappresentare al meglio i particolari.

P.S.: non si vede l'allegato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

E' vero che l'oro e' piu' malleabile ma per gli aurei gioca anche il fatto che non circolavano molto ma venivano tesaurizzati per cui ce ne sono giunti molti in condizioni vicine al FDC. La grandezza della superficie utilizzabile per la rappresentazione secondo me gioca un ruolo fondamentale nell'impatto che il modellato dell'incisore riesce a trasmetterci.

Ecco perche' i sesterzi in altissima conservazione e in cui la battuta sul tondello e' venuta particolarmente bene, se accompagnati anche da un conio particolarmente riuscito da parte dell'incisore sono indubbiamente piu' di impatto di qualsiasi denario o aureo. La larghezza del tondello, il suo peso, il rilievo del ritratto ci possono donare delle piccole opere d'arte per la cui finezza possiamo avvicinare queste monete a delle piccole sculture in bronzo.

Per questo motivo l'unico nominale antico che risulta avere un impatto potenziale a livello di magnificenza incisoria superiore ai sesterzi sono i medaglioni, dove la superficie e la massa di metallo utilizzabile dall'incisore per il ritratto e le scene composite dei rovesci risulta essere ancora maggiore e la resa generale non puo' che essere superiore.

Chi ha avuto la fortuna di tenere in mano un medaglione in ottima conservazione sa di cosa parlo.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nikko

Non voglio sminuire le magnifiche monete dell'Alto Impero ma ci sono i piccoli nummi costantiniani che per tecnica incisoria e resa stilistica non hanno nulla da invidiare ai grandi bronzi ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253
ciosky68
Supporter

spettacolari...

R.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

Non voglio sminuire le magnifiche monete dell'Alto Impero ma ci sono i piccoli nummi costantiniani che per tecnica incisoria e resa stilistica non hanno nulla da invidiare ai grandi bronzi ;)

I gusti sono ovviamente personali, ma vorrei vedere se non cambieresti una bella maiorina (o roba ancora più minuta) con un sesterzione dal ritratto scultoreo da 3 millimetri di rilievo... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

anche i denari,se fatti da un bravo incisore sono spettacolari,qui per esempio l effige e la particolarita delle pieghe sulla veste sono da applausi.ciao

http://www.sixbid.co...sid=663&lot=977

Be'..., c'è anche di meglio; solo per un esempio, questo è un mio vecchio denario postato tempo fa: http://www.lamoneta.it/topic/62122-elio-cesare/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

anche i denari,se fatti da un bravo incisore sono spettacolari,qui per esempio l effige e la particolarita delle pieghe sulla veste sono da applausi.ciao

http://www.sixbid.co...sid=663&lot=977

Be'..., c'è anche di meglio; solo per un esempio, questo è un vecchio denario postato tempo fa: http://www.lamoneta....22-elio-cesare/ (e si trova ancora di meglio... aprendo bene il portafogli però)

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Ave,

Mi sono arrivati oggi dei sesterzi acquistati nella ultima asta Kunker. Innanzitutto e' la prima volta che tocco un sesterzio. Condivido con voi delle considerazioni poco tecniche e molto da primo impatto... Ragazzi sono enormi! Ma per andare a fare la spesa ci voleva uno zaino? (dato che ho letto che con un sesterzio si potevano acquistare 2 chili di grano, un litro di vino comune, due chili di pane. Quindi un sesterzio poteva valere all'incirca tre €, almeno nel I secolo, in seguito anche meno per l'inflazione).

Uno di A. Pio e'; spesso 5 mm! Ma cmq nemmeno quello più';; sottile di Traiano (3 mm) sta negli oblo' da 30 mm che avevo comprato per loro, semplicemente il coperchio non riesce a chiudersi :)

Modificato da caiuspliniussecundus
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

@caiuspliniussecundus

Haha... e dire che non sono più un ragazzino!

Ma l'aspetto "energetico" del sesterzio e le proprietà della manipolazione, e financo il dormirci assieme :o, credo dovrebbero essere discussi. Anzi sapete se l'argomento è stato trattato ??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×