Jump to content
IGNORED

Franchi svizzeri


Recommended Posts

Ciao a tutti, apro questa discussione perchè, nonostante la funzione di ricerca, non ho trovato tutte le risposte che cercavo :)

Ho in collezione diversi franchi svizzeri e ho notato che:

i 10 centesimi del 1939 sono magnetici, mentre lo stesso anno da 20 cent non lo è (???)

I 10 centesimi del 1929 invece non lo sono, e sembrano essere dello stesso materiale dei 20 cent 1939.

Molti tagli li ho dal 1968 (è cambiato qualcosa da quell'anno?), inoltre nelle annate in mezzo (anni 70-inizio 80) sparisce il segno di zecca, per poi ricomparire (vorrei se possibile sapere le date esatte in cui scompèare e ricompare, dato che non avendo tutti gli anni non riesco a trovarla con certezza).

Ultima cosa: nei tagli da 5, 2, 1 e 1/2 franco le più recenti hanno gli assi invertiti rispetto a quelle più "vecchie". Anche qui, a partire da che anno?

Se volessi fare una collezione tipologica svizzera, di quali di queste variazioni dovrei tener conto secondo voi?

Grazie,

rada

Edited by rada
Link to post
Share on other sites

I 20 cent sono in nichel puro (magnetici) fino al 1938 e in cupronichel (antimagnetici) dal 1939 ad oggi.

I 10 cent sono in nichel puro (magnetici) solo dal 1932 al 1939 e in cupronichel (antimagnetici) sia prima che dopo.

Tutte le monete in nichel puro sono fuori corso dal 2004.

Link to post
Share on other sites

villa66

Forse questo un buon posto per ricordare il motivo per il conio 1968 senza il marchio di zecca di Berna: alla fine della monetazione d'argento della Svizzera per circolazione creato un bisogno immediato per un gran numero di monete di ricambio. Era una necessità lo svizzero trovato più facile incontrare con aiuto straniero, così aggiunto alla produzione di Berna di B-zecca monete furono le monete no-marchio di zecca di Zecca Reale della Gran Bretagna.

:) v.

----------------------------------------------------------

Maybe this a good place to mention the reason for the 1968 coinage without the Berne mintmark: the end of Switzerland’s silver coinage for circulation created an immediate need for large numbers of replacement coins. It was a need the Swiss found it easier to meet with foreign help, so added to Berne’s production of B-mint coins were the no-mintmark coins of Britain’s Royal Mint.

:) v.

Link to post
Share on other sites

  • 1 month later...
Burkhard

Se collezioni per tipologia, ci sono diverse cose da tenere d'occhio. Sebbene apparentemente tutte uguali, in realtà le monete della confederazione sono differenziati per piccoli particolari spesso difficilmente intuibili ad un occhio inesperto.

Elencarli tutti sarebbe lungo e tedioso, consiglio questo eccellente sito per farsi un'idea delle molte piccole varianti nei conii delle monete confederali (1850-oggi): http://www.schweizer-geld.ch/bundesmuenzen/de/2

Saluti a tutti :D

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.