Jump to content
IGNORED

asse augusto


Recommended Posts

massi75rn

salve,volevo inserire qualche foto di una prova di restauro eseguita da me,in totale inesperienza,ma sotto continua assistenza tecnica di centurione amico(grazie),eseguito su un asse di augusto,che mi sono aggiudicato qualche mese fa in asta tintinna.la moneta era consunta al rovescio,ma al dritto era presente un bel ritratto dell'imperatore,il che mi ha fatto decidere di fare una puntatina sul lotto,anche visto il costo esiguo di partenza dello stesso.purtroppo di negativo c'era che lo stesso presentava al momento dell'acquisto macchie di ossidazione,che nel giro di qualche mese si sono ispessite,allorche' ho deciso di agire per cercare di risolvere il problema.la prima cosa che ho fatto sono stati due lavaggi in acqua demineralizzata con del carbonato di sodio(un bicchiere di acqua,un cucchiaio di carbonato)per 45 minuti l'uno,cambiando sempre la soluzione,poi un terzo lavaggio in sola acqua demineralizzata.al termine la moneta si presentava senza le ossidazioni di colore blu,ma al loro posto dei depositi arancioni di cuprite,che una volta spazzolati con setole morbide in alcuni punti sono spariti,ore 2,3,4,mentre a ore 10 hanno rivelato uno strato di cuprite solida rosso bruna scura.in ultimo ho posto il tutto in forno a 60 gradi per qualche minuto,sperando nell'insieme l'asse si schiarisse di piu',ritornando all'aspetto precedente,a proposito francesco,se provassi questa volta in acetone il risultato migliorerebbe in tonalita'?ora la metto in quarantena per qualche mese,e vedo come procede,speriamo bene,un saluto a tutti.massimiliano

post-11271-0-08427500-1395775549_thumb.j

post-11271-0-02263600-1395775581_thumb.j

Link to post
Share on other sites

eliodoro

Ciao restauro interessante, anch'io ho tentato con una moneta quasi illegibile al diritto, solo pero' con acqua demineralizzata e spazzolino da denti con setole medie.il risultato mi ha soddisfatto. Anche il tuo asse non presenta piu' ossidazioni al diritto e vedo una legenda piu' chiara al rovescio.saluti eliodoro

Sent from my GT-I8190N using Lamoneta.it Forum mobile app

Edited by eliodoro
Link to post
Share on other sites

eliodoro

Ciao restauro interessante, anch'io ho tentato con una moneta quasi illegibile al diritto, solo pero' con acqua demineralizzata e spazzolino da denti con setole medie.il risultato mi ha soddisfatto. Anche il tuo asse non presenta piu' ossidazioni al diritto e vedo una legenda piu' chiara al rovescio.saluti eliodoro

Sent from my GT-I8190N using Lamoneta.it Forum mobile app

Ecco la mia moneta, regolarmente acquistata e fatturata da Tintinna, prima e dopo ( mi scuso per la mia brutta seconda foto, ma rende l'idea):

16642_1.jpg

post-6393-0-58973600-1395779579_thumb.jp

Edited by eliodoro
Link to post
Share on other sites

eliodoro

Ciao @@massi75rn,

Ti volevo porre delle domande:

La prima, l'acetone che effetto ha sulla moneta e, come mi pare di capire, basta solo una passata sulla moneta prima del lavaggio?

L'acetone può provocare danni alla patina?

Pensi che possa fare altro sulla mia moneta per togliere ulteriori incrostazioni?

Sono poco pratico di pulizie di monete per cui scusami se sono domande un pò "sciocche".

Saluti Eliodoro

Link to post
Share on other sites

massi75rn

le tue domande non sono sciocche,ci mancherebbe,purtroppo non posso risponderti,per questo genere di domande devi chiedere ai curatori di questa sezione,visto che anche io non sono pratico come te.l'unica cosa che mi sento di dire,proprio per la recente esperienza,e' che l'acetone va usato solo per sgrassare la moneta,con una passata o anche due come dici tu,solo prima di iniziare la serie di lavaggi,mi piacerebbe capire se l'acetone,in alternativa al forno,in conclusione del restauro,riesce a schiarire meglio la moneta.ciao

Link to post
Share on other sites

centurioneamico

....,a proposito francesco,se provassi questa volta in acetone il risultato migliorerebbe in tonalita'?ora la metto in quarantena per qualche mese,e vedo come procede,speriamo bene,un saluto a tutti.massimiliano

L'acetone non danneggia la patina ed è utilizzato, oltre che per sgrassare la moneta prima di alcuni interventi di inibizione, anche per rimuovere rapidamente l'umidità in eccesso presente sulla moneta e tra le sue porosità.

Tornando alla tua moneta, l'acetone non influisce sull'aspetto attuale della stessa che ora si presenta con quella colorazione per via dei ridepositi causati dal trattamento con il carbonato. Normalmente questi depositi vengono rimossi per gran parte con ripetuti lavaggi e spazzolino. ovvio però che le macchie più scure presenti nei punti dove prima c'era la corrosione attiva ora spenta, rimarranno rosse-bruno scuro.

Link to post
Share on other sites

  • 3 months later...
massi75rn

sono passati ormai 4 mesi,e lo tenuta sotto osservazione,il problema non sussiste,devo procedere in qualche modo per la conservazione o basta tenerla imbustata?ciao

Edited by massi75rn
Link to post
Share on other sites

centurioneamico

Puoi scegliere di lasciarla così oppure di darle un protettivo che comunque è sempre consigliabile al termine di un'operazione di stabilizzazione. Esistono diversi tipi di protettivo, quello più semplice da usare e comunque con efficacia adeguata, è la cera microcristallina. Una protezione più alta è offerta dall'applicazione del paraloid e poi dalla cera microcristallina, ma il paraloid richiede un minimo di esperienza perchè rischi di dare alla moneta un aspetto sgradevole, sebbene il procedimento è assolutamente reversibile. Non abbiamo considerato gli agenti inibitori come il benzotriazolo che andrebbero usati prima del protettivo, ma in tanti casi si è visto che l'eliminazione dei cloruri e dei sali consente di avere già un metallo molto stabile.

Link to post
Share on other sites

massi75rn

penso di intervenire con la cera microcristallina,ora devo capire dove reperirla,nei siti del web le spese di spedizione sono pari al costo del prodotto e non conviene.grazie francesco,ciao

Link to post
Share on other sites

Legio II Italica

Ciao @@massi75rn , ottimo lavoro per un "principiante" di pulizia monete , inoltre ti sono stati dati ottimi consigli ; vorrei aggiungere solo una cosa , non so cosa intendi per "tenerla imbustata" , ma se ti riferisci alla conservazione nelle bustine di plastica con cui vengono vendute o spedite le monete , allora no , queste bustine vanno bene solo momentaneamente giusto il tempo del viaggio , poi vanno tolte e conservate nei vassoi di velluto o di legno , anche fatti in casa , perché la plastica delle bustine , essendo un prodotto della lavorazione del petrolio , cioe' un idrocarburo , con il tempo potrebbe minacciare la moneta specie se di rame o bronzo .

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.