Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Legio II Italica

Problemi di valutazione delle monete antiche

Risposte migliori

Legio II Italica

Mi presento , sono un nuovo iscritto al Forum , mi interesso di storia romana e un po' di monetazione , dalla Repubblicana a quella Imperiale , da decenni , principalmente sotto l'aspetto storico/teorico ; come collezione e' scarsissima , ho solo pochissimi esemplari che rappresentano eventi storici particolari , non mi interessano le solite , comuni e ripetitive allegorie dei rovesci , per questo motivo di reperibilita' , oltre che economico data la tipologia , ho monete di conservazione MB ; fatta questa breve premessa gradirei un vostro commento , anche critico , sul tema del titolo della discussione , ma in generale , tralasciando il mio interesse personale .

Tutti sappiamo che il collezionista di monete antiche o moderne predilige quelle di conservazione compresa tra BB/SPL , relegando quelle di classificazione MB , nel regno delle scadenti , di nessuno o scarso interesse sia a livello collezionistico che economico , questa drastica separazione mi sembra comprensibile e condivisibile per le monete recenti e moderne , ma molto discutibile per le monete antiche ; infatti , parere personale , una moneta "vissuta" cioe' che e' passata di mano tra gli antichi "catturando" e "imprimendo" nel suo tondello non piu' perfetto e completamente leggibile , eventi di storia e di stati d'animo dei possessori , possiede e ci tramanda un fascino particolare ed unico , che una moneta bellissima o quasi perfetta non puo' trasmetterci , proprio perché non ha od ha pochissimo "vissuto" la storia del tempo . Tutto questo probabilmente e' pura teoria ; scusate questa divagazione forse un po' illusoria , ma spero di ricevere qualche vostra opinione in merito .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

innanzitutto... benvenuto! :)

Tutti sappiamo che il collezionista di monete antiche o moderne predilige quelle di conservazione compresa tra BB/SPL , relegando quelle di classificazione MB , nel regno delle scadenti , di nessuno o scarso interesse sia a livello collezionistico che economico , questa drastica separazione mi sembra comprensibile e condivisibile per le monete recenti e moderne , ma molto discutibile per le monete antiche ; infatti , parere personale , una moneta "vissuta" cioe' che e' passata di mano tra gli antichi "catturando" e "imprimendo" nel suo tondello non piu' perfetto e completamente leggibile , eventi di storia e di stati d'animo dei possessori , possiede e ci tramanda un fascino particolare ed unico , che una moneta bellissima o quasi perfetta non puo' trasmetterci , proprio perché non ha od ha pochissimo "vissuto" la storia del tempo

.

.... Ma lo sai che sono molto d'accordo con te?

Anche perchè personalmente le diatribe tipo "... è BB ... no, MB ... no, che ne so..." spesso le trovo aleatorie.

Trovo i parametri di valutazioni molto personali e poco standardizzabili. Infatti in collezione non ho inserito nel cartellino lo stato di conservazione. Questo senza essere un "talebano delle monete BB", come affermava un utente del Forum. Apprezzo le monete di qualità ma non disdegno monete più vissute ma comunque... istantanee di periodi storici..

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao Illyicum , grazie del tuo apprezzato commento , le classificazioni Mb/bb , che poi sono la stragrande maggioranza delle monete antiche , sono relativamente facili ad essere definite , facile per le spl ; si classificano MB quando le scritte sono difficilmente o quasi non leggibili , i volti e le simbologie dei rovesci piuttosto lisce e con pochi dettagli , mentre il modulo puo' essere integro , rotondo , anche deformato o con fratture di conio , come alcuni sesterzi del terzo secolo ; le classificazioni BB si riconoscono dalle scritte ben leggibili anche se non in rilievo o in piccola parte mancanti , i volti e le simbologie dei rovesci dai profili evidenti e con i dettagli parzialmente o interamente ben in rilievo , moduli rotondi o deformati ma senza fratture ; il difficile sono le fasi intermedie tra MB+ , qBB , BB+ ma qui si filosofeggia invano . Naturalmente non esiste uno standard o un prontuario per queste diverse classificazioni , ma grosso modo questo e' quello accettato dai piu' , poi ognuno si regola a sua interpretazione , comunque fai bene a non fissarti sulle classificazioni , la cosa importante e che ogni moneta comprata susciti in noi interesse e stimoli la fantasia al di la del fattore economico .

Ciao

Legio II Italica

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

i parametri di classificazione generalmente utilizzati li conosco... ma non sempre la moneta corrisponde appieno ai parametri da applicare. E se scorri le valutazioni di case d'asta spesso -sarà una mia sensazione- sono più generose rispetto a quanto appare. A prescindere che i +, ++, -, -- ... :D

Naturalmente non esiste uno standard o un prontuario per queste diverse classificazioni , ma grosso modo questo e' quello accettato dai piu' , poi ognuno si regola a sua interpretazione , comunque fai bene a non fissarti sulle classificazioni , la cosa importante e che ogni moneta comprata susciti in noi interesse e stimoli la fantasia al di la del fattore economico

Questo la sostanza. Alla fine dei conti anche un BB- per il proprietario può avere un valore enorme.

Quand'ero piccino avevo a casa un antoniano di Diocleziano trasmesso per via familiare. Lo ricordo ancora... un CONCORDIA MILITVM. Spatinato, con una neo-patina marrone sulle superfici. Per me, bambino amante della storia antica, aveva un valore inestimabile, lo rigiravo tra le mani come fosse una meraviglia. Pensavo a chi lo aveva avuto in mano migliaia d'anni prima, a cosa "aveva visto", alle combinazioni fortuite che lo avevano portato a me....

Ritengo che sia un'esperienza più o meno comune, con le varianti del caso, in quasi tutti coloro che amano le monete antiche.

Ecco, a prescindere da tutto, talvolta bisognerebbe ripescare in noi quel che resta di quel bambino affascinato... e lasciare perdere le fredde e distaccate classificazioni.

Attacco di romanticismo in questa giornata uggiosa e grigia? :D

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ianva

Ecco, a prescindere da tutto, talvolta bisognerebbe ripescare in noi quel che resta di quel bambino affascinato... e lasciare perdere le fredde e distaccate classificazioni.

:)

Grande :) io colleziono ancora con lo stesso spirito di quando ero alle elementari. Colleziono seguendo l'emozione e il "mi piace". La vita è già molto complessa, lasciamo che gli hobby siano un piacere puro :) . Chiaramente i conti coi soldi sono da fare però... C'è spazi per altro!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Concordo pienamente con te e con Ianva , anche su quello che riguarda le valutazioni delle case d' asta e dei commercianti privati , per lo piu' pronti ad esaltare le loro monete in vendita e a svalutare quelle da comprare o cambiare , grazie ad entrambi dei vostri graditissimi commenti

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×