Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
VALTERI

CROTONE - Stateri

Risposte migliori

VALTERI

Posto uno statere incuso che passerà in asta ( ACR 12 n. 133 ) a breve ed uno statere simile passato in cronaca qualche anno fa

post-41289-0-90314200-1412700147_thumb.j

post-41289-0-59963800-1412700157_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

non è la stessa moneta. è dello stesso conio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Anche stessa rottura di conio.

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

VALTERI

Ho titolato "stateri" e scritto "uno statere....e uno statere simile...." usando il plurale , perché due possono essere le monete .

Ma proprio questo ha sollevato la mia curiosità .

I primi incusi di modulo largo , appaiono quasi sempre come monete molto curate in dettagli ed esecuzione .

Nel caso , nella zecca di Crotone , un conio di diritto si è danneggiato piuttosto vistosamente ; gli zecchieri avrebbero ugualmente battuto , e non eliminato , qualche esemplare difettoso ( ritengo molto pochi ) ; due di questi esemplari sarebbero pervenuti a noi .

L'accadimento mi pare comunque inconsueto e meritevole di nota .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Anche negli stateri di Metaponto esistono rotture di conio. Vedi Noe 95 ad esempio.

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Le rotture di conio sono in effetti poco comuni fra le incuse e ovviamente rivestono di grande importanza per la sequenza dei conii.

Complimenti per l'occhio e anche per essere riuscito a trovare un riferimento a un esemplare molto simile, che è stato ricuperato da un sequedtro e dovrebbe essere depositato alla Soprintendenza di Taranto (chissà quando vedremo immagini più complete e dettagliate…).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×