Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
azzogsal

quanto vale in più una moneta periziata?

una moneta in un determinato stato vale un tot,( valore di catalogo) la stessa moneta periziata da un iscritto NIP, quanto vale in più? oppure è che il valore di catalogo va diminuito del costo della perizia se la moneta non è periziata?

Naturalmente solo per le monete autentiche.

voi come la pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Azzogsal,

secondo me il valore di una moneta periziata è maggiore di quella non periziata per almeno tre motivi. La perizia resta all'acquirente. La perizia diminuisce il fattore di rischio nell'acquisto: le assicurazioni sanno bene (...) che un maggiore fattore di rischio si associa un costo. Il valore non è "solo" quello di catalogo, ma come tutti sappiamo più ancora quello di mercato: una moneta periziata si vende "di più".

Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi secondo te si deve aggiungere il costo della perizia al valore di catalogo (diciamo 30 euro) o anche di più alla stima delle condizioni del perito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condivido in pieno l'opinione di Toto, la perizia ("seria") aggiunge necessariamente un plus-valore certificando e garantendo una moneta per quello che è, al di là di qualsiasi ragionevole dubbio possa sorgere di fronte ad una moneta "nuda".

Ciao, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le considerazioni fatte dal punto di vista economico sono corrette : una moneta periziata e' + commerciabile e al suo valore si somma il costo della perizia

Dal punta di vista numismatico ed e' quello che mi interessa di piu' , non cambia invece nulla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...

Dal punta di vista numismatico ed e' quello che mi interessa di piu' , non cambia invece nulla

119262[/snapback]

Ciao Pier,

hai fatto benissimo a dirlo! Si parla troppo spesso solo del valore commerciale. Troppo spesso sul forum ci chiedono: quanto vale?... Sono d'accordissimo con te: il valore numismatico è un'altra cosa.

Questa discussione era però nata con una domanda sul valore commerciale, con riferimento esplicito a quello "di catalogo". Anzi, l'amico Azzogsal ha rilanciato chiedendo :

si deve aggiungere il costo della perizia al valore di catalogo (diciamo 30 euro) o anche di più alla stima delle condizioni del perito?
e tu stesso hai proposto un metodo di calcolo:
al suo valore si somma il costo della perizia
.

Sono d'accordo anch'io in linea di principio alla (semplice) somma. Ma la realtà è sempre un po' più complessa: il valore commerciale è quello di mercato e quindi non possiamo deciderlo noi...

Mi spiego meglio. Se la moneta non vale molto di più della perizia (può capitare, è capitato anche a me...), si vende sempre "meglio", ma non è sempre facile pretendere che l'acquirente paghi completamente la perizia. Se la moneta invece vale molto di più della perizia, è facile far pagare all'acquirente il prezzo completo della perizie e non solo.... Come dico spesso, in quest'ultimo caso ci si guadagna spesso a vendere la moneta periziata da un buon perito.

Mi scuso per aver detto delle banalità, ma "a domanda" ho voluto rispondere in maniera dettagliata (forse anche troppo...).

Un salutone a tutti,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi la perizia aggiunge valore solo alle monete che di catalogo sono almeno R o che quantomeno superano abbondandemente il costo della perizia stessa. Allora fatta questa considerazione è meglio una moneta facciamo bb periziata di una di conservazione superiore di un grado ma senza perizia? Io personalmente credo di no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Seguo le classiche, dunque ragiono avendo in mente queste.

La perizia è una sorta di valore aggiunto, ma anche un costo. Se la moneta vale poco, qualche decina di euro, non vale la pena farla periziare sperando che la perizia possa far ottenere qualche euro in più.

La perizia la rende più appetibile, cioè, chi può avere un interesse per la moneta è meglio predisposto e più tranquillo in presenza di una perizia. Con la perizia la moneta è più "interessante" e più facilmente vendibile. Se la moneta ha un alto valore allora la perizia ha la sua piena ragione di essere perchè prima di sborsare una cifra significativa è bene essere sicuri dell'autenticità di quello che ci si appresta a comperare e la perizia svolge, in questo contesto, un ruolo molto importante.

Quindi, secondo me, si può far periziare una moneta solo se ne vale davvero la pena, perchè se questa è bruttina e comune la presenza della perizia non è in grado di compensare una moneta mediocre e di conservazione solo accettabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora fatta questa considerazione è meglio una moneta facciamo bb periziata di una di conservazione superiore di un grado ma senza perizia?

119290[/snapback]

Qui credo scatti anche qualche considerazione di carattere "personale", relative al singolo collezionista, nel senso che è già stato chiarito che la moneta periziata da una garanzia in più e questo a qualcuno può bastare per decidere di acquistare la moneta periziata.

Però, a parità di moneta e con la ragionevole certezza (data da fattori quali l'esperienza personale o comunque la fiducia in chi vende) che anche la moneta "nuda" sia autentica, per me non ci sono dubbi, la migliore conservazione conta più della perizia ;) .

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...............per me non ci sono dubbi, la migliore conservazione conta più della perizia  ;) .

Ciao, RCAMIL.

119303[/snapback]

Pure per me :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...............per me non ci sono dubbi, la migliore conservazione conta più della perizia  ;) .

Ciao, RCAMIL.

119303[/snapback]

Pure per me :)

119311[/snapback]

Anche per me, ve lo assicuro... Ma sebbene mi fossi sforzato di distinguere con precisione, si confondono ancora i 2 valori: quello economico (su cui la discussione è nata) e quello numismatico (del tipo: "io preferisco", detto da un appassionato di numismatica).

Saltare da un tipo di "valore" all'altro rende la discussione più interessante e meno noiosa. E' un "valore giornalistico" aggiunto...

Per convincervi che sono d'accordo con voi, vi confesso che le mie migliori monete non sono periziate e che solo pochissime lo sono.

Ricordiamoci però che chi ci legge non è sempre pronto a "messaggi su più piani". Io sul forum raccomando di comprare periziato, ma quando lo faccio non mi rivolgo a Rcamil o Piergi...

Se parliamo tra noi è un conto. Se ci rivolgiamo a chi ci legge il messaggio deve essere più "essenziale". O no?

Un salutone a tutti,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BUONASERA A TUTTI,

IL CATALOGO D'ASTA DI VARESI VALE COME PERIZIA FOTOGRAFICA?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BUONASERA A TUTTI,

IL CATALOGO D'ASTA DI VARESI VALE COME PERIZIA FOTOGRAFICA?

119362[/snapback]

La foto di un catalogo NON è una perizia.Certo il fatto che una moneta sia apparsa in vendita in un catalogo di un serio numismatico come Varesi, rappresenta senza altro un punto in favore.

Ma come perizia si intende una moneta sigillata e garantita come conservazione ed autenticità al momento della chiusura nella bustina. Ricordiamo che la moneta periziata non garantisce solo la autenticità ma valuta la moneta anche da un punto di vista della conservazione.Una moneta quindi apparsa in un catalogo d’asta ma non periziata non presenta una garanzia che la conservazione è rimasta tale dopo la vendita.Per fare un esempio può darsi che una moneta comprata come SPL da un’asta perde un punto di conservazione a causa di una caduta o di un involontario graffio.

Per non parlare del fatto che non è sempre possibile garantire che la moneta non periziata che abbiamo tra le mani è proprio quella fotografata nel catalogo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ricordiamo che la moneta periziata non garantisce solo la autenticità ma valuta la moneta anche da un punto di vista della conservazione.

119373[/snapback]

Ciao a tutti,

questo è un punto interessante perchè vorrei chiedervi un parere:

tutte le volte che ho comprato monete da periti NIP mi hanno fatto gratuitamente la perizia con il grado di conservazione indicato e spesso anche con la rarità.

Invece quando vado a FAR periziare una moneta CHE GIA' possiedo, alcuni la periziano tranquillamente e la sigillano ma NON vogliono scrivere la conservazione nè la rarità, neanche se glielo chiedi. La scrivono solo con monete che vendono loro, ma se gliele porto IO da periziare non lo fanno.

Vi è capitato? che ne dite a riguardo?

Modificato da rosarioma778

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai fatto periziare una moneta per conservazione ed autenticità, mi capita ogni tanto di acuistare monete con perizie.

Mi è capitato di dover fare l'opposto: di far periziare delle monete per la non autenticità.

Comprendo che alcune monete data la notevole quantità di falsi in circolazione possano generare dei dubbi e quindi la perizia diventa gioco forza per la commercializzazione.

Io tengo tutti i cartellini delle monete che ho acquistato nel corso degli anni, se mai un giorno ne dovessi cedere una lo farei con quel minimo di documentazione.

Confermo ci sono dei commercianti che non periaziano monete se non vendute da loro, la cosa è buffa in quanto il concetto di autenticità non è soggettivo, ma oggettivo. Scrivere la moneta a me pare autentica non ha senso. Se è autentica lo è indipendentemente da chi fornisce la perizia. A volte invece ci sono storie benpiù tristi, monete dubbie, vendute da un collega, quindi per non fare torto a nessuno non vengono sigillate adducendo storie le più disparate. Altre volte monete fanno il giro delle sette chiese sino a che qualcuno non la sigilla dando nuova dignità alla moneta.

E qui ritorniamo al discorso già affrontato, chi è il perito ? Quale competenza deve avere ? Per questa ragione in molti casi non mi fido moltissimo delle perizie. Aggiungerei che dato l'ampissimo spettro della monetazione. l'evolversi dei falsi e delle nuove tecniche di contraffazione nessuno è in grado di cogliere l'attimo per tutto il coniato. Ci sono numismatici- commercianti ferratissimi per un certo tipo di monetazione e che ne ignorano completamente altre. Sulle monete ed i falsi della Repubblica Italiana ci va una certa esperienza che è completamente differente dai Denari della Repubblica, o dai Sesterzi lavorati e ripatinati.

In tanti anni sono entrato in contatto con alcuni seri commercianti, diciamo quattro, ognuno per un periodo differente e del loro giudizio mi fido. Uno di loro, mi disse, le monete parlano, se non ti parlano non le devi toccare. In altre parole le monete non autentiche il più delle volte stanno zitte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai fatto periziare una moneta per conservazione ed autenticità, mi capita ogni tanto di acuistare monete con perizie.

Mi è capitato di dover fare l'opposto: di far periziare delle monete per la non autenticità.

Comprendo che alcune monete data la notevole quantità di falsi in circolazione possano generare dei dubbi e quindi la perizia diventa gioco forza per la commercializzazione.

Io tengo tutti i cartellini delle monete che ho acquistato nel corso degli anni, se mai un giorno ne dovessi cedere una lo farei con quel minimo di documentazione.

Neanche io ho mai periziato una moneta per l’autenticità o per provare la conservazione. Cerco di fare la massima attenzione prima di comprare la moneta ed in ogni caso ho la fortuna di conoscere numismatici onesti e competenti con i quali discuto le caratteristiche di certe monete.Per me questo ha più valore rispetto ad una fredda perizia da un perito che non conosco <_<

Le monete che mi arrivano già periziate le libero, prima perché non mi interessa rivenderle e soprattutto perché trovo le bustine usate per le perizie poco eleganti.Anzi, trovo che le bustine diminuiscano la gradevolezza delle monete perché sono di spessore esagerato e di trasparenza insufficiente.

Riguardo il fattore autenticità, tengo anch’io tutti i cartellini e le relativa documentazione che indica la provenienza della moneta.Non è una perizia ma meglio di niente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E qui ritorniamo al discorso già affrontato, chi è il perito ? Quale competenza deve avere ? Per questa ragione in molti casi non mi fido moltissimo delle perizie. Aggiungerei che dato l'ampissimo spettro della monetazione. l'evolversi dei falsi e delle nuove tecniche di contraffazione nessuno è in grado di cogliere l'attimo per tutto il coniato. Ci sono numismatici- commercianti ferratissimi per un certo tipo di monetazione e che ne ignorano completamente altre. Sulle monete ed i falsi della Repubblica Italiana ci va una certa esperienza che è completamente differente dai Denari della Repubblica, o dai Sesterzi lavorati e ripatinati.

Interessantissimo intervento.L’importante è conoscere chi è il numismatico-perito più esperto e competente per ogni tipo di monetazione.La numismatica è cosi immensa che risulta impossibile aspettarsi da un singolo perito la stessa competenza per ogni tipo di moneta. Ma qui viene il difficile.Come fa un collezionista inesperto a riconoscere il giusto perito per la sua moneta?Serve molta esperienza anche sotto questo punto di vista e probabilmente una conoscenza personale del perito.Ma quanti sono in grado di fare questo?Forse solo chi ha tanti anni di esperienza,chi conosce fisicamente le persone e chi ha avuto la possibilità di frequentare spesso i convegni,le aste e le sedi dei proffesionisti.

Non sarebbe più sensato fare una differenziazione dei periti come si fa per esempio in medicina? Se mi rompo una gamba vado dal ortopedico, di certo l’oftalmiatra mi sarebbe di poco aiuto.

Analogamente, se mi trovo tra le mani una moneta di Milano, sicuramente il Sig. Crippa è la persona adatta a cui parlare vista la sua esperienza in materia, ma diventa probabilmente meno adatto per una moneta giapponese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cerco di fare la massima attenzione prima di comprare la moneta ed in ogni caso ho la fortuna di conoscere numismatici onesti e competenti con i quali discuto le caratteristiche di certe monete.Per me questo ha più valore rispetto ad una fredda perizia da un perito che non conosco  <_<

119473[/snapback]

Sono completamente d'accordo con Dimitrios. Bisogna però sottolineare che sia Dimitrios sia io acquistiamo le nostre monete pensando di tenerle per sempre, e quindi l'interesse esclusivo è quello di fare un buon acquisto, e non una buona compravendita, nella quale la perizia scritta è molto utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come fa un collezionista inesperto a riconoscere il giusto perito per la sua moneta?

119474[/snapback]

L'unica possibilità è di rimandare l'acquisto di monete di un certo impegno a quando si ha un poco di esperienza e di conoscenza dell'ambiente. In qualsiasi ambiente ci si muova da inesperti la fregatura :ph34r: :ph34r: è dietro l'angolo, e quindi bisogna almeno provare ad ammortizzarla

Non sarebbe più sensato fare una differenziazione dei periti come si fa per esempio in medicina? Se mi rompo una gamba vado dal ortopedico, di certo l’oftalmiatra mi sarebbe di poco aiuto.

Analogamente, se mi trovo tra le mani una moneta di Milano, sicuramente il Sig. Crippa è la persona adatta a cui parlare vista la sua esperienza in materia, ma diventa probabilmente meno adatto per una moneta giapponese.

119474[/snapback]

Questa è una proposta teoricamente validissima, ma secondo me praticamente irrealizzabile. Ci sono molti posti dove non si trova nemmeno un perito "generico", figuriamoci un set di "specialisti". E poi, chi certifica questi periti? Tutto sommato resta indispensabile un poco di esperienza da parte del collezionista, la frequentazione di siti come questo, che è un magnifico strumento di trasmissione della conoscenza e dell'esperienza ad altri utenti. :) :) :) .

La difesa assoluta dagli acquisti sbagliati o dalle fregature non esiste :( :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sarebbe più sensato fare una differenziazione dei periti come si fa per esempio in medicina? Se mi rompo una gamba vado dal ortopedico, di certo l’oftalmiatra mi sarebbe di poco aiuto.

Analogamente, se mi trovo tra le mani una moneta di Milano, sicuramente il Sig. Crippa è la persona adatta a cui parlare vista la sua esperienza in materia, ma diventa probabilmente meno adatto per una moneta giapponese.

119474[/snapback]

Questa è una proposta teoricamente validissima, ma secondo me praticamente irrealizzabile. Ci sono molti posti dove non si trova nemmeno un perito "generico", figuriamoci un set di "specialisti". E poi, chi certifica questi periti?

In effetti caro mmon devo ammettere che la realtà è quella che hai descritto tu.

Probabilmente nel mio post precedente ho pensato ad una idea ideale ma lontana dalla realtà che caratterizza la numismatica italiana. Forse il mio pensiero era influenzato dal ora che è stato scritto, cioè dopo mezzanotte a pochi minuti prima di entrare nel mondo dei sogni! :P

Tutto sommato resta indispensabile un poco di esperienza da parte del collezionista, la frequentazione di siti come questo, che è un magnifico strumento di trasmissione della conoscenza e dell'esperienza ad altri utenti. :)  :)  :) .

La difesa assoluta dagli acquisti sbagliati o dalle fregature non esiste  :(  :(

Non posso che sottoscrivere queste raccomandazioni. L’arma miglior era e rimarrà sempre l’esperienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ne guadagna un 15-20% in più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con tutte le opinioni che mi precedono.

Ma quanto può valere allora una perizia fasulla come quella di cui si parlava in chat??!!

:D

Chiaramente lo dico per sfottere!

:D :rolleyes: ;) :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con tutte le opinioni che mi precedono.

Ma quanto può valere allora una perizia fasulla come quella di cui si parlava in chat??!!

:D

Chiaramente lo dico per sfottere!

:D :rolleyes:  ;)  :P

120033[/snapback]

ciò di cui si parlava in chat è stato tutto ridimensionato: perizia vera (mai messa in dubbio per la verità dal sottoscritto), conservazione inerente a quanto scritto (anche se tuttora non mi trova d'accordo), confermata dal perito, e foto veritiere (erano fatte appoggiando la moneta sul catalogo) che creavano un curioso effetto ottico...

tante scuse al venditore e discussione magicamente sparita :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?