Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
legionario

Asse: cornucopia con la punta a sinistra

Risposte migliori

legionario

Mi è stato presentato per Catalogo Monete Romane Repubblicane questo asse.

Il peso è di gr. 30,96 – il diametro di mm. 33

post-4217-0-38336800-1413032752_thumb.jp

Ad una prima impressione il simbolo al R/ (in parte coperto da una leggera incrostazione/schiacciatura) mi è sembrato strano, mi dava la sensazione come di non aver mai visto un qualcosa di simile: ed infatti, pur controllando uno ad uno tutti gli assi con simboli, non ho trovato nulla.

L’unica ipotesi che mi veniva in mente è che il simbolo poteva essere una “cornucopia” (con la punta rivolta a sinistra), però in tutte le monete che ho potuto controllare, il simbolo della cornucopia ha la punta rivolta a destra. http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/1

Per esempio: post-4217-0-94886200-1413033098_thumb.jp

Per scrupolo ho controllato alcuni testi per vedere se questo simbolo era già conosciuto ed eventualmente considerato “imitativo e non ufficiale”: ma niente. Anche perché lo stile della monete è tipicamente “romano”.

Niente anche nel British Museum, nel catalogo del Kestner-Museum di Hannover, nel catalogo Vecchi 3, nella collez. Goodman e nel sito di Andrew McCabe: tutti gli assi hanno la cornucopia con la punta rivolta a destra. Il Crawford non riporta questa particolarità.

Solamente nel catalogo del Santini (del 1939) si fa cenno ad una distinzione sul verso della cornucopia: però anche qui l’asse viene menzionato solamente con la punta a destra.

Modificato da legionario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Approfondendo maggiormente sui nominali inferiori trovo che ci sono monete aventi la cornucopia sia con la punta a destra e sia con la punta a sinistra (un triente e un sestante).

E questo triente di NAC 61 lotto 244 ha il simbolo della cornucopia molto simile a quello presente nell’asse. Inoltre lo stile della prua di nave sono similari, l'acrostolium direi che è quasi identico.

post-4217-0-65210600-1413033327_thumb.jp

Sempre nel catalogo d’asta NAC 61 (collezione RBW) viene riportata una suddivisione con due distinte serie avente come simbolo la cornucopia: una prima serie avente la cornucopia con la punta a destra (e si conoscono tutti i nominale dall’asse alla semoncia), mentre la seconda serie ha la cornucopia con la punta a sinistra.

Nella nota a margine di questo triente si riporta:

"This coin belongs to the second cornucopiae series, which is not listed by Crawford. This series, struck between 206 and 195, is easily distinguishable from the earlier issue based on the style and because the tip of the cornucopiae points to the left rather than right" (R. Russo).

Il Crawford pur riportando le due varianti per il triente e per il sestante le distingue in base al fatto se il simbolo è sopra o davanti la prua di nave: ma osservando la cornucopia di questa due tipologie si può notare che la punta è rivolta a sinistra (58/5a e 58/7a). http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/10 http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/12

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Riepilogando, della seconda serie (cornucopia con la punta a sinistra) ho trovato (da considerare che soprattutto i nominali inferiori sono tutte monete rarissime o estremamente rare):

l’Asse (58/3v): immagine caricata nel catalogo per gentile concessione di Tinia Numismatica http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/8

post-4217-0-55229600-1413033771_thumb.jp

il Semisse (58/4v): Artemide E-Auction 17 lotto 1105 (gr. 17.24) http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/9

post-4217-0-36451300-1413033795_thumb.jp

un altro Semisse: CNG 45 lotto 1188 (gr. 12.75)

post-4217-0-29341300-1413033811_thumb.jp

il Triente (58/5a): NAC 61 lotto 244 (collez. RBW) (gr. 12.59) http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/10

post-4217-0-72225400-1413033826_thumb.jp

il Quadrante (58/6v): immagine presente nel sito di Andrew McCabe @@ahala (gr. 6.61) http://www.flickr.com/photos/ahala_rome/5955379685

post-4217-0-89603400-1413033844_thumb.jp

il Sestante (58/7a): Kestner-Museum di Hannover (gr. 6.15) http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B9/12

post-4217-0-61468200-1413033868_thumb.jp

A questo punto ho diviso le due serie creando delle schede distinte per la cornucopia con la punta a sinistra.

http://numismatica-classica.lamoneta.it/cat/R-B9

Modificato da legionario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Per concludere presumo che questa moneta sia un asse della seconda serie avente come simbolo la cornucopia con la punta rivolta a sinistra (e poi mi sembra di vedere in alto i frutti che fuoriescono dalla cornucopia).

post-4217-0-17770700-1413034096_thumb.jp

Il diametro è corretto; il peso più basso rispetto agli altri assi confermerebbe che si tratta di un'altra serie; lo stile della moneta è coerente, la prua di nave è similare a quella del triente.

Ora non so se questo asse sia sconosciuto ed inedito.

Potrebbe esserci stato qualche altro esemplare che fino ad ora passava inosservato e veniva classificato semplicemente 58/3; nel senso che se la cornucopia era ben visibile è probabile che all'orientamento della punta non si faceva caso e/o non gli si dava importanza (almeno fino ai recenti studi condotti sulla collezione RBW).

Questo per esempio è il caso dei due esemplari di semisse classificati nei cataloghi d’asta senza dare rilievo alla particolarità dell'orientamento della punta della cornucopia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Ottima analisi e aspettiamo che si faccia vivo magari Andrew, che ha portato avanti studi molto approfonditi sui bronzi repubblicani e ha collaborato con NAC per il bel volume sulla collezione RBW.

Anche a me sembra sia una distinta serie, non censita chiaramente dal Crawford, con cornucopia con punta a sinistra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Trovato un asse !

post-7204-0-52351900-1413035003_thumb.jp

Classical Numismatic Group, e.a. 190 del 2008, n. 207 g. 23,31 e diam. 32 mm

Anonymous. 207 BC. Æ As (32mm, 27.31 g). Sextantal standard. Rome(?) mint. Laureate head of bearded Janus; I (mark of value) above / Prow of galley right; cornucopia above; I (mark of value) to right; ROMA in exergue. Crawford 58/3; Sydenham 218; BMCRR 334. VF, dark green patina, patina worn around the edges revealing the bronze flan.

Estimate: $200 (aggiudicato $ 235)

Modificato da acraf
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×