Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
eliodoro

Puglia
Denaro Carlo I° D'Angiò

Supporter

Inviato (modificato)

Salve a tutti,

non avendo preso niente ad Avellino ma che, in ogni caso , si è rivelata una passeggiata molto positiva dove ho conosciuto il simpaticissimo, ma soprattutto preparatissimo Lorenzo @@dareios it che mi ha dato un bel pò di dritte.

Vi posto il mio ultimo acquisto:

Denaro Carlo I° D'Angiò, zecca di Brindisi, MIR 343, con KAR e croce con due giglietti

Concordate che è Raro?

Saluti Eliodoro

20D.jpg20R.jpg

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Elio, prima di risponderti, mi dici quanto pesa la tua moneta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao Lorenzo, l'ho presa tra gli invenduti di Filetti, ma il peso non è precisato.

Devo avere la conferma della disponibilità e penso per la prossima settimana se non di più mi dovrebbe arrivare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ho chiesto il peso, perché potrebbe essere anche un doppio denaro, chiamato piedfort. Il denaro è raro, ma il doppio denaro è estremamente raro. Quindi prega che ti arrivi. Ma che ti arrivi quanto più pesante possibile ;) Sarà difficile che al buon Filetti sia sfuggito, ma non si può mai sapere. Per completezza di classificazione, questo denaro è classificato dallo Spahr al n. 35 mentre il doppio denaro al n. 34. La zecca dovrebbe essere quella di Brindisi. Ma se prendiamo il MIR, lo troviamo sia per Brindisi che per Messina. Stranamente però, il denaro per Messina lo riporta non comune (MIR n.158), mentre per Brindisi lo riporta raro (MIR n.343).

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Grazie Lorenzo,

quando arriverà, vediamo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

@eliodoro

si stà verificando la stessa situazione esaminata nella discussione "MIR Italia Meridionale Continentale", con questo tipo di incongruenza sul grado di rarità, che si ripete sul D'Andrea che lo dà C su "Le monete siciliane dai Normanni agli Angioini" e NC su "Le monete medioevali della Puglia".

Lo Spahr non lo considera raro. Penso che anche per questa moneta vale il ragionamento fatto da Alberto Varesi nella discussione sopra citata. Quindi tra C e R il giusto grado di rarità sia NC (il mio così l'ho classificato).

Saluti

Claudio

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

@eliodoro

si st࠶erificando la stessa situazione esaminata nella discussione "MIR Italia Meridionale Continentale", con questo tipo di incongruenza sul grado di raritଠche si ripete sul D'Andrea che lo d࠼strong class='bbc'>Csu "Le monete siciliane dai Normanni agli Angioini" eNCsu "Le monete medioevali della Puglia".

Lo Spahr non lo considera raro. Penso che anche per questa moneta vale il ragionamento fatto da Alberto Varesi nella discussione sopra citata. Quindi traCeR il giusto grado di rarit࠳iaNC (il mio cos젬'ho classificato).

Saluti

Claudio

Grazie claudio del Tuo intervento. Ho letto la discussione che mi hai indicato. La spiegazione di Varesi 蠠chiara, sono monete che non suscitano gli interessi dei venditori e, quindi, non si 蠭ai posto il problema della determinazione del grado di rarit஠ Meglio cos쮮. a me piacciono Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

@@dareios it,

Ciao Lorenzo, la moneta finalmente è arrivata.

Pesa 0,91 g. x 15 mm di diametro.

Che ne pensi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' un denaro. Il prezzo che hai pagato non è per niente caro, visto la conservazione piacevole della moneta. Tieni presente che è molto difficile trovare questi tipi con tondelli intonsi.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Grazie Lorenzo

Sent from my GT-I8190N using Lamoneta.it Forum mobile app

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?