Jump to content
IGNORED

sulle dracme..


SporaN27
 Share

Recommended Posts

salve a tutti,

dal momento che è da poco che colleziono qualche monetina greca volevo chiedere una delucidazione a proposito delle caratteristiche di una dracma.

allora,io al momento ho due dracme,una di alessandro magno e l'altra recentemente acquistata di apollonia pontika.pensavo che come dimensioni e peso fossero simili ma la dracma di apollonia è più piccola e meno pesante.

le misure sono queste

-apollonia 1,2/1,4 cm - 2,8 grammi

-lapsakos alessandro 1,8 cm circa - 4,1 grammi

mi sorge un dubbio allora..che la dracma di apollonia sia in realtà un'emidracma e allora il rivenditore si è sbagliato?

allego una foto

DSCN0926.jpg

Link to comment
Share on other sites


La dracma non ha lo stesso peso in tutta la Grecia, dipende dai sistemi monetari (o meglio: ponderali) diversi delle diverse aree geografico politiche.

E' un discorso complicato, sul quale varrebbe la pena di fare un... riassunto! :)

In ogni caso, se non sbaglio, Apollonia Pontica usava il sistema (o piede) di Rodi, mentre Alessandro adottò quello attico.

Edited by okt
Link to comment
Share on other sites


In Grecia i sistemi ponderali più usati erano tre:

1) eginetico con dracma del peso di 6,16gr per alcuni autori di 6,30 per altri,

2)euboico - attico con dracme del peso di 4,36 gr e tetradrammi di 17,44 gr,

3) corinzio con dracme del peso di 2,90 gr.

Link to comment
Share on other sites


...dunque è corretto dire che, ad esempio, i tetradrammi di Siracusa fanno riferimento al sistema euboico? Quanto pesano (se esistono) i tetradrammi che fanno riferimento agli altri sistemi?

Cordialità

Link to comment
Share on other sites


Cenni di pondometria

Il termine piede indica il modello di misura ponderale nei diversi metalli e nei diversi sistemi monetari.

In tutto il mondo antico, la base ponderale è il talento che si divide in mine.

In Grecia il talento è diviso in 60 mine e la mina in 100 dracme.

La dracma si divide in 6 oboli.

L'obolo è pari a 2 emioboli e a 4 tetartemori.

I principali modelli (piedi) monetari della Grecia sono:

* l'eginetico, in cui un talento pesa 36.960 Kg., una dracma pesa 6.16 g. e da' luogo al didramma da 12.32 g.

Diffuso in Peloponneso, Beozia, Tessaglia, Focide, Cicladi.

* l'euboico-attico, con talento da 26.196 Kg., dracma da 4.36 g. e tetradrammi da 17.44 g.

Diffuso in Attica, Eubea, e colonie greche della Sicilia. Riceverà la massima diffusione proprio dalla monetazione di Alessandro III di Macedonia.

* il corinzio, con dracma da 2.90 g. e tridrammi da 8.70 g.

Diffuso in Magna Grecia con l'esclusione di Posidonia e Velia.

Dobbiamo tuttavia ricordare anche i sistemi:

* di Corcyra: dracma da 5.80 g. e didrammo da 11.60 g.

Forse diffuso all'inizio in alcune colonie della Sicilia (Zancle, Imera, Nasso) e poi sostituito con quello attico.

N.B.: la monetazione citata potrebbe però essere stata fondata sul piede di Corinto battuto in didrammi anziché in tridrammi.

* di Chio e di Rodi: dracma da 3.90 g., didrammo da 7.80 g. e tetradrammo da 15.60 g.

* di Samo: dracma da 4.37 g. e tridrammo da 13.10 g.

* della Tracia e della Macedonia: dracma da 4.80 g. e didrammo da 9.70 g.

Diffuso a Tasos e Neapolis.

* fenicio: dracma da 3.60 g., didrammo da 7.20 g. e tetradrammo da 14.40 g.

Diffuso in Tracia, Macedonia, Calcidica, Cirenaica, Egitto.

Copiato e incollato da: Alessandro III il Grande, storia e monete (Ottavio de Manzini - Sergio Rossi) in:

http://www.roth37.it/COINS/Alex/index.html

Edited by okt
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Grazie, okt, per le notizie e per l'indicazione bibliografica :) :)

Rosario

Link to comment
Share on other sites


  • 5 weeks later...

io sono ancora perplesso..ho acquistato la dracma arcaica di apollonia pontika che comparata con quella classica risulta essere leggermente più grande...

DSCN1007.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

prova a dare un occhiata su coinsarchives o sui vari cataloghi d'asta per vedere come vengono classificate queste monete ed eventualemente su quali testi vengono trattati.Creare una sezione sulla metrologia non sarebbe male

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites


effettivamente una sezione metrologia sarebbe utilissima!

io quoto fid e inviterei i moderatori del forum a farci un pensierino su!

Link to comment
Share on other sites


va bene qualsiasi strumento visibile e di facile consultazione, purtroppo una delle difficoltà del forum è lo "spezzettamento" delle discussioni,un "contenitore" unico sarebbe già una buona soluzione (qualsiasi esso sia)

Link to comment
Share on other sites


Va bene, allora con un po' di pazienza lo metto in lavorazione, attualemnte sono molto indaffarato con il mio lavoro, ma la proxima settimana dovrei riuscire ad imbastire qualcosa di carino.

lele

Link to comment
Share on other sites


thanx :)

p.s. ne approfitto per ricordare anche l'idea di miglio e di altri sulla suddivisione della sezione "greche" :rolleyes:

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites


thanx :)

p.s. ne approfitto per ricordare anche l'idea di miglio e di altri sulla suddivisione della sezione "greche" :rolleyes:

376253[/snapback]

Eccomi di ritorno dalle ferie... :( prometto di darmi da fare per riprendere in mano questa questione che avevo già fatto presente prima di partire e che giustamente è stata rimandata al dopo ferie... ;)

Link to comment
Share on other sites


  • 2 years later...

Salve

Volevo far presente che le dramme di Apollonia del Ponto sono state suddivise sulla base dello stile in quattro gruppi. Nel primo rientrano quelle dei primi anni, stile ‘selvaggio’ con la faccia mostruosa circondata da serpenti a forma di S; nel secondo le dramme di stile più umano, con i capelli veri piuttosto che perline ancora circondati da serpenti; nel terzo una versione ancora più umana, con capelli ricci e (solitamente) senza serpenti; nel quarto una versione con capelli ribelli senza riccioli.

Il peso dei pezzi appartenenti alle prime due categorie varia da 3,14 a 3,32 g, quello dei pezzi delle ultime due tra 2,71 e 2,81 g.

Alle ultime categorie appartiene la dramma di chi ha aperto la discussione.

apollonia

PS. Mi sono ricordato con un paio d’anni di ritardo di questa discussione, ma la mia precisazione era doverosa considerato il mio pseudonimo e la mia foto, quella di un diobolo di Apollonia pontica. A proposito, attenzione ai falsi!

Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

salve apollonia..io con tanto amore ho collezionato tre stili di questa moneta..ed ero convinto appunto che esistevano solo questi tre tipi..potresti linkarmeli uno ad uno secondo all'esempio che hai fatto cosi mi faccio una idea?

grazie

marco

Link to comment
Share on other sites


@SporaN27

Il link al quale ho fatto riferimento e dove si parla dei quattro stili è questo

http://www.snible.org/coins/ap.html

La distinzione delle dramme di Apollonia del Ponto in quattro varietà è la più vecchia, e credo sia quella del BMC (Catalogue of the Greek Coins in the British Museum) Mysia 1892.

Successivamente ne sono state descritte cinque da McClean nel 1923 e dieci da Babelon nel 1933.

Oggi siamo a 16 principali varietà, fondamentalmente distinte sulla base della modificazione dell’aspetto di Medusa nonchè della metrologia (http://rg.ancients.info/bulgarian_school/ ).

Non vorrei toglierti l’entusiasmo per queste monete, ma devo farti presente che sono ‘pericolose’ per il gran numero di contraffazioni moderne che sono apparse all’International Numismatic Convention di New York nel 1999 e per il numero significativo dei pezzi taroccati ancora in commercio.

Per farti un’idea più precisa puoi andare alla fine dell’ultimo link e cliccare su "New York Hoard" Forgeries, dove trovi la rappresentazione di ben 48 falsi.

apollonia

Link to comment
Share on other sites


Grazie mille Apollonia! Sono a conoscenza dei molti falsi e delle relative storie che girano su queste monete. I pezzi che ho acquistato io li ho presi da rivenditori numismatici internazionali abbastanza rinomani..ho i certificati..mi sento abbastanza tranquillo! Poi mai dire mai..

Grazie ancora

Marco

Link to comment
Share on other sites


Nn ci crederai..ma spesso sono tentato a vendere la mia intera collezione di denari romani per comprarmi solo monete di Apollonia..ancora non ho fatto questa pazzia però oggettivamente il fascino del volto della Medusa in stile arcaico ha un qualcosa di magico e surreale! Complimenti per la collezione!

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.