Jump to content
IGNORED

moneta oro islamica


Recommended Posts

mi hanno offerto la moneta di cui posto l'immagine: dovrebbe trattarsi di 1/4 di dinar, peso Gr. 0,800 e diametro mm 13. Qualcuno mi sa dare qualche notizia in più?

post-33550-0-19552500-1408096661_thumb.j

Link to post
Share on other sites

mi hanno offerto la moneta di cui posto l'immagine: dovrebbe trattarsi di 1/4 di dinar, peso Gr. 0,800 e diametro mm 13. Qualcuno mi sa dare qualche notizia in più?

Una moneta somigliante

post-8209-0-45436200-1408190724_thumb.jp

Post-Abbasidi = Safaridi (861/1003 Khalaf bin Ahmad (963/1003) Cat.Album 1420.1

Quella che hai postato non vale più di qualche decina di euro.E' anche di bassa conservazione, piccola e bruttarella.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
numa numa

sono medagliette votive che circolavano in abbondanza tra la sicilia ed il nord africa, valore circa 50..........80 quando sono bellissime.

saluti

Come "medagliette votive" ?

Non erano monete ?!?

Link to post
Share on other sites

secondo il dott. Tarascio sono medagliette votive (io condivido in pieno) , le distingui facilmente dai robay sia per lo stile che per il peso leggermente inferiore.....solitamente non sono presenti ne data ne nome del principe , solo preghiere

Link to post
Share on other sites

secondo il dott. Tarascio sono medagliette votive (io condivido in pieno) , le distingui facilmente dai robay sia per lo stile che per il peso leggermente inferiore.....solitamente non sono presenti ne data ne nome del principe , solo preghiere

Dato che compaiono sempre più spesso sul mercato puoi dare notizie più dettagliate, magari facendo riferimento a testi e ad aste e postando anche foto per poterle distinguere.

Link to post
Share on other sites

numa numa

veramente questa delle "medagliette votive", di forma, aspetto e peso (quasi) eguale ai roba'î è la prima volta che la sento..

Non mi pare che né lo Spinelli né il Lagumina abbiano menzionato tale categoria di oggetti. Tra l'altro non vedo come l'autorità battente moneta in quel momento , gli Aglabidi, Fatimidi e Ayubidi potessero tollerare degli oggetti cosi simili alle monete in circolazione ..

Link to post
Share on other sites

nulla di strano che,visto il metallo prezioso, potessero essere usati per gli "aquisti".........il fatto che non vi sia nome, anno e zecca basta a dimostrarne la differenza dalla moneta tipo araba circolante nel medioevo.....quello della medaglietta votiva è il modesto parere di un vecchietto ultra novantenne che ha speso tutta la sua vita a studiare queste monete, che ancora oggi continua con i suoi studi e che ha scritto un libro "Siciliae Nummi Cuphici" che dopo quasi un secolo dal Lagumina diede lustro ad una monetazione studiata e conosciuta da poche persone fino agli anni 80 .

Edited by mirkoct
Link to post
Share on other sites

numa numa

nulla di strano che,visto il metallo prezioso, potessero essere usati per gli "aquisti".........il fatto che non vi sia nome, anno e zecca basta a dimostrarne la differenza dalla moneta tipo araba circolante nel medioevo.....quello della medaglietta votiva è il modesto parere di un vecchietto ultra novantenne che ha speso tutta la sua vita a studiare queste monete, che ancora oggi continua con i suoi studi e che ha scritto un libro "Siciliae Nummi Cuphici" che dopo quasi un secolo dal Lagumina diede lustro ad una monetazione studiata e conosciuta da poche persone fino agli anni 80 .

Con tutto il rispetto per il Tarascio mi permetto di dissentire da questa opinione

La moneta per gli arabi era un fenomeno di gran lunga piu' lineare ( metrologicamente) preciso ed identificabile del mare magnum che corsisteva in Occidente . Se guardiamo la monetazione medioevale occidentale accanto a quella araba e' come avere un patchwork di mille colori accanto ad un bicromo di Rotchko

Link to post
Share on other sites

Beh, sei libero di dissentire .....come lo sono io di condividere......sono tanti gli accademici che hanno sottovalutato....ma anche schernito....le teorie passate di Tarascio.....ma ricordo con soddisfazione il primo congresso di Bari dove alcuni studiosi (esteri) condivisero le stesse teorie derise anni prima da alcuni dei nostri professoroni italici sempre pronti e bravi a criticare chi non è un docente universitario, come se i più grandi testi numismatici della storia fossero stati scritti da soli professori.......anzi, forse è sempre stato il contrario

Edited by mirkoct
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.