Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
acraf

HIMERA: monete di tipo akragantino

Prendo spunto dalla segnalazione di un amico, Ulpiano, di uno statere di Himera presente nella prossima asta Bolaffi (post # 15):

http://www.lamoneta.it/topic/122345-bolaffi-ambassador-06-giugno-2014/

per ritornare un po’ su questo esemplare.

Molto correttamente Bolaffi ha scritto: “da esaminare”, lasciando quindi all’acquirente la responsabilità di stabilire se è falso o meno e quindi lasciando la patata bollente a lui.

A rigore dovrebbe essere il catalogatore a stabilire ed assumersi la responsabilità se è falso o meno. Nel caso specifico la moneta è falsa e quindi? Dovrebbe essere ritirata o almeno dichiarata più esplicitamente che a un successivo esame la moneta è riconosciuta come falsa.

Ho scoperto però che esiste in giro un altro esemplare della stessa coppia di conii, senza essere un clone uguale:

Bolaffi

post-7204-0-15789400-1400430393_thumb.jp

ArtCoins

post-7204-0-05170200-1400430410_thumb.jp

Incuriosito da questa coincidenza, ho meglio esaminato i due pezzi, almeno dalle foto. Si nota chiaramente l’assurda cresta del gallo, che non si vede in nessun’altro dei numerosi conii di questa particolare serie di didrammi di Himera, definiti “di tipo akragantino”. Il pezzo di Bolaffi risulta "ripassato" e rinfrescato rispetto al pezzo ArtCoins, ma per me sono ambedue dei falsi !

Per sicurezza ho consultato i due studi su questa emissione:

1) Jenkins G.K., Himera: The Coins of Akragantine Type, in La monetazione arcaica di Himera fino al 472 a.C., AIIN Suppl. 15-16 (1971), p. 21-36 e tav. 2-4.

2) Westermark U., Himera: The coins of Akragantine type. 2, Travaux de numismatique grecque offerts à George Le Rider, Spink, London 1999, p. 409-434 e tav. 46-50.

Il primo studio, quello del Jenkins, è pionieristico e pone la basi per la sistemazione di questa serie, ed è stato ripreso e ampliato dalla Westermark, con una esaustiva sequenza di conii. Per i didrammi lei conosceva 15 conii del diritto e 78 conii del rovescio nell'artco di circa un decennio, dal 480 al 470 a.C.

Non ho ritrovato nessuna delle caratteristiche riscontrate nei due esemplari sopra postati e colpisce la grossolanità dello stile, anche in paragone agli altri esemplari noti.

Visto che non è facilissimo reperire il corpus della Westermark, colgo l’occasione per postare le sue pagine e tavole. La mia filosofia è che se si vuole conoscere bene una monetazione bisogna studiarla e conoscere la relativa letteratura e questa conoscenza dovrebbe essere messa a disposizione a chi vuole a sua volta studiare e partecipare alla crescita culturale, che è messa veramente male qui in Italia.

post-7204-0-84650300-1400430653_thumb.jp

post-7204-0-40975100-1400430666_thumb.jp

post-7204-0-13434900-1400430680_thumb.jp

post-7204-0-61259700-1400430694_thumb.jp

post-7204-0-11605500-1400430708_thumb.jp

post-7204-0-46940400-1400430725_thumb.jp

post-7204-0-12470400-1400430752_thumb.jp

post-7204-0-99149600-1400430770_thumb.jp

post-7204-0-45791600-1400430795_thumb.jp

post-7204-0-75069700-1400430810_thumb.jp

post-7204-0-71283800-1400430827_thumb.jp

post-7204-0-06411400-1400430848_thumb.jp

post-7204-0-19391700-1400430879_thumb.jp

post-7204-0-40896300-1400430896_thumb.jp

post-7204-0-96232500-1400430917_thumb.jp

post-7204-0-58810100-1400430941_thumb.jp

post-7204-0-57976600-1400430960_thumb.jp

post-7204-0-09992000-1400430984_thumb.jp

post-7204-0-43412200-1400431030_thumb.jp

post-7204-0-69007100-1400431046_thumb.jp

post-7204-0-30937700-1400431063_thumb.jp

post-7204-0-28568200-1400431093_thumb.jp

post-7204-0-67032500-1400431111_thumb.jp

post-7204-0-32722800-1400431131_thumb.jp

post-7204-0-67986100-1400431150_thumb.jp

post-7204-0-92964500-1400431169_thumb.jp

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e ora le tavole:

post-7204-0-78154800-1400431710_thumb.jp

post-7204-0-89937200-1400431725_thumb.jp

post-7204-0-41372200-1400431740_thumb.jp

post-7204-0-02895600-1400431762_thumb.jp

post-7204-0-69759600-1400431777_thumb.jp

post-7204-0-51869000-1400431790_thumb.jp

Un importante dettaglio. Nei due pezzi, e specialmente in quello Bolaffi, la legenda dell'etnico al diritto è scritto HIMEPA in grossi caratteri, quando in quella serie l'etnico era sempre HIMERA, con la rho arcaica, con la gambetta….. e in genere in caratteri più piccoli.

Stupisce il modesto livello culturale del falsario, che evidentemente non conosceva questo importante dettaglio…..

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fantastico! complimenti ACRAF...

Condivido appieno quanto da te sopra esposto.

Odisseo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Acraf. Come non essere d'accordo?!

Allo stesso tempo mi corre un brivido a pensare quanti dei 'parvenus' commerciali abbiano davvero i mezzi e il tempo di approfondire w

Questi temi, o anchd lo dtudio delle zecche delle monete che pongono in asta , o anche saper riconoscere deei falsi oggi purtroppo troppo facilmente prodotti o estremamente sofisticati tali da ingannare anche l'esperto?

Da un anno circa ho smesso di collezionare almeno l'antico proprio per questa ragione e per protestard di fronte al dilagare del fenomeno dei falsi senpre piu invasivi e sofisticati

Noto anche l'assenza pressoche' totale di tentativi di denunciare o arginare il fenomeno non solo da parte dei commercianti , in passato piu attenti, rigorosi ed esperti, ma anche delle istituzioni

Quasi tutto e' lasciato ormai all'iniziativa dei singoli collezionisti o meglio dei loro consessi che oggi si esprimono al meglio attraverso il web .

Fora come il Fac oppure il nostro o pochissimi altri ancora dove esperti esaminano con regolarita' il materiale che passa dal mercato, denunciano le monete sospette o palesemente false ( come quelle in oggetto) o rispondono a dubbi di altri collezionisti , sono strumenti ormai preziosissimi per coloro che non dispongono della consulenza di un mercante esperto e onesto.

Ma quanto materiale , falso , artefatto , o manipolato nella patina o nei fondi, passa impunemente sul metcato, quanto ripassa a stretto giro o viene riproposto ; quanto viene smerciato alla buona anche nei convegni senza che ormai la grande maggioranza dei commercianti sia in grado di detettarne l'originalita' ?

Continuando di questo passo il sistema rischia di divenire fuori controllo ....

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vero, il mercato è ormai andato fuori controllo ed è venuto meno il "filtro" interposto da seri commercianti che erano in grado di discernere meglio il grano dal miglio e assistevano i collezionisti clienti a curare al meglio la propria raccolta.

Adesso è tutto in deregulation e ognuno si arrangia come può.

Possono ancora resistere collezionisti veramente preparati e con senso di responsabilità, ma ormai sono veramente pochi e in ogni caso si richiede anni e anni di esperienza e una forte dose di entusiasmo.

Una possibile strada è appunto quella di assistere i sinceri appassionati, aiutandoli a capire cosa prendere o no.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con Acraf. La scritta ''da esaminare'' può riferirsi ad un lotto di più monete non fotografate e non ad una moneta falsa, che doveva essere dichiarata tale.

Tuttavia, vorrei far presente che falsi e commercianti impreparati (o peggio) ci sono sempre stati. Adesso hanno più visibilità, perchè tutto è più visibile. Oggi, come allora, si tratta di scegliere, oltre al pezzo mancante alla collezione, anche da chi acquistarlo.

Arka

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sposo in pieno quanto esplicitato da ACRAF nel suo ultimo post 5.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?