Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
pizzamargherita

mediovevale da identificare

Risposte migliori

pizzamargherita

Buongiorno,

per la ricorrenza della battaglia di Legnano tra le lega Lombarda e il Barbarossa, nel mese di maggio di qualche anno fa mio padre acquistò questa moneta.

Tra le varie bancarelle sul piazzale antecendente l'ingresso del castello c'era un signore in abiti d'epoca che batteva delle monete.

Prendeva un tondello di argento e batteva la moneta utilizzando una mazza. Con la moneta consegnava un foglio con il nome della signoria, la legenda e il peso.

Ora questo foglio non lo trovo più.

Vorrei archiviarla come souvenir/ricordo allegando i dati della identificazione.

È possibile? Che cosa ne pensate dell'iniziativa di quel signore e del risultato ottenuto?

Grazie- PizzaMargherita

Peso: 2,98 grammi

Diametro 21,2 millimetri

Spessore: 1,2 mm

post-36619-0-61928200-1414923493_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ak72

Aquileia, Antonio I(1395 - 1402) Denaro (Bernardi 65) D/ + ANTONIVS PAThA. Stemma del patriarca R/ AQV ILE GEN SIS. variante con A S ai lati dell'elmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Vuol rappresentare un denaro di Antonio I Caetani, patriarca d'Aquileia dal 1395 al 1402.

La moneta originale avrebbe un diametro di circa 18 mm, ed un peso di circa 60-70 grammi.

Al D/ vi è un elmo sormontato da aquila nascente volta a sin, sopra scudo inclinato con banda ornata (arma di Antonio, indicata da due linee ondulate; lo scudo non è partito come appare nella tua "moneta"), ai lati le lettere A S . La leggenda è +ANTONIVS PATRhA.

Al R/ l'aquila patriarcale col capo volto a sin e coda gigliata. La leggenda è AQV ILE GEN SIS , l'interpunzione è a "trifogli", tre anelletti uniti (Nella tua "moneta" due dei trifogli sono sostituiti da due punzoni che forse riportano qualche indicazione del "moderno zecchiere").

E' una variante del tipo più noto in cui ai lati dell'elmo vi sono le lettere A N e l'interpunzione più comune è costituita da una rosetta e tre stelle.

Non vi sono ovviamente rapporti tra questo patriarca e la battaglia di Legnano, che avvenne nel 1176.

Se vogliamo .... l'unico aggancio storico e che fu un patriarca d'Aquileia, Gotifredo, a incoronare a Milano Enrico VI, figlio di Federico I nel 1184; lo stesso patriarca seguì il Barbarossa in spedizioni in Italia e nelle crociate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pizzamargherita

Grazie 1000.

PizzaMargherita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×