Jump to content
IGNORED

Società di Mutuo Soccorso Bassano 1870


Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

ho questa banconota (anche se di banconota probabilmente non si può parlare) del 1870.

Le dimensioni sono 8.5 X 4.8 cm

Non riesco a trovarne informazioni. Avete idea di cosa si tratti?

Grazie mille in anticipo

post-38347-0-80242500-1384506397_thumb.j

Link to post
Share on other sites

petronius arbiter

E' un Biglietto Fiduciario emesso dalla Società di Mutuo Soccorso degli Operai di Bassano (VI) che, oltre al tuo, da 25 centesimi, ne ha emesso anche un altro da 50 centesimi.

Con il nome di circolazione fiduciaria si intende il fenomeno, verificatosi in Italia pochi anni dopo l'Unificazione, che portò all'emissione da parte di Banche, Enti Pubblici, commercianti, associazioni di vario genere (come quella del tuo biglietto), di biglietti cartacei, per sopperire a una grave carenza di moneta metallica spicciola, dovuta principalmente all'istituzione del corso forzoso delle banconote.

Copio/incollo da un'altra discussione :

Il 30/7/2007 alle 19:58, petronius arbiter dice:

Tra i numerosi problemi che il neonato Regno d'Italia si trovò ad affrontare, ci fu anche quello dell'unificazione della moneta circolante nella penisola.

Ad aggravare le cose si aggiunse una progressiva carenza di moneta metallica divisionale; diverse furono le cause che determinarono la progressiva scomparsa della moneta, in particolare quella in argento, ma la principale può essere individuata nella sfiducia che buona parte della popolazione nutriva nei confronti di un Regno sorto, più che per effettiva volontà generale (il Risorgimento fu affare di pochi), per una fortunata serie di occasioni politiche abilmente sfruttate dai Savoia.
I quali stavano preparando un'altra guerra (quella per la liberazione del Veneto), la qual cosa fece correre voce che, in caso di sconfitta, le banconote italiane sarebbero diventate carta straccia.
Come conseguenza, il cambio delle banconote in monete metalliche raggiunse, e a volte superò, un aggio del 12% (cioè, se io voglio da te una moneta da 100 lire, devo darti banconote per 112 lire dry.gif).

In previsione della guerra con l'Austria, il governo ottenne dalla Banca Nazionale (il più importante Istituto di Credito e di emissione dell'epoca) un prestito di 250 milioni di lire, ed in cambio, con R.D. 1° maggio 1866 impose il corso forzoso delle banconote emesse da questo Istituto, che nel testo del decreto viene formalmente chiamato per la prima volta Banca Nazionale nel Regno d'Italia.

L'adozione di questo provvedimento generò il panico tra la popolazione, e provocò aspre polemiche politiche; la stampa si divise ma, in larga parte, diede voce all'insoddisfazione generale sottolineando l'autoritarismo di un atto che imponeva l'accettazione di una moneta emessa senza controvalore metallico, e quindi garantita solo dalla fiducia nell'emittente.

L'instaurazione del corso forzoso eliminò l'aggio del cambio tra monete e banconote, cambio peraltro sempre più difficile da ottenere perché le monete metalliche subirono un'ulteriore rarefazione, dovuta anche all'aumento del prezzo dell'argento che era stato accaparrato da speculatori sia italiani che stranieri.

Il corso forzoso delle banconote venne abolito nel 1884; negli anni in cui fu in vigore, per sopperire alla mancanza di moneta spicciola molti Istituti di credito emisero biglietti cartacei, in genere (ma non sempre) di piccolo taglio; un fenomeno per certi versi simile a quello dei mini-assegni degli anni '70 del secolo scorso, e che prese il nome di circolazione fiduciaria.

Venendo al tuo biglietto, purtroppo in scarsa conservazione, il catalogo Gavello (Cartamoneta Italiana, 1996) lo classifica R2, con un valore in lire, per una conservazione in B, di 25.000.

Rapportato a oggi, credo che questo valore possa aggirarsi tra i 20 e i 30 euro.

petronius :)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.