Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Poemenius

I VOT di Valentiniano III e i DOMINO NOSTRO

Risposte migliori

Poemenius

Una ipotesi che mi frulla da un po’ di tempo in testa e che voglio condividere con voi.

Per Valentiniano III esistono dei nummi VOT XV e XX

Alcuni di questi nummi paiono di zecca romana, per altri è difficile non pensare a una emissione cartaginese, sia per fattura, che per legenda, che per tipo di tondello.

Il modello del Vot XV, rappresenta una emissione strana, e strana ne è la contestualizzazione.

L’idea che vi propongo è la seguente….corredata da non poche domande:

1 – possibile che l’emissione Cartaginese sia stata voluta da Genserico subito dopo la presa di Cartagine – ottobre 439 – in concomitanza con il quindicesimo di regno di valentiniano III iniziato nel 425, quindi che la celebrazione del quindicesimo sia funzionale a dare avvio alla nuova era di Cartagine?

2 – è possibile che l’emissione sia continuata, anche a Roma, con l’emissione di monete Vot XX, in questa occasione da leggersi come “suscepta” e non “soluta” oppure l’emissione dei VOT XX va spostata al 444/445 circa, essendo anch’essa “soluta”?

3 – essendo le monete “cartaginesi” di Valentiniano III stilisticamente vicinissime alle DOMINO NOSTRO, (spesso anche come tondello, e disegno del fronte/retro), è possibile che l’emissione DOMINO NOSTRO attribuita a Bonifacio, vada invece posticipata ai primi anni di Genserico

4 – se Genserico , presa Cartagine, avesse iniziato a coniare moneta imitativa di Valentiniano III, avrebbe anche potuto emettere, per scopo propagandistico, monete che si riferiscano a sé come Domino Nostro, “cammuffando” il tutto come una emissione pro Valentiniano III?

5 – le monete Domino Nostro (et simili) si presentano in tantissime varietà diverse, ognuna delle quali nota in pochissimi esemplari. Erano emissioni destinate ai maggiorenti locali e a una stretta propaganda locale? Perché tantissime emissioni ma nessuna in abbondanza tale da rendere le altre “varianti” o “imitazioni”?

Buone risposte ragazzi :)

post-38959-0-14604600-1413712320_thumb.j

post-38959-0-79680100-1413712329_thumb.j

post-38959-0-13872300-1413712335_thumb.j

post-38959-0-67302300-1413712340_thumb.j

post-38959-0-44143800-1413712346_thumb.j

post-38959-0-54870900-1413712445_thumb.j

post-38959-0-19305800-1413712454_thumb.j

post-38959-0-28114200-1413712458_thumb.j

post-38959-0-40564900-1413712462_thumb.j

post-38959-0-76569000-1413712466_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

scusate ha caricato doppie le immagini, non so perché...e non riesco a toglierle...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

notate la legenda meravigliosamente completa del VOT XX

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Che casino!

Il VOT XV richiama immediatamente i Domino Nostro (Dominis Nostris, Dominorvm Nostrorvm, Imbictissimvs), i quali sono inscindibili dalle Valentiniane tarde (Ric 2140-2164), le quali sono insindibili dalle corrispondenti imitative vandale (o protovandale).

Non si può considerare una tipologia senza tener in conto tutte le altre 367.

Già il dire se sono emissioni di Cartagine o di Roma è un bordello così grande che la villa di Arcore al confronto pare un convento di suore di doppia clausura!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

"As mentioned above, this type appears only occasionally on finds attributed to the fifth century on a few western coppers of Valentinian III bearing three
different reverse legends: VOT PVB, CASTRA and ROMA and on one type of the Domino Nostro African series both with or without the legend SALVS REIPVBLICE (RIC 10:469, Nos. 3809‑3810, 3813; see chapter 2.7.2). A number of barbaric issues showing the camp gate were also attributed to the Vandals by a number of scholars (BMCV:27, Nos. 73-82; Mostecky 1997:98; Morrisson 1988:424, No. 6). An imitation of the camp gate with the legend KASTRA (with K instead of C), found in the collection of the National Museum of Antiquities in Algeria, led Mostecky to the conclusion that this type was minted in Carthage to commemorate the construction of a new city-wall and fortress during the time of Boniface, namely under the reign of Theodosius II in 425 (Mostecky 1997:98). Another example, reading in the reverse [---]CKA, is included in the North-African hoard Tipasa A and described by Turcan as a local imitation (1984:20:135).
"

"The anonymous coppers are further classified into two groups: the DOMINO NOSTRO series and the proto-Vandalic nummi, which bear no marks of value. In addition, the Autonomous or Municipal series comprise multiples of the nummus (Table 13). Coins of each group will be described in chronological order."

"Domino Nostro series (c.439-455): The mint of Carthage reopened sometime in the first half of the fifth century when a group of anonymous Æ4 coins were struck bearing the inscription DOMINO NOSTRO or NOSTER, DOMINIS NOSTRIS or DOMINORVM NOSTRORVM (LRBC 2:58, Nos. 576‑580; LRC:224). The attribution of the series to this mint is based on the provenance of specimens (e.g. El Djem hoard, deposited c.440-450; Kent 1988a) and the reverse legend on one of these reading CARTAGINE P(erp)P(etua). There are several types; all have Late Roman prototypes from the fourth century, especially of Theodosius II and Valentinian III dated between 425 and 455. The fabric is high relief and the coins are well executed. The heavy average weight of the series compared to other anonymous issues (1.06g) is another indication that the series should be early in date."

"The series has been assigned various dates: 1) the revolt of Gildo in 397-398 (Turcan 1984:201, based on a number of specimens in the Tipasa hoard); 2) the
revolt of Boniface in c.422-429 (Clover 1990; Mostecky 1997; Kent 1988a:194); 3) either Gildo or Boniface (LRBC 2:58); 4) the rule of the Vandal king Gaiseric,
428-477 (Morrisson 1988:426; Grierson and Blackburn 1997:23; Schindel 1998). The fact that the series does not appear in Carthaginian hoards deposited up to 439 excludes the possibility that the DOMINO NOSTRO coins were minted before this date. On the other hand, the presence of 10 examples of this series in the El-Djem hoard (Kent 1988a:193-194) reinforces the fourth suggestion that the coins were issued sometime during the reign of Gaiseric, most probably from 442 to 450, when a treaty formalized the Vandalic rule in Africa (Morrisson 2003:67-68). Mostecky, on the other hand, believes that the legend DOMINO NOSTER, namely ‘our ruler’, purposely avoids naming the ruler of the time (Mostecky 1997:44). He attributes the series to Boniface as comes Africae, a position he achieved during the reign of Emperor Honorius. Moreover, Mostecky connects the DOMINO NOSTRO series to the silver pseudo-Imperial coins in the name of Honorius, attributing them to Boniface on the same grounds (Mostecky 1997:47-49). In sum, I suggest dating the DOMINO NOSTRO series to the period 439-455, before the introduction of the proto-Vandalic series.
"

"So far, only three coins of the DOMINO NOSTRO series have been discovered in Israel. In fact, the coin from the Gush Ḥalav hoard constitutes a new
variety depicting a bust with the inscription DOMINO NOSTRO on the obverse and the inscription [CART]AGINE and the Emperor standing facing, holding a standard and shield on the reverse (Bijovsky 1998:82, 94, No. 179; Mostecky 1997:42, No. B.2). This variant combines two known types: the Emperor standing (but with the inscription VICTORIA–AVG) and the reverse inscription CARTAGINE (with a Victory advancing left on the reverse).
"

Pareri autorevoli che non condivido ma che rispetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×