Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vanadio

banconota cecoslovacca del 1944 (!)..

Risposte migliori

vanadio

salve a tutti :)

mi sapreste dire qualcosa su questa banconota che trovo alquanto strana?

parrebbe cecoslovacca, almeno stando all'intestazione, e anche la valuta, la corona, c'è.. ma è datata 1944, anno in cui la cecoslovacchia esisteva solo nel diritto internazionale, ma non nei fatti (protettorato di boemia e moravia - repubblica indipendente di slovacchia).

per giunta, la banconota riporta il valore, 5 corone, anche in, apparentemente, due diverse lingue slave scritte in caratteri cirillici, che non possono essere il ceco.. come si spiega?..

grazie in anticipo per l'aiuto! :)

post-32006-0-30162400-1406587779_thumb.j

post-32006-0-05165300-1406587790_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

In realtà è sovietica, nel senso che è stata emessa dalle forze di liberazione sovietiche del Protettorato di Boemia e Moravia e della Slovacchia (che pur essendo formalmente sovrana era in realtà un fantoccio in mano ai nazisti) con la restaurazione della Cecoslovacchia unita. Liberazione che subito si trasformò de facto in un'altra occupazione.

Le due lingue scritte in cirillico sono il russo e l'ucraino.

Modificato da ART
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vanadio

allora, l'assoluta particolarità di questa emissione mi ha incuriosito a tal punto che, forte della dritta di @@ART, ho cercato di saperne un po' di più. non è stato facile, vista la difficoltà di trovare fonti in italiano che approfondiscano nel dettaglio questo tema, ovvero le fasi conclusive della guerra in cecoslovacchia, ma grazie soprattutto alle wikipedia in inglese e tedesco, sono riuscito a circostanziare meglio la storia di questa effimera emissione, e ora la condivido con voi :)

queste banconote sono state effettivamente pensate, create e stampate in urss, come diceva @@ART, e distribuite nei territori liberati dall'armata rossa in cecoslovacchia a partire dal 23 marzo 1945. nei primi giorni di emissione il territorio effettivamente liberato dall'armata rossa consisteva essenzialmente della rutenia carpatica (poi annessa all'urss e aggregata all'ucraina nel giugno 1945), già liberata diversi mesi prima dall'occupazione ungherese, nell'autunno 1944; inoltre delle aree più orientali della slovacchia: ai primi di aprile fu liberata kosice, la seconda città slovacca (nel caso della slovacchia la liberazione non consisté nella cacciata di un occupante, ma nella sottrazione progressiva di aree slovacche al controllo del governo fantoccio filonazista, nominalmente autonomo, di joseph tiso). immagino, ma non ne sono certo, che la data 1944 sulle banconote sia dovuta al fatto che il primo progetto per un'emissione di corone per la cecoslovacchia liberata, sia stata concepita in urss già alla fine del 1944, dopo la liberazione della rutenia carpatica dall'ungheria, e quando probabilmente era sempre più nell'aria l'imminenza della liberazione di tutto il paese. in ogni caso come dicevo l'emissione è entrata in corso il 23 marzo 1945, quando comunque tutta l'attuale repubblica ceca era ancora sotto controllo nazista (praga è stata liberata dai partigiani cechi il 5 maggio). dopo la fine della guerra il 9 maggio, l'emissione, ora circolante nell'intero territorio ricostituito della repubblica cecoslovacca, rimase in corso per diversi altri mesi, finché venne ritirata a partire dall'11 novembre 1945. si tratta quindi di un'emissione di transizione in piena regola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

La serie completa è costituita dai tagli da 1, 5, 20, 100, 500 e 1.000 corone.

Il biglietto da 1 corona rimase in corso fino al 13 aprile 1946, mentre gli altri tagli andarono fuori corso, come già detto da @@vanadio, nel novembre 1945. Ma in realtà, a sparire dalla circolazione, furono soltanto i tagli da 5 e 20 corone.

Il 30 ottobre 1945 era stato deciso il cambio della moneta, ovvero di tutte le emissioni del Protettorato di Boemia e Moravia e della Slovacchia durante l'occupazione tedesca. In attesa che fossero disponibili i nuovi modelli, furono utilizzati per il cambio alcuni biglietti slovacchi del 1940-41 e i tagli da 100, 500 e 1.000 corone d'occupazione sovietica, opportunamente contromarcati con una marca adesiva col ritratto del presidente Masarik.

Potete vedere a questi links i tre biglietti sovietici con contromarca

http://banknoteworld.com/thumbs/1000/upload/banknote/CzechoslovakiaP53s-100Korun-(1945od1944)-donatedmjd_f.jpg

http://banknoteworld.com/thumbs/1000/upload/banknote/CzechoslovakiaP55s-500Korun-(1945od1944)-donatedmjd_f.jpg

http://banknoteworld.com/thumbs/1000/upload/banknote/CzechoslovakiaP57s-1000Korun-(1945od1944)-donatedmjd_f.jpg

Il cambio avveniva alla pari, 1 vecchia corona contro 1 nuova corona (biglietti contromarcati o di nuova tipologia) ma ogni persona poteva cambiare al massimo 500 corone in contanti, e tutti i depositi bancari vennero bloccati.

Con questa operazione si ridusse del 75% la massa del circolante cartamonetario, e si riuscì a tenere sotto controllo un'inflazione che altrimenti avrebbe rischiato di arrivare alle stelle, come nella vicina Ungheria.

petronius :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Se questa categoria t'interessa ci fu un'emissione simile per l'Ungheria. Non aveva scritte in russo e ucraino ma "Vörösadsereg Parancsnoksága", che vuol dire Quartier Generale dell'Armata Rossa.

915006.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vanadio

grazie! quella ungherese mi sembra un pelino più "marziale" di quella cecoslovacca. sarà forse perché in questo caso si tratta di un paese sconfitto e occupato, e non "liberato"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

Banconote "made in URSS" della stessa tipologia vennero emesse anche per la Polonia, espresse in zloty, e la Romania, espresse in lei

L'impostazione grafica è la stessa di quelle cecoslovacche e ungheresi

Di seguito il pezzo da 2 zl. del 1944

post-3417-0-14634600-1406914047_thumb.jp

post-3417-0-92311100-1406914057_thumb.jp

Mentre le banconote emesse per Cecoslovacchia, Ungheria e Polonia sono abbastanza comuni e si trovano con poco, quelle rumene sono rare e costosissime

Di seguito il 10 lei rumeno emesso dal "Comando dell'Armata Rossa"

post-3417-0-13169900-1406914177_thumb.jp

post-3417-0-77177900-1406914192_thumb.jp

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vanadio

sì mi pare abbastanza evidente.. in cecoslovacchia e polonia, paesi liberati da occupazioni, figura il nome dello stato o della banca centrale, quasi come a voler dare un'impressione di "normalità" data da un governo civile, o quantomeno da una sua parvenza fittizia. in ungheria e romania invece, paesi nemici sconfitti, figura il nome del comando dell'armata rossa, ovvero il governo militare di occupazione: appunto non di una forza liberatrice ma di una forza vincitrice occupante in questi casi si trattava (anche in bulgaria). quella ungherese in particolare, come già dicevo, ha veramente un'aria marziale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×