Jump to content
IGNORED

Gettone Fluifort


enigmistica
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti sono un neofita del forum benchè abbia letto numerosi messaggi quando non ero ancora iscritto. Detto questo, ho da porre un quesito a chi se ne intende. Ho un gettone della fluifort con la raffigurazione di Carlo Forlanini, vorrei sapere maggiori informazioni a riguardo, es: rarità, valore, anno, metallo etc.. Grazie anticipatamente.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Una foto di entrambi i lati, per favore.....

Link to comment
Share on other sites


Ora ci sono. Il tuo è il gettone pubblicitario del 1966 con al diritto CARLO FORLANINI Busto stante/ Teruggi, S.J. e al rovescio POST MUCOLYTIC EFFECT 925 * 121 MI Vulcano in eruzione stilizzato/ FLUIFORT in cartella, in cornice quadrata/ logo D.

E’ in argento, pesa 5,9 g, ha un diametro di 24 mm e uno spessore di 1,5 mm.

A Carlo Forlanini, illustre clinico (Milano1847 - Pavia 1918), inventore dello pneumotorace artificiale terapeutico, venne dedicato il più grande sanatorio d'Europa, inaugurato a Roma il 1° dicembre 1934.

Il gettone con BARTOLOMEO EUSTACCHIO al diritto è una variante con le stesse altre caratteristiche.

Esiste anche un terzo gettone simile con al diritto ROBERT KOCH, il medico di campagna della Prussia orientale che nel 1882 riuscì a isolare l’agente eziologico detto appunto ‘bacillo di Koch’. Per questa scoperta, avvenuta sei anni dopo quella del bacillo del carbonchio, Koch nel 1905 ottenne il premio Nobèl per la medicina.

I dati sono tratti dalla serie di gettoni ‘Storia metallica della TBC’ di Paolo Pitotto.

apollonia

Edited by apollonia
Link to comment
Share on other sites


Grazie @apollonia per l'esaustiva spiegazione; a questo punto la domanda è oltre al valore di argento contenuto e a quello storico, il gettone ha un valore di per sè? Collezionabile intendo

Link to comment
Share on other sites


a questo punto la domanda è oltre al valore di argento contenuto e a quello storico, il gettone ha un valore di per sè? Collezionabile intendo

A mio avviso sì. Anzi, un trittico del tuo gettone, quello di Koch e quello di Bartolomeo Eustachi o Eustachio (con due C nel gettone) che puoi trovare nel link sottostante, sarebbe un bell'insieme.

http://www.ebay.it/itm/MEDAGLIA-ITALIA-ARGENTO-SILVER-MEDICINA-BARTOLOMEO-EUSTACCHIO-TITOLO-925-/400423277167

Anche Bartolomeo è stato un illustre medico italiano, precisamente un anatomista del 1500 famoso per lo studio teorico della tuba auditiva destra (Tromba di Eustachio) e per altre scoperte (es. dotto toracico) e descrizioni di parti anatomiche (es. ghiandole surrenali, valvole coronarie, ossa craniche).

apollonia

Link to comment
Share on other sites


  • 1 year later...

Ciao.

 

Ho rinvenuto in un lotto di medaglie e gettoni in argento, la terza medaglia della serie, con l'effige del Dr. Robert Koch.

 

Cercando di identificarla, sono finito in questa ormai datata discussione. 

 

Ne posto le scansioni....così abbiamo completato il trittico:

 

 

6ejk9z.jpg

 

2eakn6g.jpg

 

Saluti. :hi:

Michele

Link to comment
Share on other sites


Ciao.

 

Ho rinvenuto in un lotto di medaglie e gettoni in argento, la terza medaglia della serie, con l'effige del Dr. Robert Koch.

 

Cercando di identificarla, sono finito in questa ormai datata discussione. 

 

Ne posto le scansioni....così abbiamo completato il trittico:

 

 

6ejk9z.jpg

 

2eakn6g.jpg

 

Saluti. :hi:

Michele

 

:clapping: 

 

apollonia

Link to comment
Share on other sites


  • 11 months later...

In vendita su eBay: FRANCE PARIS COLLEGE OF PHARMACY DUCAL JETON c1780.

 

post-703-0-85652100-1468252977_thumb.jpg   post-703-0-45026100-1468252991_thumb.jpg

 

Copper 32mm octagon, arms of the College de Pharmacie with to reverse arms of the college and Ducal arms surmounted by Ducal crown.

 

Interessante accostamento di stemmi sul rovescio, penso insolito. Che ne pensa Corbiniano?

 

 

apollonia

Link to comment
Share on other sites


@@apollonia

-----

Interessantissimo oggetto!

:good:

 

Il Collegio dei Farmacisti di Parigi ebbe vita breve: istituito nel 1777, venne abolito dai turbini della Rivoluzione nel 1796.

Questa medaglia, quindi, sembrerebbe rara.

E forse lo è, perchè finora ne ho trovate soltanto di un altro genere più tradizionale:

 

coins-tokens-paris-college-de-pharmacie-

(da: http://www.poinsignon-numismatique.com/coins_r5/tokens_c30/silver_p326/paris-college-de-pharmacie-jeton-argent-1778_article_6836.html)

 

Lo stemma del Collegio è presente una sola volta, al "dritto" (sull'altra faccia compare di solito una raffigurazione allegorica, un gallo [oltretutto simbolo della Francia] in lotta con un serpe).

Mancano i due stemmi al rovescio.

Dei quali, uno è sempre del Collegio.

L'altro credo sia di uno dei suoi rettori.

 

Il Collegio dei Farmacisti aveva sei rettori, due per ogni specializzazione: chimica, storia naturale, e botanica.

 

Utili informazioni si ricavano da:

- http://www.persee.fr/doc/pharm_0035-2349_1944_num_32_114_10309_t1_0051_0000_3

- http://www.jstor.org/stable/41298784?seq=1#page_scan_tab_contents

 

Una bella immagine dello stemma del Collegio è sugli ex dono dei libri della sua biblioteca, qui ne vedi uno:

http://www.biusante.parisdescartes.fr/histoire/medica/resultats/index.php?cote=pharma_res011372&p=3&do=page

 

Per ora non ho trovato altre medaglie del Collegio di forma ottagonale e con due stemmi.

Link to comment
Share on other sites


  • 2 months later...
Supporter

Mi chiedo perché al recto sia stata usata la lingua inglese.......

Link to comment
Share on other sites


59 minuti fa, sandokan dice:

Mi chiedo perché al recto sia stata usata la lingua inglese.......

Credo sia dovuto alla internazionalità della Dompè, la ditta produttrice il cui logo (D all’interno di un esagono) è in esergo del rovescio. Siamo nel 1853 quando Gian Antonio Dompé, cultore appassionato delle scienze chimico-farmaceutiche, apre una bottega di speziale in Piazza della Scala a Milano, ma già nel 1898 Onorato Dompé, continuando la professione del padre, fonda le Farmacie italo-inglesi che operano secondo standard britannici. Le produzioni galeniche trasformano il business tipico della farmacia: l’attività si sviluppa e viene costituita una catena di farmacie nelle principali città italiane.

Giovenale firma con inglese ok.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Grazie per le interessanti informazioni.

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...
  • 2 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.