Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
cliff

"Torte" o dischi celtici premonetali

Recommended Posts

cliff

C'è un venditore spagnolo che vende questi strani dischi o torte di rame con pesi variabili dai 700 gr a 1,5 kg identificandoli come premoneta celtica di area spagnola dell'ottavo secolo a.C.

E' effettivamente cosi' e si puo' essere certi di questa identificazione? Non mi ricordo di aver mai visto questi grossi e pesanti oggetti in qualche asta, e dire che sono molto piu' simili a delle monete (una sorta di rozzo e primitivo aes grave) che molti altri oggetti premonetali che vengono normalmente venduti come tali.

http://www.ebay.es/itm/premoneda-celta-de-cobre-de-forma-circular-siglo-VIII-a-de-cristo-1-567-grms-/121318681170

http://www.ebay.es/itm/premoneda-celta-de-cobre-de-forma-circular-siglo-VIII-a-de-cristo-1260-grms-/121318676830

http://www.ebay.es/itm/premoneda-celta-de-cobre-de-forma-circular-siglo-VIII-a-de-cristo-940-grms-/121318689034

Share this post


Link to post
Share on other sites

numizmo

Vai sul sito del museo di Cagliari e li trovi. Sono lingotti premonetali molto comuni in tutta l'area mediterranea..Astarte ne propose uno di una tredicina di chili di peso se non ricordo male..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ianva

Interessanti!! Così sporchi di terra però domani alle 7 ti trovi la finanza a casa :)

Anche se però è in spagnolo l'inserzione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Interessanti!! Così sporchi di terra però domani alle 7 ti trovi la finanza a casa :)

Anche se però è in spagnolo l'inserzione...

In Spagna alle 7 dormono ancora della grossa... :D

Edited by cliff

Share this post


Link to post
Share on other sites

g.aulisio

Concordo con @@numizmo . E' il tipo più "classico" tra i lingotti, prodotti con una tecnica estremamente semplice colando il metallo fuso in buche ricavate nel terreno. Il lato convesso aderiva alla superficie della buca, quello piano (dalla superficie piu' irregolare) corrisponde alla superficie a giorno della colata. Vedi anche Haeberlin Tav. I-III http://www.lamoneta.it/biblioteca-numismatica/pubblicazione/223-haeberlin-1910-aes-grave-tavole/ , ma prima di lui anche il Garrucci ne parla.

Credo comunque che di "celtico" abbiano ben poco.

Edited by g.aulisio

Share this post


Link to post
Share on other sites

angel
Buona Giornata

La presente per ricordare che qualcosa di simile comparve nell'Asta numismatica n° 37 di InAsta - battuta il 20 -11-2010 al lotto n. 55 con la seguente descrizione "AES FORMATUM - Etruria o Lazio (VIII-IV Sec. A.C.) Aes formatum - Pane intero, del peso approssimativo 10 assi librali - R/ Spessore centrale 30 mm circa, diametro 195 mm, peso Kg. 3,44 - AE RRRR - Splendida patina SPL 1300.


Un altro esemplare comparve nella'asta Artemide Aste 11E live auction del 15 e 16 ottobre 2011 al lotto n. 136 con la seguente didascalia "Repubblica Romana. Aes formatum. Pane intero, del peso approssimativo di un quarto di talento, pari a 25 assi librali. Etruria o Lazio, VIII-IV secolo a.C. Cfr. Haeberlin Tav. 2,7 (gr. 1479,20). AE. g. 8559.00 RRRR. Diametro: 255 mm. Spessore centrale: 50 mm. SPL.

Un esemplare eccezionale, il terzo più pesante pubblicato, dopo gli esemplari NAC 10,266 e Artemide XXIII, 67 (gr. 8874). Si consulti, al proposito, Emanuela Cocchi Ercolani, “Repertorio dei ritrovamenti dei pani di rame. Contributo allo studio delle fasi premonetali in Italia” in R.I.N. XXIII, 1975. In questo fondamentale studio, il pane più pesante censito raggiunge i 6200 grammi e fa parte del ripostiglio cosiddetto di S. Francesco, Bologna. Di estrema rarità e di straordinario interesse documentario. Bellissima patina ocra con sedimenti calcarei marini e chiazze verde turchese, assolutamente intatta. Provenienza: Artemide XXX (ottobre 2010), 98"


La base d'asta era € 2'000 e ricevette 3 offerte; il prezzo di aggiudicazione fu € 2300,00 + il 15% di diritti d’Asta.0-0-0.jpg



Buon Prosieguo

Share this post


Link to post
Share on other sites

vitellio

Carissimi

per esitere, esistono anche in Spagna... ma da qui a dire che questi dell'annuncio ebay siano d'epoca ce ne passa un bel po' !

Soprattutto conoscendo il venditore... ;)

Cordialmente,

Enrico

Edited by vitellio
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ianva

Devono essere falsificabili con gran facilità, sono molto grezzi e conoscendo la tecnica(grossolana) di produzione e un po' di modi per poi farlo patinare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

acraf

Sicuramente sono falsificabili, ma non vedo il grande tornaconto. Provano a vendere a poco più di 100 euro circa 1 kg di bronzo e non credo sia un grande guadagno….

Piuttosto si vede che non hanno avuto una pulizia e sembrano freschi di scavo. Comunque sono forme premonetali lenticolari piuttosto comuni, anche se non è molto abbondante la documentazione fotografica.

Mi sono divertito a ritagliare le varie foto nel sito ebay a futura memoria, anche se ovviamente esistono alcune zone d'ombra (proiettate dalle dita). Sono sempre foto utili, anche per la varie posizioni (sopra, sotto e di lato)

Esemplare di premoneta n. 1 = 1567 grammi

post-7204-0-71589400-1398867308_thumb.jp

post-7204-0-76504700-1398867382_thumb.jp

post-7204-0-30666500-1398867403_thumb.jp

(continua)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

acraf

Esemplare di premoneta n. 2 = 1260 grammi

post-7204-0-76427800-1398867579_thumb.jp

post-7204-0-73233200-1398867592_thumb.jp

post-7204-0-19649500-1398867604_thumb.jp

(continua)

Share this post


Link to post
Share on other sites

acraf

Esemplare di premoneta n. 3 = 940 grammi

post-7204-0-85526400-1398867669_thumb.jp

post-7204-0-85658600-1398867683_thumb.jp

post-7204-0-02078100-1398867695_thumb.jp

sarebbe utile avere anche dati di dimensioni, come il diametro, che dovrebbe essere sui 12-14 cm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ianva

Mi riferivo a quelli più costosi citati sopra ;)

Grazie per le immagini!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

vitellio

Caro Alberto

il rame costa sui 3/4 euro al Kg... venderlo a €100 ha un suo utile.

Poi ne ho visti parecchi dal vivo e conosco bene il venditore... ;)

In questo momento sono qui, in Spagna, a pochi chilometri...

Cordialmente,

Enrico

P.S. Le terre spagnole, soprattutto quelle del Sud (marne argillose etc.) hanno una aderenza notevole e tendono a conglobarsi con il bronzo, cosa che non hanno fatto nei punti dove traspare.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.