Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
joker67

quantità monete nelle aste

Risposte migliori

joker67

Salve,

Essendo da non più di un anno che mi sono appassionato alla numismatica, volevo gentilmente chiedere se vari anni fa, vi erano ugualmente questo numero impressionante di monete di qualità nelle varie aste?

Noto un numero impressionante di pezzi di qualità alta..molti di essi provenienti da collezioni presumo importanti...

Cioè...vari anni fa , si trovavano tutte queste monete in commercio...oppure e' per colpa della crisi che spinge anche i migliori collezionisti a disfarsi dei propri. 'tesori'?

Io non ho molta esperienza in merito..ma vedo pezzi rari con delle patine provenienti da monetieri..

Cosa sta succedendo al mercato numismatico oggi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Salve,

Essendo da non più di un anno che mi sono appassionato alla numismatica, volevo gentilmente chiedere se vari anni fa, vi erano ugualmente questo numero impressionante di monete di qualità nelle varie aste?

Noto un numero impressionante di pezzi di qualità alta..molti di essi provenienti da collezioni presumo importanti...

Cioè...vari anni fa , si trovavano tutte queste monete in commercio...oppure e' per colpa della crisi che spinge anche i migliori collezionisti a disfarsi dei propri. 'tesori'?

Io non ho molta esperienza in merito..ma vedo pezzi rari con delle patine provenienti da monetieri..

Cosa sta succedendo al mercato numismatico oggi?

Ciao,

dovresti specificate se ti riferisce ad una monetazione particolare, o in generale a tutto il mercato numismatico.

Comunque, non mi pare che ci sia una "super offerta" rispetto agli anni passati, anzi, e qui mi riferisco alla monetazione che mi interessa, ( pontificia XIV- XVI secolo) in questi ultimi anni non ho più visto alcune tipologie di monete ( rarissime) che invece in cataloghi di alcuni decenni or sono apparivano con una certa regolarità.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

min_ver

Un po' e' come dici tu. Un po' dipende dalla grande accessibilità via web alle aste. E un po' gli investitori stanno sostituendo i collezionisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joker67

Mi riferisco in particolare alle monete del regno e quelle romane imperiali. Ad esempio queste ultime, noto su alcune aste in particolare molto quotate, dove vi sono dei pezzi in oro o bronzo stupendi. Posso solo immaginare che queste monete forse provengono da collezioni private. Per questo mi chiedo come un collezionista, dopo anni ed anni, decide di disfarsi di pezzi pregiati.

Lì non capisco se lo fanno per business (in questa ipotesi non potrei chiamarlo collezionista), oppure perchè siamo in un periodo assai buio per le finanze....per cui alla fine uno..."cede"!! Ma potrebbero essere tante altre le decisioni: un lascito a parenti che se ne vogliono disfare per fare cassa....oppure semplicemente un hobby che non interessa più.

Sono quasi certo che la maggior parte delle persone che decidono di disfarsi della propria collezione, lo fa per mancanza di denaro ...oggi come oggi, tra tasse e quant'altro...

Ma è solo una mia opinione personale..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

min_ver

Non credo che sia il fattore determinante. Le aste, in termini di offerta, soprattutto qualitativamente, le fanno i commercianti e gli speculatori, non i collezionisti, anche se è fuor di dubbio che le difficoltà economiche spingono più che in passato a dover monetizzare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Mi riferisco in particolare alle monete del regno e quelle romane imperiali. Ad esempio queste ultime, noto su alcune aste in particolare molto quotate, dove vi sono dei pezzi in oro o bronzo stupendi. Posso solo immaginare che queste monete forse provengono da collezioni private. Per questo mi chiedo come un collezionista, dopo anni ed anni, decide di disfarsi di pezzi pregiati.

Lì non capisco se lo fanno per business (in questa ipotesi non potrei chiamarlo collezionista), oppure perchè siamo in un periodo assai buio per le finanze....per cui alla fine uno..."cede"!! Ma potrebbero essere tante altre le decisioni: un lascito a parenti che se ne vogliono disfare per fare cassa....oppure semplicemente un hobby che non interessa più.

Sono quasi certo che la maggior parte delle persone che decidono di disfarsi della propria collezione, lo fa per mancanza di denaro ...oggi come oggi, tra tasse e quant'altro...

Ma è solo una mia opinione personale..

Esattamente il contrario

Mi spiego : quando il mercato e ' alto escono fuori le cose migliori

In questi ultimi 10 - 15 anni il mercato, soprattutto per le monete belle ha tirato come non mai e sul mercato sono passate tutte le grandi rarita' romane, greche d del Regno etc

In tempi bui queste monete non escono, non appartengono a gente che in periodi di crisi le deve vendete per necessita' e vengono accuratamente tenute al riparo in periodi di mercato basso

Per le quantità' invece ' industriali ' di monete ' normali' la spiegazione e' la maggiore facilita' di commercio data da internet

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto Varesi

In parte si sono riversate sul mercato tante monete per "colpa" degli elevati realizzi ma in parte è "colpa" di internet che, mostrandocele tutte insieme, accentua la sensazione di "massa elevata".

Anni fa un collezionista medio riceveva solo una minima parte dei cataloghi prodotti annualmente, che arrivavano diluiti del tempo.

Ora basta andare su un portale internet per vedere monete offerte da ditte a noi sconosciute.

C'è poi da dire che sono proprio le due tipologie indicate da jocker, quella romana e quella decimale, ad aver goduto delle maggiori rivalutazioni e quindi, secondo una ovvia regola di mercato, a maggior richiesta è seguita una maggior offerta.

Sulle medievali e rinascimentali direi che non è andata così.....

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joker67

Esatto, così come dice il Dott. Varesi,

aggiungo anche i media..diciamo un po tutti: televisione, giornali e riviste, oltre naturalmente al web che hanno amplificato la monetazione Romana e tutto quella che è stato la storia di Roma...di conseguenza la loro vendita.

Scommetto che se uscissero fuori un paio di Film "buoni"....con attori famosi, con tema il medievale o rinascimento....ricominciasse a volare anche il mercato delle monete appartenenti a quelle epoche :D .

Naturalmente è una opinione personale, per cui questo discorso finisce qui ... :rolleyes:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×