Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
scacchi

Sarà Israele la prima

Risposte migliori

scacchi

Sarà Israele la prima società senza contanti del pianeta? Una commissione presieduta dal Capo del personale del Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha messo a punto un piano in tre fasi per "fare tutto quello che serve per farla finita con le operazioni di cassa in Israele". http://lagrandeopera.blogspot.it/2014/05/sara-israele-la-prima-societa-al-mondo.html

post-11993-0-33628700-1401518433_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Mi sa che, purtroppo, noi siamo molto più avanti di Israele su questa strada mi sbaglio?

L'idea che il contante sia il male assoluto èmolto discutibile.

Sono d'accordo con l'articolista, che, praticamente, il pagamento tracciato diventa una forma di controllo totale delle nostre vite, già fortmente limitate dal segnale del cellulare e da videocamere presenti ovunque.

Fra poco dovremo cominciare a lottare per il diritto all'oblio.

Saluti Eliodoro

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilcollezionista90

@@eliodoro la mia riflessione è questa : siamo sicuri che la percezione dei soldi sia la stessa ? , spendere 1000 euro in cash o spendere 10 euro per 100 volte utilizzando bancomat o simili è molto diverso , direi quasi negativo ; non perché voglio demonizzare le carte di credito intendiamoci , ma perché la percezione delle cose è distorta . Non sono un economista e quindi , chi più competente di me , potrà smentirmi ma , non capisco questa mania di togliere l'utile e quindi creare un disservizio a tutti , per limitare i danni dei disonesti , quando potrebbero togliere dalla circolazione i disonesti :) .

Saluto

Modificato da ilcollezionista90
  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Concordo con Te. .perch頰er evitare l'evasione non permettiamo di scaricare tutte le fatture dal reddito, come negli Usa? Per anni ho sentito dire che negli Usa circola poco contante, invece guardando quelle trasmissioni su cielo dei negozi dei pegni, vedo che pagano tranquillamente migliaia di dollari cash, mentre da noi il negoziante non pucettare pi di mille euro in contante..quindi teoricamente gli usa dovrebbero essere la patria dell'evasione, invece no...

Sent from my GT-I8190N using Lamoneta.it Forum mobile app

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scacchi

@@eliodoro

attenzione è pur sempre spettacolo televisione commerciale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

L'eliminazione totale del contante è una pazzia anche perchè oltre a rendere la società troppo dipendente dalle apparecchiature elettroniche per le transazioni commerciali (con tutto ciò che ne consegue in fatto di possibile monitoraggio/controllo dall'alto) la rende più vulnerabile agli attacchi di cracker criminali e di quelli al servizio dei governi di paesi ostili. Si badi che quest'ultimo caso non solo non è fantascienza ma è anche già avvenuto: ad esempio nel 2007 uno stato dell'UE, l'Estonia, è stato oggetto di un attacco massiccio di questo tipo. Non a caso uno dei principali centri di coordinamento della NATO per la difesa dagli attacchi cibernetici ha sede proprio lì.

Modificato da ART
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

malawi

Trovo l'idea di eliminare il contante totalmente assurda.

Comunque non credo che Israele seguirà a breve questa strada , dal momento che metterà in circolazione nei prossimi mesi la nuova serie di banconote

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

In Islanda c'e' già qualcosa di simile, ed in uno stadio piuttosto avanzato...

L'uso delle carte di credito anche per microscopici acquisti è una realtà, una grossa fetta di quel poco di contante che si trova in giro viene utilizzato dai turisti.
Nella nazione per eccellenza delle carte di credito a gò gò, seppur modesta, hanno comunque una circolazione ordinaria di monete e banconote.

Forse non si può e non si deve staccare totalmente la spina... saranno anche "tecnologicamente ricchi", ma credo proprio che la mancanza di denaro sonante porta ad impoverire culturalmente uno stato.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scacchi

@@nikita_

cito"la mancanza di denaro sonante porta ad impoverire culturalmente uno stato"

se fosse così il cielo ce ne scampi non so proprio dove andremmo a finire

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter
_

@@nikita_

cito"la mancanza di denaro sonante porta ad impoverire culturalmente uno stato"

se fosse così il cielo ce ne scampi non so proprio dove andremmo a finire

Quasi sicuramente (non so se dire fortunatamente) non ci sarò più quando gli scambi si effettueranno con il baratto cibernetico, con un microchip sottocutaneo ed acquisti di beni e servizi esclusivamente fatti tramite impronta del pollice :good: o tramite lettura dell'iride 82.gif

sino ad allora uso questi... soldipalate_zps643c8210.gif..... e questi...... 7_15_5v.gif

48.gif

Modificato da nikita_
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

rabbrividisco ... :o

mi sovvengono certi film di fantascienza/fantaqualcosa dove l'esistenza di una persona è legato a dei bonus registrati su qualche sistema di controllo centrale.

E' pur vero che in fondo è sempre una questione di numeri, tuttavia lo scambio di merci e di beni che ha da sempre caratterizzato la società umana, in quella primitiva con il baratto ed in seguito con la moneta, è fondamentale che venga perfezionato tramite un mezzo che abbia almeno qualche attinenza alla concretezza di un controvalore fisico (rappresentato dalla moneta "fisica", che siano banconote piuttosto che monete... evviva l'oro dei tempi che furono ;) ). Se un certo quantitativo di denaro si dovesse ridurre ad una specie di "bonus" registrato elettronicamente da qualche parte, senza il corrispondente "fisico" equivalente della moneta, sarebbe un passo ulteriore nella fossa della virtualizzazione dell'uomo... :fool: ... che, personalmente, considero un vero disastro, al di là di quello che ci verrebbero a dire i vari guru di turno ... "pro domo sua"....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Il problema non è la virtualizzazione in sè, sono certe conseguenze a cui porterebbe questo processo se esteso al totale dei soldi. L'articolo mette l'accento su quelle che riguardano l'ambito interno dei paesi, ma non sono le uniche.

Modificato da ART

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

certamente l'uomo totalmente controllato e controllabile è il folle sogno (segreto ma non tanto) perseguito da certe lobbies mondialiste (segrete ma non tanto) ...

Tuttavia anche l'idea stessa dell'uomo totalmente virtualizzato in questo suo bisogno fondamentale di scambio e di relazione, a mio avviso, non solo renderebbe più difficoltosa ed erronea la percezione del valore di un bene, ma, ancor peggio, allontanerebbe l'uomo da un sano e irrinunciabile rapporto con la realtà... :nea:

Modificato da ihuru3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

certamente l'uomo totalmente controllato e controllabile è il folle sogno (segreto ma non tanto) perseguito da certe lobbies mondialiste (segrete ma non tanto) ...

Il problema non sta nell'uomo "totalmente controllato" (che è un obiettivo impossibile da raggiungere) da presunte "lobbies mondialiste" (che ognuno crede di vedere dove vuole in base alle proprie idee politiche): la questione è molto più semplice e proprio per questo più difficile da percepire. Stiamo ad inseguire le misteriose "lobbies mondialiste" invece di guardare davanti ai nostri nasi per cose fra l'altro già successe da anni... ma a cui non abbiamo fatto molto caso forse perchè i media avevano altro a cui pensare, anche quelli che s'impegnano a farneticare di piani per nuovi ordini mondiali ideati da lobbies segrete che avrebbero in mano il mondo.

Mentre questo circo andava avanti il 26 aprile 2007 le infrastrutture informatiche dell'Estonia sono state paralizzate da tre settimane di attacchi Denial of Service, in quello che in ambito militare viene considerato il primo cyber-attacco a una nazione della storia. Prima hanno attaccato e bloccato i siti governativi, subito dopo sono passati ai server dei giornali e il 10 maggio sono passati alle banche, costringendo Hansabank, la più grande banca del paese, a interrompere tutte le transazioni on-line. Poi sono passati all'interruzione del collegamento fra Hansabank e i suoi bancomat in tutta l'Estonia, infine hanno interrotto i collegamenti tra Hansabank e il resto del mondo, impedendo di funzionare anche alle carte di credito estoni fuori dallo stato.

Questo è l'inizio, ed era poco più che una sperimentazione di guerra informatica su larga scala, figuriamoci cosa verrà dopo.

Capite che qui non stiamo parlando di ipotetiche lobbies mondiali segrete che tramano di controllare l'umanità o George Orwell ma di qualcosa di un po' più concreto... e non da pochi anni.

Modificato da ART
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

Nessuno nega la concretezza di azioni come quelle citate. Purtroppo non ci sono solo quelle informatiche (che fra tutte sono le meno importanti, mi si consenta), ma ce ne sono ben altre e ben più pericolose.

In quanto alle cosiddette lobbies, comunque si voglia definire questo genere di potentati, è un discorso complesso e questa non è la sede, tuttavia non sono affatto questioni di fantasia dove ognuno vede quello che vuole vedere, è solo questione aprire gli occhi. I segnali sono inquietanti.

Modificato da ihuru3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutorl

Mi chiedo quali ripercussioni possa avere questo futuro sul collezionismo numismatico.

È verosimile che mancando moneta circolante il numero di collezionisti andrà scemando negli anni, fino ad arrivare nel giro di qualche generazione al collezionismo estremamente di nicchia, come forse lo era ad inizio 900 e prima ancora.

Da qui anche il crollo del valore economico delle collezioni.

È uno scenario che non riesco a togliermi dalla testa pensando a chi oggi sborsa 1000€ per un Grace Kelly...

:-)

Inviato dal mio iPhone utilizzando Lamoneta.it Forum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Nessuno nega la concretezza di azioni come quelle citate. Purtroppo non ci sono solo quelle informatiche (che fra tutte sono le meno importanti, mi si consenta), ma ce ne sono ben altre e ben più pericolose.

In quanto alle cosiddette lobbies, comunque si voglia definire questo genere di potentati, è un discorso complesso e questa non è la sede, tuttavia non sono affatto questioni di fantasia dove ognuno vede quello che vuole vedere, è solo questione aprire gli occhi. I segnali sono inquietanti.

Le lobbies e i "potentati" sono sempre esistiti e hanno spesso influito su decisioni politiche ed economiche, ma da qui a che siano vere certe bestialità paranoidi che si raccontano in giro sfruttando Internet e la credulità di molti ce ne passa, e parecchio.

Non è una questione di fantasia neanche la guerra informatica e tutto l'apparato che ci sta dietro, messo in piedi dalle principali forze armate e alleanze militari del mondo, di cui in Estonia abbiamo avuto solo un assaggio. Ma di questi "potentati" se ne occupano in pochi e ancor meno ne hanno capito la pericolosità: sarà che i giornali ne parlano ancora poco e i siti Internet dei beninformati che sanno loro cosa c'è dietro tutto non se ne intendono troppo di guerra.

Modificato da ART

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

Purtroppo di "bestialità paranoidi" frutto della fantasia di menti malate c'è pieno il mondo, sono purtroppo quelle altrettanto paranoidi e chiarissime alla luce del sole che i più si ostinano a non vedere o a minimizzare ... fin quando sarà forse troppo tardi per un'inversione di marcia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilcollezionista90

@@ihuru3 ma vedi Ihuru , sempre rispettando i tuoi commenti e dunque le tue opinioni , atavicamente l'uomo ha sempre cercato e forse ricercato il complotto , sopratutto con la paura che egli ne fosse stato l'obiettivo . Questo perché noi siamo in parte animali e da essi ci siamo evoluti , dunque c'è ragione di credere che il nostro primo istinto , anche per la sopravvivenza , sia di dubitare e possibilmente crearci degli stereotipi su alcune circostanze . Concretamente parlando , dato che , personalmente reputo la realtà giornaliera fonte dell'unica verità , ci abbia spinto a pensare in un certo modo proprio per trovare una motivazione a tutto ciò ma difatto , l'eccessivo controllo sulle persone " comuni" , mi si perdoni l'omologazione delle stesse , ma è proprio per far capire il concetto , sia dovuto a quanto riportato sopra : limitare le disonestà collettive nonostante i pochi , che dovrebbero essere interessati , continuano ad essere disonesti . Ecco dunque che , il controllo e la violazione di un confine chiamato " privacy" avviene constantemente , mentre chi delinque rimane impune . Insomma è come cercare di far navigare una barca , tappando le piccole falle , quando non hai la carena per navigare.

Saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

.... "realtà giornaliera fonte dell'unica verità" .... magari fosse cosi' ... c'è qualcuno che della realtà (naturale e "giornaliera") se ne fa un bel baffo .... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilcollezionista90

@@ihuru3 nel senso che : credi a ciò che vedi e non a ciò che ti dicono :) , poi certamente , se una persona non vuol vedere ,quello è un altro paio di maniche .

Saluto

Modificato da ilcollezionista90

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

... non solo non vuol vedere e fin qui nulla di strano, la cosa diventa pero' sconvolgente quanto ti dicono che il triangolo che tu vedi è chiaramente un quadrato, perchè per qualcuno la cosa è opinabile e "discutibile", pur essendo di plateale evidenza ... :unknw:

... e, se insisti, ti obbliga pure a metterti gli occhiali ... ;)

Modificato da ihuru3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

La realtà è un po' più complessa del vedere una forma geometrica piuttosto che un'altra. Ad esempio (visto che siamo su un forum di numismatica) per molti è una plateale evidenza che "l'Euro ci ha rovinati", mentre per altri è una plateale evidenza l'idiozia totale di questa affermazione.

In ogni caso:

Purtroppo di "bestialità paranoidi" frutto della fantasia di menti malate c'è pieno il mondo, sono purtroppo quelle altrettanto paranoidi e chiarissime alla luce del sole che i più si ostinano a non vedere o a minimizzare ... fin quando sarà forse troppo tardi per un'inversione di marcia.

Sul principio generale siamo d'accordo ma direi che dobbiamo fermarci per forza qui dato che per un discorso serio dovremmo scendere nel dettaglio, e non è questa la sede.

Modificato da ART

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

... plateale evidenza è "plateale evidenza". Per questo ho volutamente usato l'esempio geometrico, prorio perchè incontrovertibile... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×