Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
azzogsal

denarietto di.......?

Recommended Posts

azzogsal

Buongiorno,un amico mi ha mostrato questo denarietto che ho prontamente fotografato col cellulare (mi scuso se le immagini non sono eccelse) chiedendomi di identificarlo. Ma ahimè io non sono in grado mi dareste una mano? ah il peso è 2,65 g e il diametro 18/19 mm. Grazie a chi vorrà illuminare 2 ignoranti ( me e il mio amico).

post-178-0-43893300-1406447714_thumb.jpg

post-178-0-87173800-1406447754_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Legio II Italica

Ciao , piu' che un denario sembra un antoniniano anche se il peso e' basso , ha la testa radiata , di Gordiano III con la Liberalitas , ma forse e' falso .

Edited by Legio II Italica

Share this post


Link to post
Share on other sites

ramon_fonst

Si tratta di un Antoniniano di Gordiano III, sul retro riporta la "Liberalitas" cioè una elargizione che l'imperatore fece ai cittadini romani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disorientato
Illyricum65

Ciao, è tutto corretto. Purtroppo la foto limita il giudizio ma a mio avviso si tratta di un falso. Presenta abbastanza chiaramente bolle ed irregolaritá. Inoltre i caratteri della legenda cosí evanescenti ed irregolari...

Ciao

Illyricun

:)

Sent from my GT-I8190 using Lamoneta.it Forum mobile app

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

franco obetto

@@Illyricum65

ti quoto appieno....dalla foto,la sensazione e' quella di un falso facile,facile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Legio II Italica

Falso come supponevo oltre che per le bolle anche perché e' un ibrido tra un denario per il peso e un antoniniano perché radiato e di peso troppo basso per l' epoca .

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disorientato
Illyricum65

Sì, mi pare un falso "facile facile".... ;)

Gordian III, AR Antoninianus, January 1, 240-March (?) 240, Third Issue, Rome
IMP CAES M ANT GORDIANVS AVG
Radiate, draped, cuirassed bust right, seen from behind
LIBERALITAS AVG II
Liberalitas standing facing, head left, coin shaker in right hand, double cornucopiae in left
22mm, 5.18g
RIC IV, Part III, 36v (C for type)

Questo è il confronto che palesa alcune bolle e bollicine, presenti comunque in quantità sui campi. Inoltre è evidente la scarsa qualità dei caratteri della legenda.

post-3754-0-88873200-1406453773_thumb.jp

I dati fisici confermano...

Ciao

Illyricum

:)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro

S쬠mi pare un falso "facile facile".... ;)

Gordian III, AR Antoninianus, January 1, 240-March (?) 240, Third Issue, Rome

IMP CAES M ANT GORDIANVS AVG

Radiate, draped, cuirassed bust right, seen from behind

LIBERALITAS AVG II

Liberalitas standing facing, head left, coin shaker in right hand, double cornucopiae in left

22mm, 5.18g

RIC IV, Part III, 36v (C for type)

Questo 蠩l confronto che palesa alcune bolle e bollicine, presenti comunque in quantit࠳ui campi. Inoltre 蠥vidente la scarsa qualitࠤei caratteri della legenda.

attachicon.gifbis.JPG

I dati fisici confermano...

Ciao

Illyricum

:)

Concordo con Te @@Illyricum65.

Per questi falsi facili da identificare, al di la' delle bolle, una cosa che noto sempre come hai detto Tu, l' irregolarita' delle lettere della legenda che, verso la fine, risultano addirittura tagliate.

Certo che se cominciano anche a falsificare gli antoniniani di Gordiano Pio, siamo rovinati.

Edited by eliodoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

franco obetto

purtroppo la falsificazione di monete di scarso valore e' un fenomeno comune e in accrescimento....prova a chiedere ai curatori della sezione greca.i falsi hanno completamente inquinato il mercato....stanno arrivando anche qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Legio II Italica

Mah ! non so che senso possa avere falsificare monete di scarso o scarsissimo valore , bisognerebbe produrne in grosse quantita' per avere poi quanto guadagno ? ne vale la pena ? posso capire , ma condannare , falsificare argenti o bronzi rari della Magna Grecia , quando si trova il pollo che li paga come i veri , ma quando si tratta di denari o antoniniani romani , il piu' delle volte sono falsificazioni occasionali moderne o antiche .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arka

Finchè la differenza tra costi e ricavi è buona si producono falsi anche di monete di scarso valore. Il problema è al momento dell'acquisto. Il vero pericolo è il ''grande affare''... Non credo che il Gordiano di questa discussione sia stato acquistato da un commerciante ufficiale, no? :nea:

Arka

Share this post


Link to post
Share on other sites

azzogsal

Grazie ragazzi siete fantastici non solo la classificazione ma anche la perizia!! Ho purtroppo dato la brutta notizia al mio amico che mi ha detto che la moneta gliela ha venduta il classico tizio che lo ha avvicinato durante una visita a Ephesus per la modica cifra di 20 euro.. Niente di grave ma mannaggia a li Turchi imbroglioni!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disorientato
Illyricum65

Ciao,

...la moneta gliela ha venduta il classico tizio che lo ha avvicinato durante una visita a Ephesus

Ce provano un po' tutti... non serve andare da.. li Turchi!

Ti ricordi "Guardie e ladri" di Totò?! :D

Ciao

Illyricum

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

azzogsal

Dici che i turchi guardano i film di Toto? Si hai ragione ai Turchi probabilmente glielo abbiamo insegnato noi!! Ma non di recente probabilmente già dai tempi in cui la città di Ephesus era sotto l'amministrazione Romana.

Share this post


Link to post
Share on other sites

numizmo

Grazie ragazzi siete fantastici non solo la classificazione ma anche la perizia!! Ho purtroppo dato la brutta notizia al mio amico che mi ha detto che la moneta gliela ha venduta il classico tizio che lo ha avvicinato durante una visita a Ephesus per la modica cifra di 20 euro.. Niente di grave ma mannaggia a li Turchi imbroglioni!!!!

ma daii! è da film d'antan..!ma il tuo amico non ci va al cinema?

Share this post


Link to post
Share on other sites

mero mixtoque imperio

Abbastanza vergognoso come falso rispetto alla monetazione regolare, ma la curiosità più interessante sta nel fatto che la moneta non ha imitato il conio di cui al post 7, bensì un conio pseudo-provinciale, il che spinge ad analisi più approfondite...

Share this post


Link to post
Share on other sites

azzogsal

Se ti è possibile potresti postare il conio pseudo provinciale a cui facevi riferimento.?

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro

ciao @@azzogsal,

la moneta da Te postata è una riproduzione moderna dell'antoniniano che Ti ha già ben indicato @@Illyricum65,

non è nè falso d'epoca, nè, tanto meno, ha un conio pseudo - provinciale, concetto peraltro oscuro.

Saluti Eliodoro

Edited by eliodoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

mero mixtoque imperio

Se ti è possibile potresti postare il conio pseudo provinciale a cui facevi riferimento.?

Dovrei ricercarlo con non poca fatica (mi pare di avere prodotto un qualcosa di simile in una perizia per il GIP di Chieti qualche anno fa).

Volevo intendere che, messa a paragone con quella postata, il falso è facile, mentre forse la moneta da imitare era molto più fedele a quella che di fatto abbiamo commentato qui sopra. Insomma siamo nel "limbo" dei falsi bulgari, fenomeno da studiare attentamente perché può riservare sorprese dolci o amare, a seconda dei casi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

numizmo

Dovrei ricercarlo con non poca fatica (mi pare di avere prodotto un qualcosa di simile in una perizia per il GIP di Chieti qualche anno fa).

Volevo intendere che, messa a paragone con quella postata, il falso è facile, mentre forse la moneta da imitare era molto più fedele a quella che di fatto abbiamo commentato qui sopra. Insomma siamo nel "limbo" dei falsi bulgari, fenomeno da studiare attentamente perché può riservare sorprese dolci o amare, a seconda dei casi.

Perché sorprese dolci? un falso moderno, bulgaro o no,"pseudo.provinciale" o no ( poi spieghi anche a me cosa sarebbe) non ha nulal di dolce...la moneta qui illustrata è un volgare e pacchiano falso moderno, punto e basta..senza tanti voli pindarici.
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

mero mixtoque imperio

Perché sorprese dolci? un falso moderno, bulgaro o no,"pseudo.provinciale" o no ( poi spieghi anche a me cosa sarebbe) non ha nulal di dolce...la moneta qui illustrata è un volgare e pacchiano falso moderno, punto e basta..senza tanti voli pindarici.

Intendevo dire che in collezioni composte principalmente da falsi bulgari, può trovarsi qualche moneta autentica (sorpresa dolce) o addiritura nell'ambito di "falsi regolari" si può essere messi in pista per la ricerca di monete inedite (sorpresa dolcissima soprattutto per il ricercatore), anche perché il falsario è prima un "copiatore" e solo in un secondo tempo un deturpatore della realtà numismatica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.