Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Legio II Italica

Il Muro "Ruptus"

Risposte migliori

Legio II Italica

Per chi non e’ di Roma , un argomento breve , facile , senza tante difficolta’ , un “reperto” archeologico quasi sicuramente non conosciuto , spero sia gradito dagli amici non Romani della sezione .
Il Muro Torto , denominazione attuale , è un massiccio antico muro di sostruzione in opera reticolata di Roma , di epoca repubblicana , che Aureliano inglobo’ lungo il percorso delle sue mura , ora dà il nome odierno al Viale del Muro Torto , alle falde a nord del Pincio e dirimpetto alla Villa Borghese , si trova lungo il tratto delle Mura Aureliane esattamente tra la Porta Flaminia e la Porta Pinciana , nel punto piu’ vicino alla prima Porta .
Si tratta di un enorme resto murario databile alla fine dell'età repubblicana che sosteneva il pendio a nord del colle del Pincio , sul lato dove si trovavano , in ordine di tempo , le Ville gentilizie quali quella degli Acilli , degli Anicii ed infine dei Pincii che in ultimo diede il nome odierno alla collina . Oggi vicino al Muro si trovano , sopra , il bellissimo e grande parco del Pincio e Villa Medici , mentre di rimpetto , Villa Borghese .
Negli anni della Roma papalina al Muro Ruptus , che da ora in poi chiameremo con suo nome moderno Torto , era diventato un luogo di sepoltura , dove venivano deposti i corpi di suicidi , di ladri , di vagabondi e delle prostitute .
Da Procopio , Guerra Gotica , sappiamo che e’ da almeno dai tempi di Belisario , che il muro veniva chiamato "muro ruptus" , infatti pareva così tanto inclinato che si aveva la costante impressione che sarebbe potuto venir giu’ da un momento all'altro . Proprio a Belisario venne in mente di abbattere il muro per ricostruirlo , ma i romani glielo impedirono categoricamente : esso era sotto la protezione dell'apostolo Pietro ; Egli infatti aveva promesso ai Romani che avrebbe sempre difeso la città di Roma , combattendo e allontanando ogni tipo di assedio e violenza che si fossero avventurati verso quel tratto della Mura . Miracolosamente cio' è sempre avvenuto , sin dai tempi dell'assedio dei Goti , nessun gruppo armato si è mai avvicinato a quel tratto di mura , pur essendo all’ apparenza facilmente espugnabile .
Il Muro Torto è stato anche denominato "muro malo", in quanto il terreno circostante veniva utilizzato come detto ad uso sepolcrale . Fin dai tempi della Roma papale vi venivano , ad esempio , sepolte le prostitute che , a causa della loro vita libertina e dissoluta , secondo le leggi dell’ epoca non meritavano un funerale religioso ; insieme a loro , ladri , vagabondi , suicidi , impenitenti . Secondo le leggende che si raccontavano in quei tempi , erano proprio i fantasmi di queste anime infelici che , di notte , vagavano inquieti , convincendo i più deboli a suicidarsi gettandosi da sopra le mura con loro , infatti per evitare l'accaduto venne costruita una rete sotto il parapetto del muro , visto l'alto numero di suicidi che un tempo avvenivano nella zona .
Da Svetonio sappiamo che anche Nerone e’ stato sepolto in prossimita’ del Muro Torto , infatti i Domizii avevano qui la loro tomba gentilizia : Vita di Nerone , Tomo L :

“Gli vennero fatti i funerali con la spesa di duecentomila sesterzi e fu avvolto nelle coperte bianche intessute d’oro che aveva usato alle calende di Gennaio . Le nutrici Egloge e Alessandria e la concubina Atte posero i suoi resti nella Tomba di famiglia dei Domizi che si scorge dal Campo Marzio sulla collina dei Giardini (odierno Pincio) . Nella tomba ebbe un sarcofago di porfido sormontato da un altare in piertra di Luni (marmo bianco di Carrara) e circondato da una balaustra in pietra di Taso (marmo bianco con macchie gialle dell’ isola di Taso) “

La leggenda seguita alla sua morte , narra che durante la sua sepoltura , la terra stessa si fosse aperta perchè l'inferno voleva farne sparire la tomba , si racconta che nel medioevo i terreni circostanti siano stati ritenuti "maledetti" proprio per questo motivo e che sulla tomba di Nerone fosse cresciuto un sinistro e alto noce sopra il quale fossero avvezzi posarsi corvi ancor più sinistri . Papa Pasquale II , nel 1100 circa , fece piazza pulita togliendo sepolcro e noce ed esorcizzò il terreno , facendovi costruire sopra la chiesa di Santa Maria del Popolo .

Alcuni disegni antichi e foto a cavallo del '900 , di varie epoche che ci tramandano il Muro Rotto , a testimonianza del fascino avuto da questo luogo nell' antichita' , lo stato attuale del Muro , la piantina di Roma antica all' epoca della Guerra Gotica con la posizione del Muro lungo il percorso delle Mura di Aureliano , l' ingresso di Villa Borghese e il Palazzo di Villa Medici , vicino il Muro .

post-39026-0-01810400-1411129276_thumb.j

post-39026-0-31834400-1411129284_thumb.j

post-39026-0-47552600-1411129294_thumb.j

post-39026-0-41919300-1411129322_thumb.j

post-39026-0-78076800-1411129340_thumb.j

post-39026-0-31886300-1411129351_thumb.j

post-39026-0-10997100-1411129368_thumb.j

post-39026-0-86633900-1411129382_thumb.j

Modificato da Legio II Italica
  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Seguono le tre ultime foto :

post-39026-0-51890700-1411129527_thumb.p

post-39026-0-29501400-1411129538_thumb.j

post-39026-0-38598800-1411129550_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RobertoRomano

Interessantissime le foto ottocentesche,di cui,la prima,è della Raccolta Parker.Si vedono benissimo i lavori di ricostruzione delle mura,operati da Pio IX negli anni sessanta dell'Ottocento che ricoprirono il manufatto romano(grande sostruzione muraria ad archi) usato da Aureliano nel tracciato delle sue mura,rimasto ben conservato fino ad allora,nonostante martoriato,in quel punto, da poderosi assedi,i più famosi dei quali furono quelli gotici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Interessantissime le foto ottocentesche,di cui,la prima,è della Raccolta Parker.Si vedono benissimo i lavori di ricostruzione delle mura,operati da Pio IX negli anni sessanta dell'Ottocento che ricoprirono il manufatto romano(grande sostruzione muraria ad archi) usato da Aureliano nel tracciato delle sue mura,rimasto ben conservato fino ad allora,nonostante martoriato,in quel punto, da poderosi assedi,i più famosi dei quali furono quelli gotici.

Infatti la maggior parte degli assedi di Roma ad opera dei Goti , da Alarico fino a Totila , avvennero proprio in questa zona della Mura Aureliane , tra la Porta Salaria , la Porta Pinciana e Porta Flaminia , interessando il Muro Torto , altre Porte "calde" della guerra gotica furono la Asinaria , la Ostiense , la Portuense , la Tiburtina . Totila quando riusci' a riprendere Roma entrando dalla Porta Asinaria , decise di abbattere tutte le Mura di Roma vista l' impossibilita' di difendere con un esercito l'immensa Citta' , ne abbatte' un terzo , ma dissuaso poi da una celeberrima lettera di Belisario , si astenne dal continuare , era suo intento abbattere oltre le Mura anche tutta Roma . Quando Belisario riprese Roma ricostrui in tutta fretta le Mura abbattute da Totila ed ancora oggi si vedono i tratti di queste Mura rialzate da Belisario costituite da ammassi di materiali diversi e ammucchiati in fretta .

Chi e' interessato alla storia di questo periodo , tra i peggiori , forse il peggiore , della storia di Roma e dell' Italia , dove Procopio ci narra fatti e situazioni della popolazione civile e militare inenarrabili , tanto che ci fu un lungo periodo nella desolata Roma dove vissero in tutto solo 500 persone , oltre pero' a questi tristi fatti , e' utile per la situazione dello stato della Citta' , consiglio la lettura del suo De Bello Gothico .

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Polemarco

Per chi non e’ di Roma , un argomento breve , facile , senza tante difficolta’ , un “reperto” archeologico quasi sicuramente non conosciuto , spero sia gradito dagli amici non Romani della sezione .

@@Legio II Italica

Legio non pensare che i romani non gradiscano il post, specie se assenti da Roma da quasi trenta anni.

Complimenti, complimenti e complimenti.

Polemarco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Per chi non e’ di Roma , un argomento breve , facile , senza tante difficolta’ , un “reperto” archeologico quasi sicuramente non conosciuto , spero sia gradito dagli amici non Romani della sezione .

@@Legio II Italica

Legio non pensare che i romani non gradiscano il post, specie se assenti da Roma da quasi trenta anni.

Complimenti, complimenti e complimenti.

Polemarco

Ciao @@Polemarco , con il preambolo intendevo dire che il Muro Torto e' ben conosciuto dai Romani quindi l' ho ritenuto poco interessante come post , cosa che al contrario e' probabilmente sconosciuto a chi non e' di Roma , quindi l' ho dedicato principalmente a loro . Grazie dei complimenti . Ciao

Claudio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×