Jump to content
IGNORED

Monete/gettoni micronazionali


sebeto2013

Recommended Posts

sebeto2013

Salve da qualche anno mi sono interessato a quella che potrebbe essere una sezione interessante da trattare e cioè le " monete/gettoni o banconote " delle cosidette Micronazioni tipo Sealand,Seborga,Hutt River,Molossia, ecc. Sono interessanti,simpatiche e molto fantasiose . Vi chiedo se al forum interessa l'argomento ,in quale sezione eventualmente parlarne e se in futuro aprire una sezione . Mi mandarono dalla Germania anche dei cataloghi (una sorta di Gigante di questi oggetti ) dove il fenomeno sia culturalmente che economicamente non viene sottovalutato . Vi chiedo un parere .

Link to post
Share on other sites

vitt.emanumi

Indubbiamente alcune sono esteticamente belle ma molte sono coniate sono per collezionisti a scopi puramente speculativi quindi mancando il requisito della circoalzione e a volte dell'autorità emittente, per me non è una moneta. (gusti personali!)

Link to post
Share on other sites

Utente.Anonimo3245

Non conoscevo nemmeno l'esistenza di una nazione chiamata Molossia, dove si trova di preciso?

Penso sia interessante vedere monete/banconote coniate da paesi poco conosciuti, almeno vedremo oggetti inusuali.

Sono molto curiosa in merito, anche se sono solo emissioni per collezionisti sarà sempre interessante.

Credo tu possa usare la sezione "Monete Estere", come suggerito da Donty, e la sezione "Banconote e Scripofilia" per le banconote.

Sarebbe bello, per avere continuità nella discussione e non perderne qualcuna, poterle vedere tutte in una sola discussione, che potresti intitolare "Monete delle Micronazioni" e/o "Banconote delle Micronazioni".

Aspetto le tue discussioni, citami per favore quando le aprirai. Grazie, ciao, Giò

Link to post
Share on other sites

sebeto2013

Indubbiamente alcune sono esteticamente belle ma molte sono coniate sono per collezionisti a scopi puramente speculativi quindi mancando il requisito della circoalzione e a volte dell'autorità emittente, per me non è una moneta. (gusti personali!)

Indubbiamente ,ma non bisogna sottovalutare nessun fenomeno .So che alcuni hanno circolazione in ambito del proprio territorio rivendicato e come buoni sconto ( tipo La Repubblica di Alcatraz in Italia del figlio di dario Fo oppure Christiana ) ( le banconote buono sconto sta prendendo piede in questo periodo in crisi sia negli U.S.A che anche a llivello sperimentale in alcune zone di europa come nel parco del Pollino in Calabria ). Posterò nelle sezioni che mi avete indicato sia le monete che le banconote ,ogni post per ogni Micro.

Link to post
Share on other sites

heineken79

Salve da qualche anno mi sono interessato a quella che potrebbe essere una sezione interessante da trattare e cioè le " monete/gettoni o banconote " delle cosidette Micronazioni tipo Sealand,Seborga,Hutt River,Molossia, ecc. Sono interessanti,simpatiche e molto fantasiose . Vi chiedo se al forum interessa l'argomento ,in quale sezione eventualmente parlarne e se in futuro aprire una sezione . Mi mandarono dalla Germania anche dei cataloghi (una sorta di Gigante di questi oggetti ) dove il fenomeno sia culturalmente che economicamente non viene sottovalutato . Vi chiedo un parere .

Sarei interessato al catalogo... titolo? o da chi l'hai preso?

Anche in MP.

Grazie

Link to post
Share on other sites

Utente.Anonimo3245

interessante ,crea una discussione in monete estere

per @@Giovanna molossia si trova vicino dayton , nevada usa

Grazie, ed io che pensavo si trovasse in Asia...provo a cercarla in internet, a questo punto qualche notizia in più ci vuole. Ciao e grazie.

Link to post
Share on other sites

heineken79

Secondo me una sezione apposita non serve, si può spalmare il tutto nelle varie già esistenti.

E' utile però credo inquadrare bene ciò di cui stiamo parlando, perchè da quello che ho letto se ne sa poco e si tende a "mescolare".

Personalmente sono molto affascinato da questo fenomeno (monete-gettoni e buoni cartacei o di plastica), soprattutto perchè è di chiara derivazione filatelica (che seguo parimenti), che ha avuto il suo boom negli anni '70.

Gli anglofoni chiamano questi francobolli bogus o cinderella stamps.

I filatelisti più puri li classificano sotto la denominazione monnezza.

La loro nascita, nè più nè meno di ciò che accade oggi per le "monete e banconote" di cui parliamo, è dovuta principalmente alla voglia di fregare il collezionista e spennarlo ben bene.

Per chi ha tempo e voglia di approfondire qui c'è una delle storie di più conosciute e clamorose in ambito filatelico (in inglese): http://www.tuvaluislands.com/stamps/LOW_story.htm

Veniamo ad oggi (come allora) esistono diverse macrocategorie di emissioni:

- stati esistenti e riconosciuti ma emissioni non autorizzate / di fantasia / comunque illegali: i motivi sono tanti, mancano autorità centrali, ci sono dittature, guerre e chi più ne ha più ne metta. Es: la Somalia è il più conosciuto con le sue "monete" a forma di chitarra e una serie di emissioni in dollari somali inesistenti. Oppure le Faer Oer che non coniano monete ma stampano solo banconote legate alla corona danese.

- territori esistenti ma facenti parte di altre nazioni. Es: le Galapagos (Ecuador), Kerguelen (TAAF - Francia) e l'Isola di Pasqua (Cile) che ovviamente non emettono moneta e sono dipendenze amministrative dei rispettivi stati quando non territori remoti e/o disabitati.

- Artide ed Antartide che sono a sé stanti (diciamo così) ma di cui alcuni territori o porzioni di essi sono rivendicati da diversi stati scopritori o colonizzatori.

- territori esistenti sulla carta ma politicamente ed amministrativamente molto bordeline o comunque non riconosciuti. Es.: la Palestina, la Rep. del Sahrawi

- territori inesistenti, comunità e presunti stati rivendicati. Es.: Christiania, Hutt River, Seborga.

Per approfondimenti vedi Wikipedia:

http://it.wikipedia.org/wiki/Micronazione

http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_delle_micronazioni

Ho lasciato per ultimo e fuori dal coro, sicuramente l'esempio più interessante che è stato citato ma che con le micronazioni, i bogus e i gettoni non c'entra nulla.

E cioè il succedaneo della moneta o valuta complementare, che ha preso parecchio piede in Gran Bretagna e da noi muove timidi passi.

Si tratta sostanzialmente ed in parole semplice di una valuta - scambiabile con l'euro, per l'Italia - accettata localmente in un limitato territorio ed in determinate attività per permettere lo sviluppo dell'economia locale, espletata principalmente in buoni spendibili come banconote o buoni sconto (che andavano di moda anni fa).

Ovviamente gli inglesi hanno più lungimiranza e hanno raffinato il sistema con buoni a tempo (cioè se non li spendi entro una determinata data scadono e non li può più convertire in sterline) oppure ad interesse negativo (es. 1 sterlina=1 buono con interesse di -5% mensile, quindi se non li spendi subito quando li riconverti ci perdi il 5% mensile calcolato su base giornaliera, la differenza la incamera l'emittente).

In più sono anche furbi perchè se li vendono come oggetto da collezione.

Qualche esempio: http://thelewespound.org/ - http://brixtonpound.org/ - http://bristolpound.org/ - http://www.stroudpound.org.uk/ - http://www.totnespound.org/

Valuta complementare inglese: http://www.reconomy.org/complementary-currencies/

Per approfondimenti su Wikipedia:

http://it.wikipedia.org/wiki/Valuta_locale

http://it.wikipedia.org/wiki/Valuta_complementare

Edited by heineken79
Link to post
Share on other sites

heineken79

Grazie, ed io che pensavo si trovasse in Asia...provo a cercarla in internet, a questo punto qualche notizia in più ci vuole. Ciao e grazie.

Non credo la troverai su un atlante...

http://www.molossia.org/

Un elemento comune a tutto ciò che ho detto sopra è che nei siti di presentazione di queste "repubbliche" c'è sempre una sezione SHOP <_<

http://www.molossia.org/bank.html

Edited by heineken79
Link to post
Share on other sites

heineken79

sono da 10935 giorni in guerra contro la germania est e chiedono di comprare i titoli di stato per aiutare l'esercito per finire la guerra! :shok::shok::shok::shok: :shok: :shok::shok:

:rofl: :rofl: :rofl: :rofl: :rofl: :rofl: :rofl: :rofl:

Link to post
Share on other sites

luke_idk

E, soprattutto, fate attenzione alle emissioni di fantasia, tipo quelle delle Kerguelen, etc.

Diverso il caso dei territori esterni che emettono monete ufficiali. Alcuni lo hanno fatto in passato come, ad esempio, le Faer oer anche se, in realtà, era il Regno Unito ad emetterle, durante l'occupazione con il consenso danese.

Link to post
Share on other sites

sebeto2013

Salve come invitatao c'è un topic aperto sarebbe interessante spostare le discussioni in monete estere monete micronazionali così si potrà affrontare la cosa in modo organico.

Link to post
Share on other sites

Veniamo ad oggi (come allora) esistono diverse macrocategorie di emissioni:

- stati esistenti e riconosciuti ma emissioni non autorizzate / di fantasia / comunque illegali: i motivi sono tanti, mancano autorità centrali, ci sono dittature, guerre e chi più ne ha più ne metta. Es: la Somalia è il più conosciuto con le sue "monete" a forma di chitarra e una serie di emissioni in dollari somali inesistenti. Oppure le Faer Oer che non coniano monete ma stampano solo banconote legate alla corona danese.

- territori esistenti ma facenti parte di altre nazioni. Es: le Galapagos (Ecuador), Kerguelen (TAAF - Francia) e l'Isola di Pasqua (Cile) che ovviamente non emettono moneta e sono dipendenze amministrative dei rispettivi stati quando non territori remoti e/o disabitati.

- Artide ed Antartide che sono a sé stanti (diciamo così) ma di cui alcuni territori o porzioni di essi sono rivendicati da diversi stati scopritori o colonizzatori.

- territori esistenti sulla carta ma politicamente ed amministrativamente molto bordeline o comunque non riconosciuti. Es.: la Palestina, la Rep. del Sahrawi

- territori inesistenti, comunità e presunti stati rivendicati. Es.: Christiania, Hutt River, Seborga.

C'è anche un'altra categoria: quella degli stati non presenti sulle carte perchè non riconosciuti ufficialmente da nessuno, o riconosciuti da un singolo paese al mondo, ma de facto esistenti a tutti gli effetti (Somaliland, Cipro nord, Transinistria, Abkazia, Ossezia del nord).

Il caso dell'Antartide è molto particolare, nel senso che il trattato internazionale che ne regola lo status vieta di accampare pretese territoriali su di esso, ma quei paesi che le avanzano lo stesso lo fanno con modalità diverse:

- Francia, UK, Norvegia, Australia e Nuova Zelanda considerano i settori da loro rivendicati come dipendenze esterne senza una valuta "coloniale" propria, in cui per estensione ha corso legale quella nazionale.

- Argentina e Cile considerano i settori rivendicati (che si sovrappongono in parte fra loro e contemporaneamente anche a quello britannico) come provincie, quindi come semplici suddivisioni amministrative dello stato, per cui dal loro punto di vista il peso argentino e quello cileno hanno automaticamente corso legale nelle rispettive porzioni.

Il settore esplorato per primo dagli USA è ufficialmente una vera e propria terra di nessuno, perchè gli USA hanno sempre rifiutato le rivendicazioni territoriali sull'Antartide e quindi mai ne hanno accampate neanche sulla zona prima comunemente attribuita a loro in quanto da loro esplorata.

Edited by ART
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.