Jump to content
IGNORED

senza parole........ altro spreco a pompei


Recommended Posts

A proposito, segnalo a chi fosse interessato che questa sera una parte della trasmissione Report (se ho ben capito l'ultima parte) sarà dedicata al tema della valorizzazione del patrimonio artistico. Mi permetto di riportare qui, copiandolo dal sito RAI, il tema del programma.

http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-0855445e-05ec-4a33-b643-302c29fc2b3c.html

Ddl semplificazione: AFFITTASI CAPOLAVORI

Un modo per valorizzare il nostro patrimonio artistico? Semplice, affittarlo all'estero, per 20 anni. L'avevano già proposto i senatori Razzi e Scilipoti, ora è nel Ddl semplificazioni. O almeno c'era, perché nel frattempo il ministero ha cambiato idea. Ma forse è troppo tardi.

Link to post
Share on other sites

BiondoFlavio82

Cari signori, tutti continuiamo ad auspicarci che l'italia cambi... ma l'italia è costituita dai suoi abitanti: lo Stato è solo un'invenzione giuridica, e la testa degli italiani non cambierà mai! Fondamentalmente nelle ferraginose amministrazione e giurisprudenza molti trovano la maniera di giocare liberamente e abilmente (in una società con poche e chiare leggi, con pochi e ben strutturati uffici amministrativi con ben definite competenze questo non sarebbe possibile).

Puntiamo il dito verso i politici maiali e corrotti, che noi stessi abbiamo votato (credendo ogni volta alle str..zate che ci propinano).

Ci infastidiamo quando una normativa comune in altri paesi europeri non trova applicazione in italia o la trova in maniera distorta... Ma perché le normative nazionali trovano il medesimo riscontro in tutte le regioni di questa pur piccola penisolotta?

La scuola, riformata 100 volte, e sempre con esiti più nefasti! Gli insegnanti di scuola media e superiore...? Guai a intaccare il loro orto recintato con l'alta tensione!

La scuola, sempre lei, dovrebbe formare le menti degli italiani di domani: ma insegnanti italiani di oggi modelleranno cittadini italiani di domani tali e quali a quelli di oggi... Forse solo tra 50 anni le cose cambieranno: con l'afflusso di indiani, pakistani, rumeni, egiziani, ecc. ecc. qualcosa cambierà, ma non so se in meglio o in peggio. Non vorrei che della nostra identità restasse solo il modo di fare "all'italiana". Le nostre origini linguistiche sono già belle che sepolte: nella medaglia vaticana per papa Francesco l'incisore (italiano) non ha inteso neppure il nome di Cristo!! ed era una medaglia per il Vaticano! http://www.korazym.org/wp-content/uploads/2013/10/08B3-Foto-Prima-Medaglia-Francesco.jpg

http://www.lamoneta.it/topic/39402-medaglie-ufficiali-di-citta-del-vaticano/page-12

Edited by BiondoFlavio82
Link to post
Share on other sites

BiondoFlavio82

@@fabione191 La cosa peggiore è che loro discendono dai Barbari

ma... da qualche parte... (forse nella Germania)... non è che lo stesso Tacito riconosceva la società ancora sana di quelle tribù germaniche, ancor più se rapportate alla corruzione della classe dirigente romana? Son passati 19 secoli, qualche decina di dominazioni, e nulla è cambiato. Voi vorreste che le cose cambiassero ora in pochi anni?! :crazy: :crazy: (si fa prima a cambiare Paese)

Edited by BiondoFlavio82
Link to post
Share on other sites

alessandr0

Quello che dici è Giusto, ma lo stesso Tacito non era un Germanico è triste pensare che la culla della civiltà sia tanto stata derubata da soprusi e umiliazioni di chi non conosceva la parola e la filosofia. ( esempio odierno per la Grecia ) e gli inglesi che incassano soldi da Pompei quando la la Storia insegna quanto abbiano e continuino a sminuire gli Italiani l'Italia ed il Sud.
La Nascita del problema è nel mio primo Messaggio.
Chi conosce l'italsider ?
E chi l'ha voluta ? Che cosa ne è rimasto ?
" Nata per iniziativa di industriali del settentrione " (nei primi anni del 900') .
Hanno fatto di Tutto per affondare il Sud Italia,di tutto.

Edited by alessandr0
Link to post
Share on other sites

numa numa

Mi sembra un articolo di pura propaganda politica. Non vedo quale sia la sua utilità su questo forum.

...

Io invece di attinenza ne vedo eccome.

Anzi, rilancio: una mostra su Pompei l'avrei vista bene ovunque!

Si dovrebbe fare di tutto per alzare l'attenzione delle nostre autorità culturali sul degrado di un sito che tutto il Mondo ci invidia.

E il successo di questa mostra mette bene in evidenza due cose:

1. L'importanza che a livello internazional si attribuisce al nostro sito archeologico (probabilmente maggiore importanza di quanta se ne attribuisca in Italia)$

2. La capacità di un eccellente museo quale il British di organizzare una mostra di grande successo su un tema tutto sommato alieno alla loro cultura di origine.

A quando una bella mostra alle Scuderie del quirinale su Stonehenge che faccia i numeri di questa di Pompei.

Inutile mettere la testa sotto la sabbia, è solo dal confronto con gli altri che possiamo misurare se siamo piu' o meno bravi.

Link to post
Share on other sites

BiondoFlavio82

... ma lo stesso Tacito non era un Germanico...

no...! davvero? e io che lo avevo sempre immaginato biondo con gli occhi azzurri :D :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Edited by BiondoFlavio82
Link to post
Share on other sites

andrea.cantori

interessante questa discussione... con un pò di sorpresa... trovarla su un sito di numismatica. Ma è attinente sicuramente alle passioni degli internauti qui presenti. Premetto che sono giudizi personali e che pescano dalla mia esperienza lavorativa (lavoro nel campo della consulenza e lobby per le PMI) e premetto che non sono un grande estimatore di questo governo... Sono venuto a conoscenza del ministro Bray solo dopo la sua nomina... da quello che però ha fatto devo dire che l'anonimo (per me.. poi chi è del settore forse lo conosceva) Bray è stata l'unico coniglio sorpresa uscito dal cilindro governativo.

Forse vi sarà capitato di leggere che prima di iniziare si è fatto un giretto tra le località più complesse in termini di problemi, in totale anonimato con treni e bicicletta... Caserta, Pompei, Napoli... i giornali ogni tanto lo sbeccavano per qualche post o foto rubata da sorpresi turisti. La strategia è giusta e qualche consulente aziendale serio la consiglia come metodo per approcciare il passaggio generazionale... fatti un giro nella tua azienda da anonimo, visita gli impianti produttivi, parla con chi li gestisce.. senti "l'aria che tira" per farti un'idea dei problemi che ci sono e di cosa pensa chi lavora sul campo. L'inizio quindi è promettente.

Questione commissario con i 25 annessi (il decreto parla di fino a 20 tecnici e 5 consulenti per un team pluridisciplinare... ha una sua logica). Il decreto prevede lo spacchettamento dalla sovraintendenza di Napoli - Caserta, quindi il commissario diventa autonomo con poteri decisionali (appalti e quant'altro), controllo. Ebbene a naso, generalmente si fa così quando non ti fidi, ritieni che la struttura che gestiva prima sia compromessa e ti occorra un centro di costo diretto che assume responsabilità (lui decide, da lui vai se succede qualcosa.. insomma hai responsabilità certa). Lo collego al fatto che dopo pochi giorni (prima o dopo non ricordo) le forze dell'ordine sono intervenute nei cantieri (3 mi pare) aperti per i restauri per sospetto di infiltrazioni. Tanto per capirci... si presenta come autonomia ma in realtà si commissaria.

Altro vantaggio è che si velocizza il tutto. I fondi europei per i restauri scadono nel 2015. Le procedure di appalto sono complicate e le infiltrazioni in quell'area sono all'ordine del giorno.

Per i tecnici.... ora i 5 hanno il loro senso perchè l'industria del turismo è fortemente legata al contesto. Per far visitare un luogo ti occorrono: 1) logistica: con che cosa si muove la gente (treni, metrò, bici, auto, etc.); i mezzi presenti funzionano, sono a posto, sono adeguati o sottostimati o sovrastimati (che è un danno lo stesso perchè butto via soldi se non ho un numero sufficiente di viaggiatori); si presentano decentemente o chi viene si confonde con le banlieu parigine? 2) il sistema di accoglienza: è adeguato (tipologia di strutture); sono allineate agli standard della clientela (orari, pulizia, accoglienza... tanto per intenderci parlano la maggior parte delle lingue dei turisti presenti.. inglese, tedesco, francese, russo, cinese, etc.); dove sono collocate (hanno vicino mezzi pubblici per portare la gente almeno all'aeroporto o alla stazione.. o per lo meno navette a disposizione); 3) il sistema informativo: vi sono punti di informazione adeguati; hanno strumenti adeguati (es. si può andare incontro alla moda dei codici sui cartelli che li passi con l'iphone, ma se hai la maggior parte dei visitatori con età media alta... forse prima è meglio che curi il cartaceo...); gli strumenti sono tarati e aggiornati (.. sempre il nostro famoso codice sui cartelli.. bravi.. ma se non hai anche un sistema informativo che ti dice che oggi c'è sciopero o che alcune parti di pompei non sono fruibili per restauri... insomma ste cose vanno aggiornate... altrimenti non hanno senso); presentano una manutenzione decente (.. e poi ti ritrovi il nostro codice coperto dalla gomma da masticare di qualche ragazzino un pò troppo esuberante e la gomma rimane li per anni); presenta un sistema di feed back (il turista trova la gomma, trova il tutto incivile e magari trova anche necessario sfogarsi con una lamentela... dove la può fare? come la può fare? poi qualcuno interviene.. perchè se si può lamentare e non succede niente.. vi assicuro che è peggio!); 4) sicurezza... beh qui lascio stare perchè la lista è lunga e in quella zona bisognerebbe lavorarci molto.

Ora, credo che questo possa bastare per farsi un'idea dei problemi che sono dietro a Pompei.. immaginate quali problemi ci sono nella gestione di un sistema paese come l'Italia che di problemi ne ha incancreniti da decenni.

Ultima osservazione.. è logico che con la strategia del commissario... dipende da chi nomina e chi è il nominato.. tutto quello che dico va a farsi benedire se poi lo si utilizza impropriamente (ovvero piazzo il trombato di turno in parlamento!). come dire... è sempre la stessa storia: lo strumento è corretto come il coltello.. dipende da chi lo utilizza e che cosa ci fa.. ma io sinceramente sono abituato a giudicare dopo i risultati (se ce ne sono). un saluto a tutti.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.