Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
L. Licinio Lucullo

Denario di Cornelio Sisenna con mostro Anguipede

Risposte migliori

L. Licinio Lucullo

Il monetario non è stato identificato. Due Cornelii Sisenna sono stati l’uno pretore nel 119, l’altro proconsole in Macedonia nel 112, ma non sembra possibili attribuire a uno di loro l’emissione, Anche per questo, la datazione proposta dal Crawford (118-107) è molto ampia; Grueber proponeva invece 102-100, Babelon al 135.

Belloni (La moneta romana) individua un parallelismo compositivo tra questa moneta e Crawford 309/1, ritenendole ispirate da uno stesso ambiente culturale e, forse, anche contemporanee: il D/ è pressoché simile, con un volto dai caratteri duri, quasi mascolini, identificato da una legenda posta in identica poszione; entrambi portano il segno del valore X sebbene, ormai, il denario valesse 16 assi; infine, al R/ riportano entrambi scene mitologiche polivalenti che, comunque, sembrano alludere all’Oriente.

Il R/ di questo denario, secondo Cavedoni (ripreso da Belloni e Amisano), potrebbe alludere alle vittorie di Lucio Cornelio Scipione Asiageno, trionfatore a Magnesia al Sipilo su Antioco il Grande, a sua volta rappresentato dal gigante Tifone (che, secondo la mitologia, fu in lotta con gli dei finché Giove non lo fulminò).

Modificato da L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×