Jump to content
IGNORED

Puglia Denaro COR di Corrado I


Recommended Posts

Salve a tutti! Volevo chiedere se qualcuno di voi ha in collezione il denaro di Corrado I con al centro COR senza la linea di contrazione sopra. Leggo su alcuni catalogo che è una moneta comune ma non l'ho mai vista, mi servirebbe una foto! 

grazie a tutti in anticipo! 

La foto è indicativa, solo per far capire quale moneta intendo! 59b2c5fbb7345_4)denarobrindisiC.O(R).jpg.494cf845d70c20018bf0e1e8c49d5239.jpg

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Blackgish dice:

Salve a tutti! Volevo chiedere se qualcuno di voi ha in collezione il denaro di Corrado I con al centro COR senza la linea di contrazione sopra. Leggo su alcuni catalogo che è una moneta comune ma non l'ho mai vista, mi servirebbe una foto! 

grazie a tutti in anticipo! 

La foto è indicativa, solo per far capire quale moneta intendo! 59b2c5fbb7345_4)denarobrindisiC.O(R).jpg.494cf845d70c20018bf0e1e8c49d5239.jpg

Ciao @blackgish...

Tu sei sicuro che esista?

Link to comment
Share on other sites


@eliodoro ciao,

non ne sono sicuro, ma visto che è riportata da ogni catalogo vorrei eliminare ogni mio dubbio...in alcuni cataloghi è riportata addirittura come moneta comune (effettivamente i denari sono tutti comuni ma questa credo sia un altra svista) 

Link to comment
Share on other sites


Adesso, Blackgish dice:

@eliodoro ciao,

non ne sono sicuro, ma visto che è riportata da ogni catalogo vorrei eliminare ogni mio dubbio...in alcuni cataloghi è riportata addirittura come moneta comune (effettivamente i denari sono tutti comuni ma questa credo sia un altra svista) 

IL CNI Vol XVIII lo cita ma non lo riporta nelle foto..il MIr monete continentali non lo riporta.... D'andrea ne riporta solo il disegno...

 

Link to comment
Share on other sites


Manco il MEC, adesso l'ho sfogliato...lo citano Spahr n. 159,Travaini n. 55, Andreani D'Andrea Faranda n. 180.. ma non li ho..

Sul testo  "Le  monete medievali della Puglia, è riportato al n. 51 come  R2..ma non ci sono foto..

Bisognerebbe controllare anche il Guglielmi

Ho l'impressione che sia una moneta nata da falsa lettura..

 

Edited by eliodoro
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


25 minuti fa, eliodoro dice:

Manco il MEC, adesso l'ho sfogliato...lo citano Spahr n. 159,Travaini n. 55, Andreani D'Andrea Faranda n. 180.. ma non li ho..

Sul testo  "Le  monete medievali della Puglia, è riportato al n. 51 come  R2..ma non ci sono foto..

Bisognerebbe controllare anche il Guglielmi

Ho l'impressione che sia una moneta nata da falsa lettura..

 

Ciao Eliodoro. Teoria più che legittima e su cui mi trovi d'accordo, almeno finché non si potrà vedere un'immagine di questa variante, che, a quanto pare, è tutt'altro che comune. E' facile pensare che l'usura, una schiacciatura o qualche altro fenomeno abbiano potuto rendere difficile, se non impossibile, la visibilità del tratto di abbreviazione, facendo nascere, appunto da un'errata lettura, una nuova tipologia per questo denaro, la cui effettiva esistenza, ad oggi, bisogna verificare. Altra caratteristica che sarebbe utile conoscere è la disposizione delle lettere: se sono disposte come si vede nell'immagine esemplificativa postata da Blackgish e manca effettivamente solo il tratto, allora è probabile che sia successo qualcosa che ha reso difficile la lettura corretta della moneta. Diversamente, bisognerebbe rivedere questa idea. Ma senza foto rimaniamo nell'ambito delle congetture/speculazioni. Purtroppo, da questo punto di vista, non dispongo dei testi sufficienti per apportare novità a questo caso.   

Link to comment
Share on other sites


6 minuti fa, Caio Ottavio dice:

Ciao Eliodoro. Teoria più che legittima e su cui mi trovi d'accordo, almeno finché non si potrà vedere un'immagine di questa variante, che, a quanto pare, è tutt'altro che comune. E' facile pensare che l'usura, una schiacciatura o qualche altro fenomeno abbiano potuto rendere difficile, se non impossibile, la visibilità del tratto di abbreviazione, facendo nascere, appunto da un'errata lettura, una nuova tipologia per questo denaro, la cui effettiva esistenza, ad oggi, bisogna verificare. Altra caratteristica che sarebbe utile conoscere è la disposizione delle lettere: se sono disposte come si vede nell'immagine esemplificativa postata da Blackgish e manca effettivamente solo il tratto, allora è probabile che sia successo qualcosa che ha reso difficile la lettura corretta della moneta. Diversamente, bisognerebbe rivedere questa idea. Ma senza foto rimaniamo nell'ambito delle congetture/speculazioni. Purtroppo, da questo punto di vista, non dispongo dei testi sufficienti per apportare novità a questo caso.   

Il CNI  cita   cinque denari con COR senza abbreviazione..ma non vi sono foto il 4, 5, 6  e 7 hanno C °O /R ° e l'8 C°O/R

Edited by eliodoro
Link to comment
Share on other sites


I testi citati da te li ho tutti e tutti la citano ma mai con le foto. Guglielmi ne parla e dice che se effettivamente venga verificata possiamo parlare di un quinti tipo per i denari di Corrado. Io sono dell'idea che è un errore di lettura. In un asta da London Ancient coin è stata venduta una moneta COR con la linea di contrazione sul bordo perlinato della moneta (appena sono a casa col pc posto la foto) e quindi penso che se qualcuno abbia visto una variante simile molto rovinato abbia creduto di vedere un altro tipo. Prima di scrivere questa ipotesi vorrei assicurarmi che nessuno l'abbia mai vista!

Link to comment
Share on other sites


1 minuto fa, eliodoro dice:

Il CNI  cita   cinque denari con COR senza abbreviazione..ma non vi sono foto il 4, 5, 6  e 7 hanno C °O /R ° e l'8 C°O/R

Il CNI dice ad esempio che c'è né una con il globetto più grande, ma un conto è parlare di piccole varianti di conio un conto è parlare di una moneta senza la linea, che sarebbe proprio un altro tipo, come dice Guglielmi il quinto tipo appunto 

Link to comment
Share on other sites


1 minuto fa, eliodoro dice:

IL MIR non lo cita proprio e, relativamente ad un mezzo denaro con COR senza abbreviazione, dice che si tratta di un'errata lettura

Il MIR dovevo guardarlo lunedì perché non lo ho e devo andare nella biblioteca del museo civico archeologico (ex biblioteca traina), magari li esce anche qualche altra cosa! Comunque se nessu collezionista su questo forum non la possiede credo proprio si tratti di un errata lettura

Link to comment
Share on other sites


1 minuto fa, Blackgish dice:

Il MIR dovevo guardarlo lunedì perché non lo ho e devo andare nella biblioteca del museo civico archeologico (ex biblioteca traina), magari li esce anche qualche altra cosa! Comunque se nessu collezionista su questo forum non la possiede credo proprio si tratti di un errata lettura

Tra l'altro la mancanza del trattino sarebbe un errore lessicale o sbaglio?

Link to comment
Share on other sites


Proprio errore lessicale no, perché spesso sulle monete la contrazione non viene usata però in questo caso dove abbiamo la contrazione su una moneta e l'omega (che significa che è abbreviato un nome) su un altra è difficile pensare che abbiamo voluto farlo volutamente. Inoltre ci troviamo in un periodo storico particolare dove serviva molta moneta in biglione (per via delle collette che Federico II voleva terminare ma questo è un altro discorso) e le zecche ne producevano in grande quantità. Brindisi e Messina avevano esperti zecchieri, trovo difficile che abbiano dimenticato la contrazione in una sola tipologia di monete, e che sia giunta a noi in pochi esemplari, davvero durante il regno di Corrado coniarono più monete (come numero, non come tipi) di quante ne coniarono sotto Federico II

Link to comment
Share on other sites


Addirittura il CNI dice che pesa 6,37 gr., quindi è sicuro un errore (Ruotolo in un articolo dice che secondo lui è un errore della tipografia) . CORREZIONE : sul CNI dice che è nella collezione di un museo, ho mandato una mail a questo museo...vediamo...

Edited by Blackgish
Link to comment
Share on other sites


Moneta mai vista in vita mia, per cui se esiste sarà quantomeno un R3 e non una moneta comune. Da Federico II in poi le monete che a mio avviso non esistono e nascono da errata letture delle stesse temo siano diverse. Di alcune tipologie, ad esempio, credo non esista il mezzo denaro, che nasce da un errata identificazione di un denaro particolarmente leggero o mal coniato. 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.