Jump to content
IGNORED

banconote regno d'italia


foggiu
 Share

Recommended Posts

Buongiorno, tra le tante ho trovato queste tre banconote. In realtà colleziono principalmente monete e non me ne intendo tanto. Qualcuno sa dirmi qualcosa in merito?

Grazie a tutti in anticipo

post-25954-0-14350400-1383915377_thumb.j

post-25954-0-94343500-1383915495_thumb.j

post-25954-0-15896700-1383915688_thumb.j

post-25954-0-32113700-1383915694_thumb.j

post-25954-0-12357500-1383915749_thumb.j

post-25954-0-39456700-1383915808_thumb.j

Edited by foggiu
Link to comment
Share on other sites


Sono banconote comuni in stato di conservazione molto basso, MB.

Non hanno valore, un paio di euro forse.

Quella da 50 Lire qualcosa vale se in conservazione superiore al BB, in FDS anche 100 euro, mentre le altre 2 valgono poco anche in FDS, circa 10-15 euro a pezzo.

Link to comment
Share on other sites


Entrando un po' più nel dettaglio, quella da 2 lire non è, tecnicamente, una banconota (emessa da una banca), ma un Biglietto di Stato a corso legale. Venivano emessi direttamente dal Ministero del Tesoro, senza il tramite della Banca d'Italia, gli ultimi sono stati quelli da 500 lire, tipo Aretusa e Mercurio.

Stessa cosa per il biglietto da 5 lire, per il quale è da notare un'altra particolarità. E' stato infatti emesso durante il periodo della Luogotenenza di Umberto, dal giugno 1944 al maggio 1946, quando Vittorio Emanuele III, pur senza abdicare formalmente, passò i poteri e l'amministrazione del Regno al figlio Umberto.

Questo biglietto, non porta più l'intestazione "Regno d'Italia", come quello da 2 lire, ma, semplicemente, "Italia". Questo perché, non sapendo quale forma istituzionale avrebbe assunto il paese dopo la fine della guerra, si preferì questa iscrizione generica, buona per tutte le forme di governo :rolleyes: (naturalmente i Biglietti di Stato emessi dopo il 1946 portano la dicitura "Repubblica Italiana").

Sempre al periodo luogotenenziale appartiene il biglietto da 50 lire, che però è una vera e propria banconota, in quanto emesso dalla Banca d'Italia.

Come ti ha già detto ray-ban, sono tutti biglietti comuni, per i quali, in questa conservazione, non ha senso parlare di valore economico.

petronius :)

Link to comment
Share on other sites


grazie delle informazioni, le ho comprate da un signore che le aveva in casa per meno di dieci euro, ma mi interessa il valore storico, immaginavo non avessero gran valore economico, anche se non si sa mai. Grazie ancora per le risposte

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.