Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
numismaticadott

Bordo monete false?

Risposte migliori

numismaticadott

Ciao a tutti :),

vorrei sapere, tecnicamente, perché i falsari

non riescono a fare i bordi delle monete

simili a quelle autentiche.

Anzi... perché non riescono a farlo proprio? :D

Grazie in anticipo,

Dario :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

...di che monete parli?......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

@@gallo83

@@numismaticadott

Ciao numismaticadott,

nella materia, che è enormemente più vuota che piena (...), la "consistenza" è data dalle forze (i legami chimici sono interazioni elettromagnetiche) che legano i nuclei degli atomi contenuti nelle molecole e delle molecole tra loro.

Macroscopicamente parlando, possiamo schematizzare le forze dividendole in forze di volume e forze di superficie.

Una goccia di liquido è sferica perché la sfera è il solido in cui il rapporto superficie/volume è il più piccolo.

Per motivi non tanto vagamente analoghi, è molto più facile modellare il bordo di una moneta con una forma "bombata" (come nelle monete classiche) che con una forma che presenti spigoli vivi (che è invece il caso dei bordi delle monete moderne e contemporanee).

Se ti chiedessi di farmi tu stesso una pizza, non so, una volta poteresti anche rispondermi di sì... Ma se ti chiedessi di farmela, NON con il cornicione (bombato) ma, con spigoli perfettamente vivi, faresti bene a pensare che sono diventato completamente pazzo...

Spero di aver (soltanto) cominciato a dare una qualche risposta alla tua -non facilissima- domanda.

Un salutone,

Antonio

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numismaticadott

@@toto Grazie per la risposta ;)

@@gallo83 intendo questo:

(originale)

2q3sxtx.jpg

(falso)

35lt4qr.jpg

Dario :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Ringrazio Toto per la chiara e semplice spiegazione.

Se ho ben compreso il dubbio di numismaticadott, credo di poter dire che in realtà con l'adatta attrezzatura e la giusta ricetta si possa riprodurre piuttosto bene anche il bordo.

Nell'esempio che hai postato infatti si denota una decentratura piuttosto evidente ed una altrettanto evidente differenza dei dettagli del modellato.

In sostanza possiamo parlare di un falso a "basso costo", perché è ovvio che l'attrezzatura utilizzata dalla zecca ufficiale è tecnologicamente più complessa e quindi costosa, senza contare l'importanza della "ricetta" che tiene conto della pressione di spinta, del tempo di spinta, della lega metallica.

Generalmente poi il tondello, prima di essere coniato, viene "orlettato" (i tondelli provenienti dalla trancia presentano un bordo con bava, molto netti e taglienti, l'orlettatura gli conferisce un aspetto uniforme e bombato) e di nuovo entra in gioco una nuova e segretissima "ricetta".

Tutti questi elementi, messi insieme, danno origine a quei piccoli particolari tipici di una monetazione ufficiale e difficilmente riproducibili sia per motivi strettamente economici sia tecnici sebbene, questi ultimi, con una buona e costosa attrezzatura, sarebbero anche risolvibili.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numismaticadott

Ringrazio Toto per la chiara e semplice spiegazione.

Se ho ben compreso il dubbio di numismaticadott, credo di poter dire che in realtà con l'adatta attrezzatura e la giusta ricetta si possa riprodurre piuttosto bene anche il bordo.

Nell'esempio che hai postato infatti si denota una decentratura piuttosto evidente ed una altrettanto evidente differenza dei dettagli del modellato.

In sostanza possiamo parlare di un falso a "basso costo", perché è ovvio che l'attrezzatura utilizzata dalla zecca ufficiale è tecnologicamente più complessa e quindi costosa, senza contare l'importanza della "ricetta" che tiene conto della pressione di spinta, del tempo di spinta, della lega metallica.

Generalmente poi il tondello, prima di essere coniato, viene "orlettato" (i tondelli provenienti dalla trancia presentano un bordo con bava, molto netti e taglienti, l'orlettatura gli conferisce un aspetto uniforme e bombato) e di nuovo entra in gioco una nuova e segretissima "ricetta".

Tutti questi elementi, messi insieme, danno origine a quei piccoli particolari tipici di una monetazione ufficiale e difficilmente riproducibili sia per motivi strettamente economici sia tecnici sebbene, questi ultimi, con una buona e costosa attrezzatura, sarebbero anche risolvibili.

@@centurioneamico grazie mille per la risposta dettagliata ;)

Dario :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×