Jump to content
IGNORED

Dite la vostra


yafet_rasnal
 Share

Recommended Posts

Direi che si tratta certamente di un falso sono indeciso però se considerarlo un falso moderno o un' po' più vecchio (20-25 anni?)

Escluderei il suberato antico

Link to comment
Share on other sites


Vedo che in alcuni punti l'argento manca o è svanito... ma come dice centurione non pare un suberato. Potrebbe essere un falso di fine '800.

Ne ho visti alcuni molto ben fatti che avevano perso l'argentatura e sotto erano marroni. Ora in questa il marrone non si vede ma l'agento è sbiadito in alcuni punti... mhm...boh

Link to comment
Share on other sites


E' strana...non ci sono dubbi...si vede che i fondi non sono piatti.. Bolle o depositi ??!!

Sembra quasi un tondello riargentato..l'argento sembra quasi a pellicola..applicato..

So che lo fanno chimicamente sugli antoniniani..non mi stupirei lo facessero pure per i denari..

Link to comment
Share on other sites


Anche la mia impressione è stata come la tua Crivoz, sembra che l'argentatura sia a pellicola e stesa in una afse secondaria...

Io però ho parlato poco fa con Yafet e mi ha detto che in un punto dove è visibile il nucleo sottostante si intravede del rosso rame.... dunque parte delle mie prime osservazioni sono da rivedere :)

Trattasi probabilmente di un suberato e non di falso moderno ma con tecnica di produzione anomala rispetto alle solite adoperate.

Link to comment
Share on other sites


a vederla cosí...sembra fusa, non si vedono le classiche crepe di battitura...i bordi sono tozzi e arrotondati...

in piú come dice lele ci sono troppe bollicine e il colore non é omogeneo...

non mi convince...

Marco

Link to comment
Share on other sites


percui tutte le bollicine che si vedono potrebbero non essere dovute a fusione ma all'argentatura non omogenea o che tende a staccarsi?

lele

110241[/snapback]

anche.....ma pensi che l'argentatura abbia riempito allora, le crepe di battitura?

Link to comment
Share on other sites


Se fosse un suberato antico sarebbe in bronzo, quindi direi anche io un falso dell'800.

110270[/snapback]

non ho mica fatto l'analisi chimica di cio che sta sotto .... a me la ferrari non passa i macchinari

Link to comment
Share on other sites


Vi evidenzio anche la zona della frattura della lamina e la foto del bordo

110258[/snapback]

in effetti..il bordo e le parti sporgenti della moneta hanno risentito dell'usura...ma non data dall'etá...credo che questo tipo di laminatura era destinata a durare molto poco....il tempo di piazzare la moneta...

Link to comment
Share on other sites


Vi evidenzio anche la zona della frattura della lamina e la foto del bordo

110258[/snapback]

in effetti..il bordo e le parti sporgenti della moneta hanno risentito dell'usura...ma non data dall'etá...credo che questo tipo di laminatura era destinata a durare molto poco....il tempo di piazzare la moneta...

110276[/snapback]

...tipo gioco della spazzola :lol: :lol: :lol:

Link to comment
Share on other sites


Se fosse un suberato antico sarebbe in bronzo, quindi direi anche io un falso dell'800.

110270[/snapback]

non ho mica fatto l'analisi chimica di cio che sta sotto .... a me la ferrari non passa i macchinari

110274[/snapback]

Ma si vedono delle tracce di ruggine.

Link to comment
Share on other sites


Ma si vedono delle tracce di ruggine.

E' una cosa abbastanza comune trovare quelle macchie rosse nei denari suberati. Tuttavia per togliere ogni dubbio ho provato colla calamita....niente ferro

Link to comment
Share on other sites


posso dire la mia ??

secondo me la moneta è un subereato antico, cioè è buona e autentica. Stilisticamente corrisponde perfettamente al denario di Cesare. Non contiene ferro. La subereazione per laminatura era la tecnica adottata in età repubblicana (diversamente dall'antoniniano nel III secolo).

Poi, per carità, è una impressione, stiamo sempre giudicando una foto

Link to comment
Share on other sites


Ciao Lor

A mio parere, non ho dubbi, è un fourrèe antico coevo alla monetazione originale.

Per averne avuto altri esempi, questa "pesante" argentatira, da non confondere con i "plaqued" del periodo dei Flavi, è tipica del periodo a cui la moneta appartiene.

Circa le bollicine che si notano sulla superficie della argentatura posso dire che è l'effetto del sollevamento della stessa, spinta dalla ossidazione dell'anima di rame o bronzo. A tal proposito posso dire che la lega dell'anima è molto spesso composta da una vera e propria "mistura" non scevra anche di argento.

Comunque ti assicuro che è una gran bella moneta, degna di figurare in ogni collezione anche per questa sua peculiare caratteristica.

agrì

Link to comment
Share on other sites


.......non é ruggine...

sono le tracce del trattamento :lol: effettuato prima della laminatura con un liquido aggrappante

:lol: ROSSO...

:D  :D Marco

110318[/snapback]

non ho capito se è una battuta... :huh:

ho un denario suberato che presentava tracce rosse...(dopo una pulizia superficiale sono diventate nere..)

tornando alla moneta di yafet credo si tratti di un suberato antico concordo con Caius

date un occhiata alla n°22(suberata ,venduta x 86 $) su circa 50 monete si possono facilmente distinguere differenti stili...

http://www.wildwinds.com/coins/sear5/s1402.t.html

secondo me hai fatto un ottimo acquisto ;)

ciao E

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.