Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
vox79

Sicilia Denaro Rarissimo di Carlo d'Angio' . RRRR

Risposte migliori

vox79

Oggi vorrei porre alla vostra attenzione un rarissimo denaro di Carlo I d'Angio', MIR 169, Sphar 222 (Federico IV)

Al D/ riporta la testa coronata ed ovviamente l'inizale del nome del Re : K, che pero' spesso non e' visibile in questi denari spesso in bassa conservazione.

Quiasi tutti lo confondono coi tipi di Federico II oppure con i denari Aragonesi. Addiruttura Sphar lo confuse con un denaro di Federico IV (n.222).

Vi svelo il segreto per riconoscerlo subito : la differenza principale sta nella corona del Re, come vedete chiaramente c'e' un GIGLIO :) , ovviemente simbolo della sola casa Angioina :).

L'esemplare postato e' SPL e veramente uno dei piu' belli che ho visto, pesa 0.57g.

post-299-0-10782900-1414568103_thumb.jpg

post-299-0-46372300-1414568103_thumb.jpg

Modificato da vox79
  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Mi piacciono queste riletture/ riclassificazioni apodittiche che non lasciano spazio ad alcun dubbio

La mia e' solo invidia vorrei anch'io essere cosi

Invece sono portato a dubitare anche delle certezze...

Il giglio sara' chiaro a chi puo' osservare la moneta de visu , dalla foto - pessima - non si distingue granche'

Spahr non era proprio un dilettante da circolo di periferia . La moneta e' presente nel MEC. ? Delll'Erba , Cagiati si sono mai posti la questione o questa e' la prima re-interpretazione assoluta su questo denaro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Mi piacciono queste riletture/ riclassificazioni apodittiche che non lasciano spazio ad alcun dubbio

La mia e' solo invidia vorrei anch'io essere cosi

Invece sono portato a dubitare anche delle certezze...

Il giglio sara' chiaro a chi puo' osservare la moneta de visu , dalla foto - pessima - non si distingue granche'

Spahr non era proprio un dilettante da circolo di periferia . La moneta e' presente nel MEC. ? Delll'Erba , Cagiati si sono mai posti la questione o questa e' la prima re-interpretazione assoluta su questo denaro?

In molti hanno studiato questo denaro e ti consiglio un libro sui denari di Carlo d'Angio' , il denaro e' correttamente riportato nel catalogo:

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CIA/35

Modificato da vox79

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

@@vox79

cortesemente,mi riesce difficile leggerlo,cosa vi è scritto nella legenda della moneta?

--Grazie

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

azaad

La moneta è stata studiata dalla Travaini (Travaini HAD n° 113) ed è presente nel MEC (MEC 14 n° 659).

Non è scontato che spahr abbia fatto confusione. Al n. 222 per Federico IV, Spahr segnala una leggenda

H:DEI:GRACIA,

mentre la moneta in oggetto presenta la legenda (puntino) k (puntino) D'I GRACIA (puntino)

Se Spahr sbagliò, lo fece ragionevolmente perchè la moneta che aveva osservato per il catalogo era in pessima conservazione, tanto da confondere la K con la H e D'I con DEI.

In quanto a tale moneta, anche assumendo che lo zecchiere di Federico IV abbia inserito una K al posto della H, ossia che si tratti di una moneta di Federico IV con un errore nella composizione della legenda, lo stile delle lettere a mio avviso porta inequivocabilmente verso Carlo d'Angiò (ovviamente quest'ultima argomentazione è personale e opinabile, per cui possiamo discuterne serenamente).

Modificato da azaad
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

@@vox79

cortesemente,mi riesce difficile leggerlo,cosa vi è scritto nella legenda della moneta?

--Grazie

-odjob

D/ +.K.D'I.GRACIA.

R/ +.Rx.SICILIE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

azaad

@@vox79

cortesemente,mi riesce difficile leggerlo,cosa vi è scritto nella legenda della moneta?

--Grazie

-odjob

D: +(punto) k (punto) D'I GRACIA (punto)

R: +(puntino) R (punto) SICILIE (punto)

A dirla tutta al rovescio tra la R e la S vedo più segni oltre al punto, ma non riesco a capir bene cosa siano.

edit: mi sono sovrapposto con vox che ha inserito una bella X tra la R e la S, risolvendo il mio dubbio.

Modificato da azaad

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

D: +(punto) k (punto) D'I GRACIA (punto)

R: +(puntino) R (punto) SICILIE (punto)

A dirla tutta al rovescio tra la R e la S vedo più segni oltre al punto, ma non riesco a capir bene cosa siano.

e' il segno di contrazione Rx

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carlino

Bell'esemplare di denaro.

La caratteristica della x intersecante la lettera R, la evidenzio in un articolo su Panorama Numismatico maggio 2014,

http://www.panorama-numismatico.com/panorama-numismatico-nr-295-maggio-2014/

dove faccio una piccola integrazione al prezioso articolo di Maurizio Bonnano, riproponendo per intero l'articolo di Bonanno.

Il Bonanno attraverso un'attenta lettura della legenda aveva riclassificato questo denaro, attribuendolo a Carlo d'Angiò e non a Federico IV o Giacomo d'aragona, come segnalato da Rodolfo Spahr.

Antonio

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carlino

post-6956-0-29532600-1414599551_thumb.jp

post-6956-0-35147900-1414599581_thumb.jp

allego le foto del mio per comparazione

post-6956-0-91381800-1414599733_thumb.jp

post-6956-0-50610400-1414599762_thumb.jp

e due disegni da me realizzati

Antonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Discussione molto interessante!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

La moneta è stata studiata dalla Travaini (Travaini HAD n° 113) ed è presente nel MEC (MEC 14 n° 659).

Non è scontato che spahr abbia fatto confusione. Al n. 222 per Federico IV, Spahr segnala una leggenda

H:DEI:GRACIA,

mentre la moneta in oggetto presenta la legenda (puntino) k (puntino) D'I GRACIA (puntino)

Se Spahr sbagliò, lo fece ragionevolmente perchè la moneta che aveva osservato per il catalogo era in pessima conservazione, tanto da confondere la K con la H e D'I con DEI.

In quanto a tale moneta, anche assumendo che lo zecchiere di Federico IV abbia inserito una K al posto della H, ossia che si tratti di una moneta di Federico IV con un errore nella composizione della legenda, lo stile delle lettere a mio avviso porta inequivocabilmente verso Carlo d'Angiò (ovviamente quest'ultima argomentazione è personale e opinabile, per cui possiamo discuterne serenamente).

Grazie per i precisi riferimenti e gli ulteriori commenti.

La Travaini accoglie la tesi del Bonanno prima nel suo volume sulla monetazione dei Normanni e successivamente nel MEC XIV.

In buona sostanza mi sembra di capire che la discriminante per un'attribuzione all'Anjou risieda nello stile delle lettere, nella legenda e nella corona ?

L'esemplare postato da Carlino mi sembra evidenzi meno il giglio sulla corona.

IL denaro di Giacomo d'Aragona (MEC 769-770) evidenzia una corona molto diversa, come pure il ritratto (anche se di tipo convenzionale naturalmente).

I denari di Federico il Semplice evidenziano sempre la legenda FRIDERICVS quindi non possono essere confusi con quello della discussione.

Sarebbe possibile avere una foto migliore dell'esemplare di Vox ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×