Jump to content
IGNORED

Caccia al conio di una moneta genovese


Recommended Posts

Salve a tutti!

Ho allegato l'immagine di un multiplo di scudo genovese (immagine che si era già vista sul forum). Sono in cerca di una moneta che abbia lo stesso conio presente in fotografia. Ho guardato sui cataloghi del forum ma non l'ho trovato, così come non c'è, mi pare, neanche sul catalogo della banca carige (quello che somiglia di più è il 763, ma non è lui anche se ci sono somiglianze enormi come gli asterischi tra le lettere, l'eccedenza di metallo in basso nella G di "GENVE", la disposizione dei bracci della croce centrale, lo "spostamento" della O in " GUBERNATORES"...). Ma anche tante differenze.

Qualcuno, soprattutto tra i genovesi, riesce ad aiutarmi? :)post-260-1396383687,55_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Beh, se statisticamente si trova così poco questo conio potrebbe essere più rara la moneta, inoltre trovarlo potrebbe essere conferma di autenticità. Poi c'è una buona dose di conoscenza pura della monetazione e un piacere semplice nel vedere come il conio si sia sviluppato , specie se si tratta di monete che vedo di persona ( sulla X c'è una possibile rottura di conio). :) Ho visto un sacco di monete di vari anni ma questo conio proprio non lo trovo!

Link to post
Share on other sites

dizzeta

Certo. Ma solo per curiosità. Sappiamo che questo particolare conio veniva utilizzato per tutti gli scudi larghi e che (mi pare di aver letto) erano quattro colpi di martello, una per ogni canto della croce fino all'uso del torchio (anche qui ho letto) la cui "forza motrice" era prodotta da animali.

La piccola mania mi era venuta guardando il 4 scudi del 1635 d'argento e le 25 doppie del 1636 d'oro del catalogo Carige che hanno lo stesso rovescio con la stessa eccedenza di conio, quindi in due anni il retro non cambiò e la stessa eccedenza la troviamo su due monete diverse, questo mi sembrò strano, mi è venuto il dubbio che avessero sì più coni da utilizzare ma forse uno era migliore di degli altri e veniva utilizzato solo per i grossi moduli (sia d'argento che d'oro) ...ma è solo una mia ipotesi fantasiosa.

Circa la tua richiesta non ho trovato nulla ma del resto abbiamo le stesse fonti di approvvigionamento e cercare nei vecchi cataloghi è troppo laborioso adesso comunque se capitasse in futuro di trovare coni uguali secondo me sarebbe utile segnalarlo.

Edited by dizzeta
Link to post
Share on other sites

Niente su mcsearch e nemmeno nell'asta gadoury piena di monete genovesi che dicevo. Non voglio tediarvi oltre: qualcuno ha qualche consiglio da darmi su dove potrei cercare ulteriormente? Ringrazio chi mi darà qualche consiglio!

Link to post
Share on other sites

dizzeta

Toh, eccone un'altra del 1692 ...il dritto mi sembra familiare, il retro no ...

..per questo retro ci sarebbe tutta un'altra storia da scrivere con quel GVBERNATOES senza la R

post-9750-0-86337000-1396471537_thumb.jp

Edited by dizzeta
Link to post
Share on other sites

Bravo, anche io l'avevo vista, e sullo stesso sito!! :) è l'ultimo che ho controllato (dopo aver scritto il messaggio sopra). Era la mia ultima risorsa, ora non so più dove guardare... Non capisco perché non lo trovo tra tanti esemplari che ho visto!

Link to post
Share on other sites

Mi è venuto in mente che la moneta è rimasta in cassetta di sicurezza almeno per tutta la metà del '900 fino all'anno scorso. Quindi non è stata mai rivenduta ne fotografata.

Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

dopo estenuanti ricerche sono finalmente riuscito a trovare il conio, ed era anche più facile di quanto sembrasse. Ci sono arrivato tramite "www.stampcircuit.it" in verità, sito che non conoscevo assolutamente. Si può notare la rottura del conio sulla "X" di "DUX", l'estatta posizione degli asterischi, dei bracci della croce e dei globetti, lo spostamento della "O" di "GUBERNATORES" e tanti altri piccoli particolari.


Numismatica Varesi asta #63 Nov 26, 2013, lotto 216

2 Scudi 1692, sigle ITC. MIR 290/26 Ag

(metto entrambe per raffronto)


post-260-0-11273900-1396714671_thumb.jpg

post-260-0-77578800-1396714677_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Raffrontando anche il diritto si può notare inoltre una somiglianza enorme tra le due monete che sono state evidentemente realizzate con entrambi i conii uguali. Quella generale "pastosità", il braccio della madonna con lo scettro, i volti notevolmente somiglianti come usura (soprattutto per la Madonna), la consunzione a fianco del putto di destra e altri dettagli. Evidentemente il conio era al limite delle sue possibilità quando sono state coniate queste 2 monete gemelle, una da 3 e una da 2 scudi :)



post-260-0-50336300-1396714737_thumb.jpg

post-260-0-13583900-1396714755_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Mi chiedo se sia stata solo sfortuna (ho visionato davvero tantissime monete prima di trovare questa (e non ne ho trovato altre)) oppure se il conio di rovescio sia un po' più raretto di altri. Con questo prometto che smetterò di tediarvi :)

Edited by Ianva
Link to post
Share on other sites

dizzeta

Non è certamente un disturbo vedere belle monete, anzi ...ma per me è difficile risponderti, o forse non ci sono risposte ... molte volte ho avanzato ipotesi fantasiose e me ne sono sempre pentito.

Quando non si hanno elementi, non si ha la possibilità di consultare i rari documenti esistenti, non si conoscono molti esemplari ...beh, è difficile fare anche solo supposizioni.

Grazie, comunque, per le belle fotografie e per gli stimoli che fanno sempre bene.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.