Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Derpas

25 lire Banca Cattolica del Veneto del 1945

Risposte migliori

Derpas

Un saluto a tutti e Buone Feste,

desideravo conoscere qualcosa su questa banconota che allego al topic.

Grazie a tutti coloro che mi aiuteranno.

post-7810-0-45710300-1388163965_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Un pezzo molto interessante dal punto di vista storico.

Si tratta di un assegno a taglio fisso, del tipo emesso durante la RSI per fronteggiare una forte carenza di banconote della Banca d'Italia. Il fatto poi che il tuo assegno porti la data del 7 giugno 1945 fa ritenere che tale pratica sia continuata per qualche tempo anche dopo la fine della Repubblica Sociale.

Molte banche furono autorizzate dal governo di Salò ad emettere assegni (circolari, bancari, vaglia cambiari) che avevano corso come cartamoneta ufficiale e venivano rilasciati in tagli fissi, prestampati (come il tuo) o apposti con timbri.

Caratteristica comune e necessaria di questi assegni era che il beneficiario fosse un funzionario della banca emittente (nel tuo caso il Cassiere) che poteva girare l'assegno con la dicitura al verso "Fate circolare come contante" o "Pagate al Portatore"...nel tuo c'è scritto qualcosa al retro?

La Banca Cattolica del Veneto è una delle banche (poco più di 50) che hanno emesso questi assegni. Si conoscono di questa banca tagli da 25 lire (due tipi), 50, 100 e 1.000 lire.

Mi riesce difficile quantificare con precisione il valore, si tratta senz'altro di un biglietto di una certa rarità, viste tuttavia le condizioni, starei nell'ordine delle decine di euro.

petronius oo)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Derpas

Un pezzo molto interessante dal punto di vista storico.

Si tratta di un assegno a taglio fisso, del tipo emesso durante la RSI per fronteggiare una forte carenza di banconote della Banca d'Italia. Il fatto poi che il tuo assegno porti la data del 7 giugno 1945 fa ritenere che tale pratica sia continuata per qualche tempo anche dopo la fine della Repubblica Sociale.

Molte banche furono autorizzate dal governo di Salò ad emettere assegni (circolari, bancari, vaglia cambiari) che avevano corso come cartamoneta ufficiale e venivano rilasciati in tagli fissi, prestampati (come il tuo) o apposti con timbri.

Caratteristica comune e necessaria di questi assegni era che il beneficiario fosse un funzionario della banca emittente (nel tuo caso il Cassiere) che poteva girare l'assegno con la dicitura al verso "Fate circolare come contante" o "Pagate al Portatore"...nel tuo c'è scritto qualcosa al retro?

La Banca Cattolica del Veneto è una delle banche (poco più di 50) che hanno emesso questi assegni. Si conoscono di questa banca tagli da 25 lire (due tipi), 50, 100 e 1.000 lire.

Mi riesce difficile quantificare con precisione il valore, si tratta senz'altro di un biglietto di una certa rarità, viste tuttavia le condizioni, starei nell'ordine delle decine di euro.

petronius oo)

Grazie Petronius del tuo intervento veloce, risposta completissima ed esaustiva.

Ti allego il retro del biglietto.

Grazie

post-7810-0-90969900-1388169504_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

@@petronius arbiter:

anche questo assegno che allego, emesso dalla Cassa di Risparmio di Pisa, può essere considerato un assegno "a taglio fisso" della RSI?

E' stato emesso il 15-05-1944 e girato al Direttore della stessa banca

Al retro, però, ci sono le girate e anche i timbri di quietanza.... :wacko:

post-3417-0-57585600-1388172870_thumb.jp

Modificato da apulian

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Sì, anche quelli della Cassa di Risparmio di Pisa sono assegni dello stesso tipo, le girate potevano essere di vario genere, il tuo dopo diversi passaggi dovrebbe essere stato convertito in moneta sonante e perciò, quietanzato.

Gli assegni della Cassa di Risparmio di Pisa sono quelli che si trovano più facilmente, i tagli sono da 50, 100 e 500 lire, allego quello da 50 lire dalla mia collezione.

petronius :)

post-206-0-97387900-1388176348_thumb.jpg

post-206-0-17630500-1388176367_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×