Jump to content

Recommended Posts

Ciao, ho questo tondello arrugginito. Le possibilità sono:

- resti di un eurocent (le dimensioni e il magnetismo corrispondono ma può una moneta ridursi così in non piu' di 12 anni?)

- qualche moneta antica o comunque vecchia (ma esistevano monete ferromagnetiche nel passato o usavano solo rame\bronzo, argento e oro?)

- un pezzo di ferro qualsiasi

Qualche idea?

post-30721-0-66006200-1403477810_thumb.j

post-30721-0-80303900-1403477827_thumb.j

Link to post
Share on other sites

Roy Batty

Gli eurocent possono ridursi anche peggio, ma non credo sia uno di loro, l'ossidazione è infatti troppo omogenea per essere compatibile che quella che subirebbe una moneta placcata.

Link to post
Share on other sites

ma esistevano monete ferromagnetiche nel passato o usavano solo rame\bronzo, argento e oro?

Nessuno sa rispondere a questa domanda?

Purtroppo io conosco poco e nulla di monetazione pre-800, questa l'ho trovata in un barattolo di 100 monete mondiali comprato a 10€ ad un mercatino. Vorrei sapere se buttarla nella monnezza o no.

Link to post
Share on other sites

Roy Batty

Credo fosse molto raro utilizzare monetazione in ferro in tempi antichi vista la sua deperibilità, mi pare ci sia stato qualche cash cinese in ferro, ma quelli erano forati.

Link to post
Share on other sites

Meh
nikita_
Supporter

Ci sarebbe il fenig del Regno di Polonia in ferro, su per giù con lo stesso formato:

http://www.lamoneta.it/topic/106039-regno-di-polonia-1916-1918-la-ciotola-di-oggi/?hl=fenig

Comunque se non si intravede proprio nulla, e l'ossidazione è elevata al cubo, prima di buttarla userei dei mezzi energici di pulizia (vietatissimi in numismatica) per sapere almeno di cosa si tratta.

Link to post
Share on other sites

Meh
nikita_
Supporter
Link to post
Share on other sites

profausto

@@stf quando si richiedono informazioni ..bisogna cercare anche di mettere in condizioni chi ti risponde di avere adeguati dettagli.... ad esempio il peso è determinante...in tutte le identificazioni..... :whome:

prendilo assolutamente come suggerimento , ma vedrai che con informazioni complete otterrai il piu' delle volte risposte adeguate

alcune monete tedesche della metà del XIX secolo sono in ferro

i 20 filler Ungheresi del periodo 1915-1918 ( peso 3,40 circa) sono in ferro cosi' come i 20 Heller dell'impero Austro Ungarico dello stesso periodo sono in ferro

Edited by profausto
Link to post
Share on other sites

anche alcune monete tedesche della metà del XIX secolo sono in ferro

i 20 e 10 filler Ungheresi del periodo 1915-1918 ( peso 3,40 circa) sono in ferro cosi' come i 20 Heller dell'impero Austro Ungarico dello stesso periodo sono in ferro

Lo so, ma sono più grandi. L'unica possibilità può essere il 1 fenig polacco.
Link to post
Share on other sites

Messa in un barattolo con un po' di aceto e sale grosso per un'ora agitando di tanto in tanto non è cambiato nulla. Solo ruggine, nessuna traccia della placcatura in rame e nessun rilievo.

C'è qualcuno di voi che usa il metaldetector in spiaggia? In che condizione trovate le monete da 1, 2 e 5 eurocent? Vi è mai capitato che abbiano perso tutto il rivestimento in rame?

Link to post
Share on other sites

Roy Batty

Con aceto e sale non ottieni che farla arruginire ancora di più. Il ferro non è rame, se proprio vuoi tentare qualcosa prova a raschiare via la ruggine con qualche aggeggio, ma dubito si otterrà qualcosa.

Negli eurocent per far partire l'ossidazione basta un microscopico foro o graffio, quindi il ferro trasformandosi in ruggine si gonfia sino a far scoppiare l'involucro di rame, il rame comunque si ossida molto meno rispetto al ferro e quindi dopo l'"esplosione" tende ad aprirsi ancora di più per lasciare spazio all'anima di ferro che si gonfia, per cui non si stacca.

Comunque come ho detto prima l'ossidazione del tondello è troppo regolare perchè si tratti di un eurocent o di una qualsiasi moneta placcata di rame.

Link to post
Share on other sites

Ho provato a grattare la ruggine, non cambia niente, è tutto un blocco arrugginito, non è che viene via la ruggine e sotto c'è metallo non ossidato.

Tra poco dovrò andare in Banca d'Italia a prendere i 2 euro commemorativo 200° anniversario Arma dei Carabinieri. Dato che loro si occupano della sostituzione di monete e banconote danneggiate potrei provare a dire loro che ho trovato quel "cent" in giardino e sentire qual è il loro parere. Probabilmente sapranno dire con certezza che non si tratta di un cent.

Link to post
Share on other sites

odjob

Nessuno sa rispondere a questa domanda?

Purtroppo io conosco poco e nulla di monetazione pre-800, questa l'ho trovata in un barattolo di 100 monete mondiali comprato a 10€ ad un mercatino. Vorrei sapere se buttarla nella monnezza o no.

ti autorizzo a gettarla nella"monnezza"ma differenziata e maneggia questa cosa con guanti altrimenti c'è rischio che ti prendi il tetano ;)

e per 10 euro vai pure a rischiare la vita

Link to post
Share on other sites

ti autorizzo a gettarla nella"monnezza"ma differenziata e maneggia questa cosa con guanti altrimenti c'è rischio che ti prendi il tetano ;)

e per 10 euro vai pure a rischiare la vita

Ora che ho capito che non vale niente la getterò, infatti. Ma all'inizio era bello sognare, che sotto l'ossidazione si potessero nascondere i rilievi di chissà che moneta. :rofl: Già sapere che non esistono monete antiche in metallo ferroso mi ha tolto molti dubbi.

Per quanto riguarda le malattie ormai sarà disinfettata dopo il tempo che è stata in ammollo e a meno che non la spingi con forza dentro la pelle non è che ti contagi solo ad averla in casa. A questo punto dovresti gettare anche tutte le pinze, cacciaviti e martelli con tracce di ruggine!

Edited by stf
Link to post
Share on other sites

Meh
nikita_
Supporter

C'è qualcuno di voi che usa il metaldetector in spiaggia? In che condizione trovate le monete da 1, 2 e 5 eurocent? Vi è mai capitato che abbiano perso tutto il rivestimento in rame?

Non si è presentato nessuno eh? 7_16_2.gif

:rofl:

Ho provato a grattare la ruggine, non cambia niente, è tutto un blocco arrugginito, non è che viene via la ruggine e sotto c'è metallo non ossidato.

Tra poco dovrò andare in Banca d'Italia a prendere i 2 euro commemorativo 200° anniversario Arma dei Carabinieri. Dato che loro si occupano della sostituzione di monete e banconote danneggiate potrei provare a dire loro che ho trovato quel "cent" in giardino e sentire qual è il loro parere. Probabilmente sapranno dire con certezza che non si tratta di un cent.

Hai provato con l'acido muriatico? :rolleyes:

Comunque la Banca d'Italia non si occupa della sostituzione delle monete danneggiate, lo fa semmai per le banconote.

Le monete corrose, ed in questo caso non riconoscibili, vengono solo ritirate e non sostituite, poi vengono spedite alla Zecca, sarà quest'ultima successivamente a determinarne la rimborsabilità.

Per un solo pezzo naturalmente è assurdo, ma per svariati motivi ci saranno casi di persone che ne avranno a centinaia se non a migliaia in queste condizioni.

Edited by nikita_
Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
karnescim

avete provato a prendere in considerazione che si tratti solamente di uno scarto di lavorazione di un tondino di ferro per edilizia? ti assicuro che sui bilici che li trasportano si vedono spesso queste "fette di salame"

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.