Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
acraf

Moneta incerta da Capua ?

Risposte migliori

acraf

Segnalo l'esistenza di una moneta di bronzo, non riportata nell'Historia Numorum di Rutter, con tre grossi globetti e quindi appare essere un quadrans (o teruncius se su sistema decimale).

Appare essere di buon stile, senza lettere e quindi anepigrafe e pertanto di attribuzione molto incerta.

Al diritto cè una testa di Ercole, con clava, mentre al rovescio c'è un cavallo impennante e tre globetti.

Al momento ho individuato due esemplari noti (non si conosce il luogo di rinvenimento):

post-7204-0-37684700-1357583022_thumb.jp

1) Copenhagen, SNG 353 g. 8,75 (forato)

post-7204-0-86764800-1357583052_thumb.jp

post-7204-0-86029300-1357583065_thumb.jp

2) Museo Civiso di Biassono (da Arslan, Le monete greche. Parte I. Hispania - Sicilia, Comune di Biassono, 2002) n. 135 g. 7,85

Il quadrante quindi ha peso di 8,75 - 7,85 g, leggermente superiore al livello unciale.

Il primo che l'ha classificato, il SNG Copenhagen, ha attribuito questa moneta alla zecca di Capua, seguito da Arslan, senza una evidente motivazione.

Questa attribuzione appare molto dubitativa, considerando che Capua ha sempre apposto le lettere del suo etnico KAPU (in osco).

Tuttavia non posso dimenticare che esiste una rarissima serie di frazionali in argento, da 2 - 1,5 e 1 assi, tutti con elefante al rovescio e segni di valore all'esergo, tradizionalmente attribuita a Capua:

Un esemplare da 2 assi:

post-7204-0-24687300-1357583375_thumb.jp

Un esemplare da 1,5 assi (con un globetto seguito da P greco a indicare la metà):

post-7204-0-97680800-1357583423_thumb.jp

Purtroppo non ho una chiara immagine del pezzo da 1 asse (che reca al diritto una testa di Ercole).

Posso notare una vaga somiglianza stilistica, ma resta il mistero della zecca responsabile di questo quadrante.

Avete qualche idea?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Facendo ulteriori ricerche ho trovato altri due esemplari, uno a Londra e uno a Vienna.

Il pezzo di Londra, immesso nel medagliere nel 1865 da fonte ignota, pesa 9,71 g ed è stato attribuito dubitativamente a Caiatia, sempre in Campania (= BMC Italy, pagina 76, n. 2).

Molto interessante il pezzo di Vienna, riportato in disegno su Garrucci alla tavola LXXXVII, n. 18. Purtroppo non ho la foto (e Vienna è molto esosa nelle richieste e magari conoscete qualcuno in buoni rapporti con questo medagliere?). In ogni caso appare evidente che è stato riconiato sopra un bronzo romano, intravvedendo tracce della legenda ROMA.

Questo fatto, trattandosi di una moneta riconiata sopra una moneta romana, è possibile ipotizzare che sia emessa da una comunità che era "nemica" di Roma e che quindi aveva interesse a riutilizzare obliterando la moneta romana.

Ho il sospetto che pure gli altri esemplari siano tutti riconiati su monete romane, anche se con tracce molto meno evidenti.

Grazie al pezzo di Londra, il più pesante noto, si può notare che il quadrante ha peso intermedio tra il sestantale e l'unciale e molto verosimilmente è stato coniato da alleati, forse campani, dei Cartaginesi di Annibale.

Purtroppo mancano dati sul luogo di rinvenimento.

Ricapitolando, abbiamo i seguenti esemplari:

post-7204-0-44780900-1357663752_thumb.jp

post-7204-0-35223800-1357663802_thumb.jp

1) Londra, inv. 1865-10-3 = BMC 2 g. 9,71

post-7204-0-99756700-1357663826_thumb.jp

2) Copenhagen, SNG 353 g. 8,75

post-7204-0-14195400-1357663882_thumb.jp

3) Museo Civico di Biassono, n. 135 g. 7,85

post-7204-0-46343900-1357663937_thumb.jp

4) Vienna, da Garrucci tav. LXXXVII, n. 87 g. ?

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Aggiungo che nell'esemplare di Londra, piuttosto malconservato, il cavallo sembra stante e non impennante, avvicinandosi molto al cavallo presente su monete cartaginesi in Italia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×